BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Lega compie 30 anni Cena di gala alla fiera con Salvini, Bossi e Calderoli

Il luogo evoca la serata delle scope, dopo lo scandalo Belsito e diamanti. Stavolta però niente lacrime, per la Lega sarà una serata di festa. Oltre 1700 persone festeggeranno sabato 28 marzo il trentesimo anniversario della Lega Nord in terra bergamasca con una cena di gala nel padiglione della Fiera di Bergamo.

Il luogo evoca la serata delle scope, dopo lo scandalo Belsito e diamanti. Stavolta però niente lacrime, per la Lega sarà una serata di festa. Oltre 1700 persone festeggeranno sabato 28 marzo il trentesimo anniversario della Lega Nord in terra bergamasca con una cena di gala nel padiglione della Fiera di Bergamo. “A dieci giorni dalla festa – sottolinea il segretario provinciale della Lega Nord di Bergamo, Daniele Belotti – abbiamo già superato le 1700 prenotazioni. Siamo contentissimi, ma ora ci piacerebbe raggiungere quota duemila. Del resto è una ricorrenza importante e per celebrarla insieme ai leghisti bergamaschi hanno garantito la loro presenza Matteo Salvini, Umberto Bossi, Roberto Calderoli, Giancarlo Giorgetti e siamo in attesa delle conferme di Roberto Maroni e Luca Zaia”.

“Sarà l’occasione – continua Belotti – per dare il giusto riconoscimento ai temerari che 25/30 anni fa, con coraggio, perché esporsi come leghista allora non era semplice, ci misero la faccia candidandosi nei vari consigli comunali. Tra questi c’era un giovane medico che nel 1990 fu eletto consigliere comunale a Palazzo Frizzoni: Roberto Calderoli. Ma non solo: durante la serata verranno presentati i candidati sindaci leghisti di Sorisole, Cividate al Piano, Clusone, Cenate Sotto e Gazzaniga, comuni che tra poche settimane andranno al voto”. Una cena di gala a tutti gli effetti, con tavoli rotondi, giochi di luci, un menù di piatti tipici e vini della nostra terra.

“Per una volta – spiega il segretario provinciale – anche noi concediamo un po’ di spazio all’immagine e all’eleganza, ma ci teniamo a precisare che questa cena non a niente a che fare con quelle snob di Renzi; a sinistra, quelli che una volta erano il partito della classe operaia, fanno pagare 1.000 euro a testa, noi 27! E sono certo che si mangerà pure meglio da noi che nei loro salotti radical chic”. Durante la serata, presentata dalla giornalista Aurora Lussana, oltre alla premiazione degli “eroici” consiglieri comunali eletti tra la fine degli anni ottanta e il 1990 e ai saluti degli ospiti più illustri, è previsto anche uno spettacolo di comici di Zelig. Per prenotare gli ultimi posti disponibili, telefonare al n. 035363111. Costo 27 euro, per i bambini 15 euro (sarà allestita anche un’area giochi riservata ai più piccoli).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da V

    Oi oi mi sono sconparsi un pò di commenti… Zzz

  2. Scritto da acido

    Ci sarà anche il Convitato di Pietra… Flavio Tosi!

  3. Scritto da Padania Celtica

    1985. Troppo tardi per salvare l’identità Padana dall’etnocidio culturale. Fosse nata nel 1955-60 forse oggi l’italia sarebbe davvero un insieme di popoli che condividono le stesse idee e si rispettano. Ma non è accaduto.

  4. Scritto da Giovanni

    Non c’è niente da fare, hanno il complesso d’inferiorità. Per una robetta simile devono scomodare i radical-chic: ma lasciateci stare retro-cafonal!

  5. Scritto da menu

    Aperitivo: boccaloni padani in salsa verde dollaro – Primo piatto: Gnocchi verdi abbondantemente conditi con sugo “magna roma” – Secondi: ribollita di asino stufato – Trota della Tanzania – Dessert: gelato ai diamanti. Ed alla fine grande tombola con estrazione di poltrone e vitalizi per tutti gli invitati. Evento sponsorizzato dai contribuenti italiani

  6. Scritto da festeggeremmo

    ma vi pare che non festeggeremmo anche noi se in 25 anni a roma avessimo incassato oltre un miliardo di euro (duemila miliardi delle vecchie lire!!!!) tra rimborsi, stipendi, prebende, senza contare il resto del magna magna!! E cosa volete che siano qualche condannucola o processino davanti a cotanti soldi?!? E noi del nord per cui la lega non ha mai fatto nulla se non ridurci peggio di 30 anni fa cosa festeggiamo?!? Alla fine ci hanno fatto rimpiangere la DC che pur rubando qualcosa ha fatto

  7. Scritto da nico

    Una cena di gala a tutti gli effetti, con tavoli rotondi (?!?), giochi di luci, un menù di piatti tipici e vini della nostra terra…è previsto anche uno spettacolo di comici di Zelig… eh già una volta era invitato Gianfranco Miglio adesso (o meglio da anni) i riferimenti sono a Zelig…

    1. Scritto da Paolo

      Vero una volta c’era un’idea da diffondere (si poteva essere d’accordo o meno ma era forse l’unica via d’uscita dal malcostume italiano), oggi si sono allineati come tutti i partiti italiani.Adesso puntano tutto su Salvini dimenticando lo statuto e il programma originario ma se Salvini si ritira o si ammala che fanno? Calderoli è una comica quando da oltre 20 anni dice:”piuttosto che niente meglio piuttosto” non specificando che piuttosto sono le loro poltrone. Non sono più credibili

  8. Scritto da giggi

    e belsito? la mauro, niente? eh, come ci si dimentica degli amici. però il trota ci sarà, immagino.

    1. Scritto da tardo

      Puo’ venire anche leo GIGGI…così le spiegheremo alcune cose,anche se non credo che le capirà.

      1. Scritto da presto

        non perda tempo con questa gente, sig. tardo. sembra incredibile ma questi personaggi non capiscono, o fingono di non capire, che nei 30 anni di lega abbiamo ottenuto la secessione, il federalismo fiscale, la fine di “roma ladrona”, i ministeri al nord, il porcellum, e tanti altri bei vantaggi per noi, fortunati abitanti della “padania”. sensa pùra! mòla mìa! tègn dùr!

        1. Scritto da tardo

          Non so lei cosa abbia votato e dove sia vissuto ma con il 4% di parlamentari o si fa la Guerra (ma quella vera con le armi) oppure si conta e si ottien per il 4%. Mi sembra che anche da queste pagine siano quasi tutti a favore di moschee,campi rom,clandestini,contro la devoluzione e secesione no? Quindi cosa vuole, si tenga quello che vuole la maggioranza dei cittadini..I Renzi,gli Alfano la Boldrini e ringrazi loro se qualcosa non le piace.

  9. Scritto da enrico

    Sono trent’anni che magnano, è giusto che festeggino con una cena.

  10. Scritto da Giorgio

    Cosa festeggiano? Il giovane Salvini ha trasformato la Lega da movimento indipendentista a partito di destra nazionale. Invece di prendere in giro i militanti abbiano il coraggio di cambiare anche il nome: Lega Italia. Potrebbero fare a meno di fare la lista di Salvini che serve solo per camuffare le loro intenzioni

  11. Scritto da matteo

    Loro festeggiano….SEMPRE…. E noi paghiamo tutto di più! Poveri italiani schiavi della casta politica