BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Piazza Carrara senza auto Minuti: “Il Comune coinvolga i cittadini” fotogallery

Danilo Minuti, consigliere comunale della lista Tentorio, invita l'Amministrazione Comunale di Bergamo ad ascoltare e coinvolgere i cittadini nella scelta delicata per l'eliminazione dei parcheggi per residenti in piazza Carrara.

Più informazioni su

Danilo Minuti, consigliere comunale della Lista Tentorio, invita l’Amministrazione Comunale di Bergamo ad ascoltare e coinvolgere i cittadini nella scelta delicata per l’eliminazione dei parcheggi per residenti in piazza Carrara.

 

Spettabile Redazione

Come già annunciato da me ieri in Aula durante la presentazione delle linee programmatiche sono oramai palesi le conseguenze, di gran lunga prevedibili, e i molteplici disagi che si stanno creando nella zona di via San Tomaso e di Borgo Santa Caterina a seguito della decisione dell’Amministrazione Gori di eliminare i parcheggi per residenti in piazza Carrara e i parcheggi a rotazione (striscie blu) nel parcheggio adiacente al Palazzetto dello Sport.

Per prima cosa stupisce l’assenza totale da parte dell’Amministrazione di coinvolgimento del territorio su una scelta così delicata e impattante su chi vive e lavora in questa zona della nostra città. Moltissimi residenti e commercianti della zona mi hanno interpellato per lamentare l’assoluta assenza di informazione, se non a mezzo stampa, e di coinvolgimento su questa scelta.

Ci chiediamo dove sia la famosa e tanto sbandierata “partecipazione” dei cittadini che la Giunta continua a vantare. Giova ricordare che tutta la zona di San Tomaso, dove la maggior parte dei palazzi è priva di box e posti auto e vi è una forte presenza di famiglie e persone anziane, si troverà sprovvista di parcheggi residenti rendendo così non solo complicate le esigenze quotidiane di molti, ma deprezzando anche il valore degli immobili della zona. Inoltre la scelta di “spostare” questi parcheggi al posteggio vicino al Palazzetto, eliminando i posti a rotazione per tutti (strisce blu), sta generando ulteriori problemi in quanto questi nuovi stalli per residenti vengono “abusivamente occupati” da coloro che arrivano in loco per assistere alle manifestazioni del Palazzetto, per frequentare le tante attività/attrattive di Borgo Santa Caterina e la domenica per recarsi allo Stadio.

In questo modo si rischia davvero di incentivare unicamente i “furbetti” della sosta e scoraggiare invece coloro che, non trovando più parcheggi disponibili e non volendo occupare abusivamente i parcheggi per residenti, deciderà di non frequentare più il Borgo e i suoi esercizi commerciali.

In questi giorni, mentre continua la raccolta firma che molti residenti e commercianti stanno promuovendo nel quartiere contro questa scelta dell’Amministrazione, presenterò un interpellanza in Consiglio Comunale affinché la Giunta Gori convochi immediatamente tutte le realtà del territorio (residenti, commercianti, giovani, associazioni), ascolti le richieste e i bisogni dei cittadini e si renda disponibile a mettere in atto dei correttivi che limitino gli effetti di una scelta che rischia di penalizzare davvero in modo duraturo il futuro di una zona così importante della nostra città.

Danilo Minuti, consigliere comunale di Bergamo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rob

    Però le auto parcheggiate davanti al più importante museo della città sono davvero imguardabili

  2. Scritto da Carola

    Come cittadina che paga le tasse dall’ammistrazione avrei voluto più rispetto e coinvolgimento!! Altro che il cambio di passo!

  3. Scritto da Nicola

    La barzelletta è la Giunta che per un atto così importante non ritiene utile coinvolgere i propri cittadini!

  4. Scritto da lara

    Ha ragione Minuti: prima si creino parcheggi nuovi e poi si liberino piazze e altri spazi. La macchina non la possiamo mica mettere in tasca e molti non hanno il box! Lo stesso vale per turisti e clienti di negozianti….

    1. Scritto da dario

      Legga meglio: hanno creato 40 parcheggi per i residenti a venti metri di distanza. I turisti poi? Ha mai visto un turista pretendere di parcheggiare fuori dall’accademia carrara? Gli esercizi commerciali poi beneficeranno del flusso dei turisti.

      1. Scritto da residente

        Primo: i parcheggi sono a 200 non 20 metri da quelli tolti e servivano gente che era già distante 100 metri e oltre. Altri non ce ne sono. Secondo: i parcheggi tolti sono più di quelli messi, l’assessore lo sa. Basta guardare Google Map e contare. Terzo: ho visto auto di turisti che salgono da via Noca non solo davanti l’Accademia ma sui passi carrali. Quarto: notoriamente i turisti fanno incetta di frutta e verdura, pane, formaggio, fiori, ecc. Per piacere: evitiamo di parlare a vanvera.

  5. Scritto da enrico

    Secondo Minuti una meravigliosa piazza finalmente liberata dall’inquinamento acustico, atmosferico e visivo delle auto “deprezzerebbe il valore degli immobili della zona”. Una barzelletta.

    1. Scritto da fm

      (continua) e solo residenti in orario notturno, mantenendo libera la parte antistante all’Accademia Carrara. In alternativa andrebbe chiusa del tutto la via al transito, ma è difficile considerato che viene utilizzata spesso come alternativa a via Verdi per l’attraversamento della città e a Vittorio Emanuele per la discesa da città Alta. Si confida in una riflessione dell’amministrazione, anche considerando che la segnaletica orizzontale è quella gialla “di cantiere”, quindi “emendabile”

    2. Scritto da fm

      Guardi che non hanno interdetto l’accesso alla piazza. Hanno solo vietato il parcheggio. Quindi l’inquinamento acustico e atmosferico permane. In più appena i vigili cesseranno di presidiare la piazza come fanno adesso ci sarà il consueto parcheggio selvaggio di notte, durante le partite e ogni volta che è chiusa città alta. Gli unici a rimetterci sono i residenti e i commercianti. Basterebbe una soluzione di compromesso: lungo la sola Via S.Tomaso lasciare carico e scarico diurno (continua)

    3. Scritto da Franco

      La prima regola delle opposizioni in Italia è: dire sempre che quello che ha fatto l’amministrazione fa schifo.
      Non sia mai che i propri elettori capiscano che anche “i comunisti” o “i fascisti” possono fare qualcosa di buono. Poi finirebbe che si scopre che il tifo da stadio destra contro sinistra è una ridicolata da beoti e che per fare qualcosa di buono non è necessario essere di destra o di sinistra.