BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dimissioni del ministro Lupi Maroni: spero che il suo sostituto sia del Nord

"Quella di Lupi è stata una decisione personale di cui prendo atto. Spero che venga sostituito con un ministro che rappresenti il Nord e sia espressione di questi territori come lo era Lupi". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

"Quella di Lupi è stata una decisione personale di cui prendo atto. Spero che venga sostituito con un ministro che rappresenti il Nord e sia espressione di questi territori come lo era Lupi". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine della ‘Giornata regionale dell’impegno contro le mafie e in ricordo delle vittime’. Il governatore ha detto di non temere eventuali ripercussioni su Expo. "I lavori stanno procedendo, sono quasi conclusi e quasi tutta la gestione è stata fatta dalla società e non dal Ministero. Non temo conseguenze negative da quel punto di vista. Temo invece, se il nuovo ministro non sarà del Nord – ha ribadito – che ci possa essere meno attenzione verso le opere sul nostro territorio. Questa è la mia unica preoccupazione".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    Purtroppo non c’è miglioramento. hanno fatto dimettere lupi per calmare le acque? Hanno fatto dimettere lupi per parlare meno delle tangenti emerse? Forse entrambe e anche altro.
    lupi a confronto di tanti delinquenti indagati che hanno preso tangenti o fatto affari e sono ancora incollati alle sedie ha fatto una figura migliore anche se sappiamo, esce dalla porta entra dalla finestra. Mandate a lavorare tutti gli indagati, fuori dalla politica, non voglio aver dubbi sul loro operato.

  2. Scritto da Asdrubale

    Ma adesso la lega non è diventata ultranazionalista ? Ho capito male ?

  3. Scritto da G. Lebowski

    Niente paura Maroni,Lupi viene sostituito da Renzi. Ha ha ha ha ha ha

  4. Scritto da mario59

    Maroni teme che colui che sostituirà Lupi non possa essere del nord.. io invece temo che siano tutti uguali…tanti magna magna.
    Renzi ha detto che la decisione di Lupi è stata saggia…e se beccassero lui a raccomandare un amico o un parente…chissà se sarebbe altrettanto saggio?

  5. Scritto da vergogna

    Certo che figura di palta l’ex ministro Lupi con il rolex d’oro regalato al figlio perché ragazzo in gamba. Ma si vergogni, e vada a nascondersi.

  6. Scritto da Giuseppe

    Un onesto? “Forse” Papa Francesco?

  7. Scritto da ru

    ma ke pena. E questo sarebbe un governatore di regione?!?

    1. Scritto da La verità fa male

      Si consoli. Abbiamo avuto come governatori di Regioni importanti come la Lombardia anche gente come Bassolino, Marrazzo, Cuffaro ecc …. che non erano certo migliori di Maroni

  8. Scritto da magnamagna

    Maroni invece di sperare dovrebbe dimettersi visto che, come Lupi lo ha fatto per aver piazzato il figlio mentre, lui a suo tempo piazzo’ all’ospedale treviglio la cantante del suo gruppo… Ma si sa come sono i leghisti magna-magna, hanno imparato bene a roma come stare incollati sulle cadreghe. Tutti alla fiera a celebrare trenta anni di stipendi e prebende intascati senza fare nulla per il nord!

  9. Scritto da andrea

    E questo sarebbe il presidente della Regione faro del Paese?

  10. Scritto da G. Lebowski

    “quella di Lupi é stata una decisione personale…” ha ha ha ha ha ha ha ha ha ma se fino a qualche giorno fa disse che non voleva dimettersi. Ha ha ha ha ha ha

  11. Scritto da ureidacan

    La cosa migliore sarebbe se il nuovo ministro fosse di Orte, che il luogo posto esattamente al centro dell’Italia peninsulare (ora si può dire anche Italia, leggo).

  12. Scritto da Gino

    Lui spera che sia del nord , io invece spero che sia onesto e capace. La vogliamo piantare con questa insulsa menata ?

    1. Scritto da + verande x tutti

      Se fosse del sud tenderebbe a dirottare i finanziamenti nella sua terra. Quelli del nord non farebbero così. Il senso mi sembra chiaro, ma qualcuno ci vuol per forza vedere il male solo perchè è la dichiarazione di un leghista. Monotematici.

      1. Scritto da Patrizio

        Sicuramente non mi dimentico che era l’ex ministro dell’interno e ha dichiarato che in lombardia non c’è la mafia. Dopo questa grave figuraccia doveva uscire o essere cacciato dalla politica, la giustificazione è evidente, o incompetente o conosceva mafiosi da difendere? Detto questo non me ne frega della sua priorità. La mia è che servono persone serie, competenti, SOPRATTUTTO ONESTE. Tutti gli indagati cacciarli con le buone o cattive. Dovrebbe essere automatica l’espulsione.

      2. Scritto da Licio

        Con una simile dichiarazione si dovrebbe vergognare. Il partito piu arraffone degli ultimi anni e’ stata proprio la Lega con Maroni che con la scopetta voleva fare pulizia. Sono ancora tutti li a mangiare a Roma e a rubare al nord. A proposito ma il 75 percento delle tasse che doveva rimanere in Lombardia che fine ha fatto ?

      3. Scritto da kurt Erdam

        Si faccia un giro al sud accompagnato da qualcuno serio a vedere quante aziende sono state “iniziate” e lasciate lì con un sacco di soldi ritornati nelle tasche di industriali del nord che aiutati dai loro compagni di merende facevano finta di costruire aziende al sud destinate a chiudere prima ancora di essere aperte.La lega farebbe meglio a non dire castronerie.Non tutti hanno l’anello al naso e c’è chi le aziende finte al sud le ha toccate con mano.

        1. Scritto da La verità fa male

          E tutto quello che lei ha descritto è avvenuto grazie ai governi democristiani della Prima Repubblica (spesso presieduti da politici delle Regioni del Sud come ad esempio De Mita) e alle loro leggine varate per favorire gli “imprenditori amici”, governi democristiani di quel partito che lei ha votato e che io non ho mai votato. Poi decida lei chi di noi due “ha l’anello al naso”

          1. Scritto da kurt Erdam

            E comunque(come spesso,quasi sempre,accade)lei non ha capito niente.Le leggine e le concessioni hanno finito per portare soldi pubblici agli imprenditori del nord,potrei farle anche esempi concreti e nomi,ne conosco personalmente(e magari ci ho anche lavorato).Il caso più eclatante sono le leggi sulle TV private del periodo craxi che,mentre tutti gli altri fallivano(magari anche aiutati a fallire)il compagno di merende silvio restava l’unico a poter fare ciò che voleva(anche più della RAI).

          2. Scritto da La verità fa male

            Ma va là! Siamo arrivati alla sua solita conclusione “tutta colpa di Craxi, tutta colpa di Silvio”. Mi dica illustrissimo: c’è qualche problema nazionale o mondiale o magari anche extraterrestre che lei non imputa a Craxi o a Silvio? che cattivoni, in due hanno rovinato un mondo che fino a quel momento era felice! MA CI CREDE DAVVERO ALLE FESSERIE CHE SCRIVE?

          3. Scritto da kurt Erdam

            Io credo alla realtà dei fatti;da un’Italia che cresceva con berlusconi/craxi/bossi siamo passati ad un’Italia nella spazzatura e mi sa che i FESSI sono quelli che non se ne sono accorti.O se ne sono accorti benissimo ma a loro va bene così,o perché ci hanno guadagnato(alla faccia di tutti gli altri)o perché sono così citrulli da averci perso ma pur di lodare il satrapo sono contenti lo stesso.Può starnazzare fin che vuole ma le malversazioni al sud da imprenditori del nord io le ho viste.

          4. Scritto da kurt Erdam

            diciamo ANCHE,poi da Craxi in avanti le cose sono peggiorate,prima si pagavno tangenti per le grandi opere poi si inventavano grandi opere inutili solo per le tangenti(meno male che il ponte sullo stretto di Messina non si è cominciato)i peggiori di quelli che dice lei sono entrati nell’esercito di berlusconi e da lì le porcherie sono aumentate e siamo finiti nella spazzatura,per incapacità e/o malaffare.Pensi ai contratti di metano con la Russia dove paghiamo anche se non lo consumiamo.

    2. Scritto da Dario

      Sì, la menata è insulsa, tuttavia la percentuale di politici del sud è disarmante rispetto a quelli del nord. Calcolando che da tutto il dopoguerra è stato così, calcolando che politici del centro sud occupano le più alte cariche dello stato, calcolando che ogni giorno nella classifica di radio 24 dei peggiori sprechi pubblici Roma e il sud vincono a mani basse, si potrebbe dar una chance a Maroni…..

      1. Scritto da Invenzioni

        ti stai inventando pure una legge elettorale che non esiste ? Chi mai ti ha detto che i politici del sud sono più di quelli del nord ? L’unico del sud candidato in provincia di bergamo era della lega …..

      2. Scritto da Si Si

        Si si,come quelle date a Formigoni;e sai che successi…

        1. Scritto da Dario

          Vai a vedere in proporzione al sud cosa succede e da dove arrivano la maggior parte dei soldi per foraggiarli. Certo che abbiamo anche qui i ladroni, ma vai a vedere le percentuali del sud, calcolando tutti gli alti funzionari dello stato che sono meridionali e dovrebbero far quadrare al meglio le cose (soprattutto a casa loro; lei non si impegna per vita migliore in casa sua?). Cosa ci stanno a fare ai vertici dello stato se lo sanno soltanto mandare in malora?

  13. Scritto da cua de paja

    Io spero sia ONESTO

  14. Scritto da Marco Cimmino

    A me che sia del nord, del sud o del centro frega men che zero: potrebbe pure essere boliviano, purchè sia, finalmente, una persona pulita, senza parenti da piazzare e senza amici da favorire. Ma so già che non sarà così. E Maroni farebbe meglio ad adottare parametri diversi, nel valutare i potenziali ministri, vista l’anda…