BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Addio a Paolo Arzano, decano dei giornalisti, super esperto di jazz

Jazz, sport, amministrazione: erano i settori di competenza (e ottima competenza) di Paolo Arzano, giornalista di Bergamo che si è spento a 87 anni.

Jazz, sport, amministrazione: erano i settori di competenza (e ottima competenza) di Paolo Arzano, giornalista di Bergamo che si è spento a 87 anni in ospedale.

Nato il 5 novembre del 1927, iscritto all’Ordine dei giornalisti dal 1956, Paolo Arzano è stato direttore di Bergamo Oggi, direttore editoriale del Nuovo Giornale di Bergamo, ha lavorato all’Eco di Bergamo. Ma si è anche occupato di amministrazione pubblica come addetto stampa del sindaco Giampietro Galizzi.

La scrittura e la musica erano le sue passioni: il jazz soprattutto, a cui ha dedicato impegno e costanza: è stato tra gli animatori, 37 anni orsono, del Bergamo Jazz (che proprio in questi giorni è in corso in città) e poi, dopo la chiusura, tra coloro che gli hanno dato nuova vita.  

E ancora all’ambito jazzistico è legata una delle sue ultime atività: Jazz Gallery col Cdpm, che consente a tutta la cittadinanza bergamasca di usufruire gratuitamente della sua collezione discografica sia in versione CD sia MP3: 500 registrazioni storiche del jazz, oltre a incisioni rare e cofanetti di grande pregio che coprono praticamente tutta la storia del jazz dagli albori del Ragtime fino alle sperimentazioni free e modali di Ornette Coleman, John Coltrane, Cecil Taylor passando attraverso tutti i grandi della storia africana americana con la catalogazione originale sua, di Paolo Arzano, brevi commenti critici e collegamenti tra le varie incisioni.

L’ultimo saluto a Paolo Arzano, che lascia la moglie Carla Pozzi e il figlio Corrado, lunedì 23 marzo, con una cerimonia al cimitero di Bergamo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aladin

    Grande giornalista e uomo di cultura. I suoi articoli del martedì sull’Atalanta erano molto istruttivi anche per lo stile originale e il ricco vocabolario. (“Titta Rota non è micco”)