BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Furto da Curnis, gioielli in secchi della spazzatura: alcuni saranno da buttare

Erano almeno in cinque. Probabilmente senza armi. Di sicuro con secchi per la raccolta differenziata che hanno riempito di gioielli. Emergono nuovi particolari sul maxi furto da un milione di euro (più altri due di danni) della notte tra domenica e lunedì 16 marzo alla gioielleria Curnis di Bergamo.

Più informazioni su

 Erano almeno in cinque. Probabilmente senza armi. Di sicuro con secchi per la raccolta differenziata che hanno riempito di gioielli. Emergono nuovi particolari sul maxi furto da un milione di euro (più altri due di danni) della notte tra domenica e lunedì 16 marzo alla gioielleria Curnis di Bergamo.

Gente addestrata e senza scrupoli, che in tre minuti e mezzo ha svaligiato il negozio di Largo Belotti. Un piano studiato nei minimi dettagli, con appostamenti e visite nelle settimane precedenti.

Portato a termine grazie a una Fiat Marea rubata giorni fa a Seriate, che ha fatto da ariete per sfondare con un paio di colpi frontali la vetrina dalla quale i malviventi sono entrati.

Cinque uomini incappucciati fanno irruzione, altri due o tre fanno da palo nelle vie circostanti la gioielleria. I ladri non hanno mazze con sè, ma solo di secchielli, di quelli usati per la raccolta differenziata, che riempiono velocemente con tutto quello che trovano in negozio. Soprattutto pesanti collier, e orologi di lusso. Rolex, Cartier e Tudor, che da soli valgono 600mila euro. Alcuni probabilmente si danneggiano e saranno da buttare. Ma non c’è tempo per fare le cose con cura. La banda risale in macchina e sgomma via a folle velocità per le vie cittadine.

Il furto è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza poste all’interno e all’esterno del negozio. I carabinieri le stanno analizzando per cercare di risalire ai colpevoli, che probabilmente hanno già messo a segno altri colpi simili nel Nord Italia. 

Nel frattempo, dopo le polemiche dei giorni scorsi, il questore di Bergamo Dino Finolli ha precisato che "il centro cittadino non è un luogo abbandonato ma presidiato. Pur con la carenza di uomini con la quale sono costretti a fare i conti le forze dell’ordine". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Daniele

    La cosa sensazionale è che la Marea sia sopravvissuta alla prima mazzata, e abbia potuto darne una seconda.

  2. Scritto da poli

    Ladri politici: hanno tolto di mezzo i Rolex, per non indurre in tentazione quelli abituati a regalarli al parentado.

  3. Scritto da mao

    Non è via zambonate,Ma una domanda stupida,ma come sapevano i malviventi che i preziosi erano tutti nelle vetrine e non in cassaforte.