BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Settimana mondiale del cervello: a Bergamo un convegno sul sonno

La quinta edizione della Settimana Mondiale del Cervello, in tutta Italia dal 16 al 22 marzo, arriva a Bergamo con il convegno-medico scientifico “Tra le braccia di Morfeo – Il sonno: clinica, diagnosi, terapia”. Il tema generale di quest'anno è “Nutrire il cervello. Dieta e malattie neurologiche”.

“Nutrire il cervello. Dieta e malattie neurologiche” al centro della quinta edizione della Settimana Mondiale del Cervello dal 16 al 22 marzo 2015 in tutta Italia. Anche Bergamo ha il suo evento, il convegno medico-scientifico “Tra le braccia di Morfeo” Il Sonno: clinica – diagnosi – terapia" che si terrà giovedì 19 marzo alle 17.30 all’Auditorium Villa Elios dell’Humanitas Gavazzeni di Via Mauro Gavazzeni, 21. Il dettaglio delle iniziative italiane della Settimana Mondiale del Cervello è consultabile online, all’indirizzo www.neuro.it.

In un momento in cui, grazie anche a Expo Milano 2015, l’opinione pubblica è particolarmente sensibile alle questioni concernenti l’alimentazione, la SIN, Società Italiana di Neurologia, intende sottolineare l’importanza della nutrizione nel proteggere il nostro cervello dall’insorgere precoce dei disturbi cognitivi e delle demenze. Se infatti fino a non molto tempo fa si riteneva che il funzionamento della mente dipendesse unicamente dalla dotazione genetica, oggi si può affermare che non solo non è così, ma che al contrario fattori ambientali di tipo alimentare, fisico e cognitivo rivestono un ruolo fondamentale.

“Il ruolo della prevenzione – sostiene il Professor Aldo Quattrone, Presidente della SIN – è cruciale nel caso delle malattie neurodegenerative; in ambito neurologico la prevenzione passa in primo luogo attraverso un corretto nutrimento del cervello, da intendersi tanto in senso stretto, come accorta e sana alimentazione, quanto in senso più ampio, come esercizio fisico e allenamento intellettuale, entrambe buone pratiche per prevenire l’invecchiamento cerebrale”.

Gli esperti puntano poi il dito su quegli alimenti che possono avere un ruolo nella genesi dei disturbi neurologici o che possono incidere negativamente su condizioni preesistenti. La Settimana Mondiale del Cervello fa il punto sulle raccomandazioni alimentari e sui nutrienti con valore terapeutico in presenza di determinate patologie del sistema nervoso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.