BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Casa a chilometro zero L’abitazione costruita col legno bergamasco

Costruire una casa col legno proveniente esclusivamente dal proprio distretto geografico e con un sistema che evita l'uso di collanti chimici e garantisce la realizzazione di ambienti salubri: è l'idea della Marlegno di Bolgare che punta a trasformare il rispetto per l'ambiente nel massimo comfort abitativo.

Una casa naturale costruita con legno bergamasco senza l’ausilio di colle sintetiche: la Marlegno di Bolgare, specializzata nella realizzazione di abitazioni in legno, ha deciso di investire ingenti risorse nella ricerca di un sistema costruttivo con ridotto impatto ambientale.

Il tutto si è tradotto in Tavego, brevetto depositato da Marlegno: si tratta di un sistema costruttivo basato su un concetto semplice, ovvero utilizzare tavole di legno certificato proveniente da foreste Fsc e Pefc variando lo spesso della parete in base alle diverse destinazioni d’uso, dai solai alle pareti perimetrali o divisorie. Le tavole sono unite tra loro da connettori lignei e non, come spesso avviene, metallici: un accorgimento che evita l’uso di collanti chimici e garantisce la realizzazione di ambienti salubri e privi di formaldeide. Tavego è il punto di arrivo di ricerche durate anni, che hanno coinvolto il settore Ricerca e Sviluppo di Marlegno e la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bergamo: l’obiettivo è quello di tradurre il rispetto per l’ambiente nel massimo comfort abitativo.

Un’idea che i fratelli Marchetti hanno concretizzato ascoltando la crescente insistenza del mercato di alta fascia, dando al committente la possibilità di costruire con legno proveniente esclusivamente dal proprio distretto geografico. A trarne benefici sarà così l’economia locale, ma non solo: la riduzione complessiva di anidride carbonica per il trasporto dei materiali edilizi è davvero rilevante.

In Italia nel solo 2014 il comparto edilizio del legno ha movimentato 76 miliardi di euro e il nostro Paese è uno dei principali importatori in Europa con 1,7 miliardi di euro in materie prime di legno: prediligere questa materia prima può rivelarsi una scelta lungimirante perchè, l’utilizzo di una risorsa rinnovabile si sposa con la minor dispersione energetica del complesso processo di edificazione. Il legno, inoltre, è un ottimo isolante: perfetto, dunque, per una gestione efficiente dell’immobile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Michele B

    Complimenti speriamo che il mercato premi questa intelligent proposta

  2. Scritto da Tom

    Bellissime le case costruite in legno,e vi assicuro per uno come mè che vive accanto ad una cava che si é mangiata quasi una montagna,nulla mi fa più felice di iniziative di questo tipo!