Badante scoperta ubriaca viene licenziata: s'infuria e aggredisce un poliziotto - BergamoNews
A caravaggio

Badante scoperta ubriaca viene licenziata: s’infuria e aggredisce un poliziotto

Protagonista una 43enne slovacca, che da un mese lavorava 24 ore al giorno come badante nell'abitazione di una 76enne ridotta a letto. Scoperta ubriaca dai parenti dell'anziana, dà in escandescenza e rifila un ceffone a un agente di polizia locale intervenuto sul posto

 Scoperta ubriaca viene licenziata e dà in escandescenza, fino ad aggredire un poliziotto. Protagonista E. P., una 43enne slovacca, che da un mese lavorava 24 ore al giorno come badante nell’abitazione di una 76enne di Caravaggio ridotta a letto.

Fino al pomeriggio di giovedì 19 marzo, quando i parenti dell’anziana, arrivati a casa sua per una visita, hanno scoperto che la badante, tra una minestrina e un pannolone, aveva alzato un po’ il gomito con alcuni superalcolici che aveva acquistato il giorno prima.

Visibilmente ubriaca, ha iniziato a inveire contro i familiari della 76enne, che a suo dire le avevano promesso un contratto che non era ancora arrivato, e a lanciare in giro alcuni soprammobili.

I parenti dell’anziana l’hanno quindi invitata ad andarsene, aggiungendo che non avrebbe più lavorato per loro: parole che anno fatto imbufalire ancora di più la slovacca. Tanto da obbligare una pattuglia della polizia locale a intervenire sul posto.

Quando gli agenti sono arrivato in casa, però, la donna non ha placato la sua furia, e ha preso di mira in particolare uno di loro. "Non toccarmi altrimenti ti tiro una sberla", gli avrebbe detto. Una minaccia poi tramutata in fatti, con la donna che ha rifilato un ceffone all’agente, colpendolo sugli occhiali che portava e provocandogli una ferita alla tempia.

I colleghi dell’uomo sono quindi riusciti a bloccare la donna. Processata per direttissima, è stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce.   

leggi anche
  • Il processo
    Omicidio Cantamessa: “Vicky Vicky voleva uccidere”, 30 anni la richiesta del pm
  • Milano
    Trovato morto in casa: fu ucciso dopo una lite con i vicini, due arresti
  • Le indagini
    Violentò una bergamasca sul treno: aveva già aggredito 4 ragazze
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it