BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalmine, blitz Forza Nuova “Immigrato coccolato Italiano tartassato”

Anche la voce di Forza Nuova nel dibattito sull'accoglienza a cinquanta profughi all'ex asilo San Filippo Neri: nella notte appeso uno striscione con la scritta “Immigrato coccolato Italiano tartassato”.

Più informazioni su

Si alza anche la voce di Forza Nuova sulla questione dei 50 profughi che saranno ospitati a Dalmine nell’ex asilo San Filippo Neri, struttura ora fatiscente che sarà risanata e rimessa a nuovo dalla Caritas: nella notte tra lunedì 16 e martedì 17 marzo alcuni militanti hanno appeso sulla cancellata antistante uno striscione con la scritta “Immigrato coccolato Italiano tartassato”.

“L’atto della prefettura di portare immigrati nel territorio Bergamasco senza interpellare la cittadinanza – scrive in una nota Forza Nuova Bergamo – troverà la nostra ferma opposizione. Da che parte volge il Razzismo? Gli italiani tartassati da uno Stato che non riesce a garantire lavoro e dignità per i propri figli? O ad immigrati che percepiranno 35 euro al giorno? Il nostro fermo dissenso per clandestini alloggiati a nostre spese come contribuenti. L’unica cosa da garantire agli immigrati non è lavoro e ospitalità ma un rimpatrio celere, sicuro ed efficace”.

In seguito alla comunicazione del prefetto di Bergamo Francesca Ferrandino all’amministrazione comunale di aver autorizzato l’ospitalità di alcune persone sbarcate sulle coste italiane, a Dalmine si è scatenato un intenso dibattito che ha coinvolto l’ex sindaco e assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi, i gruppi consiliari “Nostra Dalmine – Si cambia”, Forza Italia, Movimento 5 Stelle, l’Anpi e i cittadini ai quali l’amministrazione ha indirizzato una nota informativa ufficiale, tramite i canali social, in cui si spiegavano nel dettaglio ragioni, costi (nessuno) e tempistiche dell’accoglienza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da michele

    Oggi il Papa a Napoli nella sua omelia ha sostenuto che siamo tutti figli di Dio non siamo noi di Bergamo l’ombelico del mondo Smettiamo di fare demagogi! Non moriamo di fame!siamo sani e pasciuti piu’ di altre persone al mondo!!!!

  2. Scritto da michele

    Oggi il Papa a Napoli nella sua omelia ha sostenuto che siamo tutti figli di Dio non siamo noi di Bergamo l’ombelico del mondo Smettiamo di fare demagogi! Non moriamo di fame!siamo sani e pasciuti piu’ di altre persone al mondo!!!!

  3. Scritto da il polemico

    ci si trova a discutere se è giusto mantenere tutto spesato dei clandestini togliendo risorse ai cittadini italiani e tutto questo in italia e in un periodo di forte diagio sociale ed economico per gli italiani….i sostenitori pd,che sono in minoranza trovano giusto imporre la loro idea del meno per me e più per loro,ma perchè non sentire pure gli altri italiani?se ci deve essere democrazia,che democrazia sia

  4. Scritto da giusto

    Tralasciando trattati di filosofia e storia,quanto sctirro sullo striscione è quello che accade da tempo in questo paese, la “nota” di forza nuova non fa una grinza,purtroppo

    1. Scritto da pablo

      bene, Giusto (e modesto), sei il terzo commentatore che dice che “la nota di FN non fa una grinza”… ma ci sei o ci fai?
      nella nota c’è scritto che i 35 euro vanno agli immigrati. la vedi la grinza?

  5. Scritto da paolo

    voglio proprio vederla la ferma opposizione…

  6. Scritto da Angel

    Dei 35 euro al giorno i profughi ne ricevono personalmente solo 2. I rimanenti 33 se li spartiscono Caritas e associazioni varie che li utilizzano anche per pagargli vitto e alloggio. Per dover di cronaca bisogna anche dire che mentre gli immigrati percepiscono solo 2 euro per le loro spese personali, i disoccupati italiani di euro ne percepiscono ZERO

    1. Scritto da Daniele

      Per dovere di cronaca bisogna anche dire che stai dicendo una fesseria, e bella grossa pure. Per i disoccupati italiani ci sono cassa integrazione, mobilità, accompagnamento alla pensione. L’indennità di disoccupazione ammonta al 60% dell’ultima busta paga per i primi sei mesi, per poi scendere al 50%. Non sto dicendo che se la passino bene, ma sicuramente se la passano meglio di chi riceve 2€ al giorno. E di sicuro non percepiscono “ZERO”.

      1. Scritto da dai

        Lei scrive inesattezze…si informi meglio sulla disoccupazione.
        A parte questo un cittadino italiano tutte le altre spese-tasse-servizi sanitari li DEVE pagare,i suoi amici NO!.A parte questo mettere sullo stesso piano cittadini italiani che per generazioni hanno lavorato e pagato tasse con gente arrivata ieri clandestinamente (non ho ancora capito se sono profughi o meno) è squallido e mi vergogno di avere concittadini come lei.Il problema non sono I loro,sono quelli come lei!

        1. Scritto da pablo

          bene, finalmente uno che dichiara di essere informato, meglio degli altri, sulla disoccupazione! allora ci spieghi chi sarebbero gli “amici” che non devono pagare? dove ‘sta scritto? (a parte nelle dichiarazioni dei politici che han bisogno di popolarità), in quali situazioni? un consiglio: prima di vergognarsi per qualcosa, sarebbe meglio se lei la conoscesse… ed ora è libero di insultarmi.

        2. Scritto da Daniele

          Le cose invece stanno precisamente così, si informi. Giusto per mettere i puntini sulle i: i disoccupati sono esentati dal pagamento del ticket sanitario. Lei vorrebbe togliere ai rifugiati il poco che gli spetta, per darlo a chi già è tutelato dallo stato: il sentimento di vergogna è reciproco.

  7. Scritto da eadesso

    ora che hanno anche Dolce & Gabbana come tesserati (il loro presidente Roberto Fiore noto neofascista fuggito dall’italia per evitare il carcere da vero camerata “coraggioso” gli ha appena regalato l’adesione) si sentiranno sicuramente molto piu’ “virili”. Cominciassero a pagare i danni che il fascismo ha fatto al nostro paese prima di preoccuparsi dei potenziali danni che altri potrebbero fare. Ne conoscono di balilla che poi vanno con le nigeriane e a comprar bamba dagli extracomunitari..

  8. Scritto da noi profughi

    auguriamoci di non essere mai noi profughi e che nessuno ci voglia accogliere.Ci pensino i sedicenti cristiani arroccati sul loro egoismo e annichiliti dalle paure del diverso Di profughi ce ne sono dovunque in ottemperanza a ragioni umanitarie che trovano il loro fondamento nelle nostre coscienze, prima ancora che nella costituzione. Troppo comodo confinarli a Lampedusa; cosa c’entri poi il lavoro degli italiani.. boh! scappano dalla guerra e in cambio di accoglienza se si rendono utili meglio

  9. Scritto da Merlino

    anziché contestare quanto sta facendo la Caritas per questi profughi, perché non aiutate voi gli ITALIANI bisognosi?
    Costituite una vostra associazione no profit e aiutate i bisognosi di casa nostra!
    Se a fine utilizzo Caritas, FN con Lega e FI chiedessero a spese proprie di gestire la struttura per aiutare 50 Italiani bisognosi penso che l’amministrazione di Dalmine potrebbe essere ben contenta di cederla anche a loro.
    Oppure criticare è più facile che fare?

    1. Scritto da Daniele

      Merlì, l’ultima volta che ho sentito parlare di iniziative solidali provenienti da questi ambienti c’erano quelli di casapound che distribuivano pagnotte e volantini a Treviglio. Una concezione dell’assistenzalismo degna del mondo classico al quale si ispirano, con proconsoli e tribuni che distribuiscono ceste di pane agli affamati del colle Aventino.
      Risultato: risatine e prese in giro per le vie di Treviglio..

  10. Scritto da Franco

    Ma questa gente legge i giornali? Ha capito cos’era Mafia Capitale? I 35 euro al giorno vanno ad italiani che gestiscono le associazioni, non certo agli immigrati che spesso hanno solo le briciole, e non sono fondi statali ma vengono dall’Europa.
    E’ possibile dirottarli per altri fini? No, perchè non decidiamo solo noi come vengono spesi i soldi dell’Europa.
    Fine della farsa, e basta demagogia spiccia.

  11. Scritto da Daniele

    Il fatto che gli immigrati percepiscano “35€ al giorno” è una vera e propria menzogna, passibile di denuncia per diffamazione. Magari qualcuna delle associazioni che gestiscono l’ospitalità ai profughi potrebbe anche farlo, giusto per far girare un po’ le scatole a quelli di FN, che è sempre una cosa divertente. Per il resto, il “comunicato” in dieci righe si commenta da sé, a partire dal font littorio per finire con l’accusa di razzismo rimbalzata al mittente che fa ridere i polli.

    1. Scritto da pollo

      Piu’ che faridere I polli …I poll pagano,come sempre!

    2. Scritto da prego

      Sig Daniele ci illumini lei allora:quanto percepiscono e ci costano al giorno questi profughi?
      Grazie per la precisazione che ci darà.

      1. Scritto da Daniele

        35€ è la somma che percepisce la Caritas per prendersi carico di un singolo profugo. E dubito che ci coprano le spese dell’accoglienza, fra pasti, riscaldamento, brandine e assistenza sanitaria. Ciò che il rifugiato effettivamente percepisce è qualcosa come 2,50€ al giorno. Crede davvero che gli italiani in difficoltà vorrebbero questa forma di assistenza per sé? Prego.

    3. Scritto da gianpiero

      Che li prendano direttamente gli immigrati o chi li ospita sempre soldi che escono dalle nostre tasche. Che differenza c’è?

      1. Scritto da Daniele

        La stessa che passa fra il pagare la pensione ad una persona che ha pagato regolarmente i contributi per tutta la vita ed il pagare l’invalidità a chi è nato con gravi problemi di salute. I soldi escono sempre dalle nostre tasche, ma si tratta di un (doveroso) gesto di umanità, no? Ah no, aspetta, questi sono stranieri. Ciccia.

        1. Scritto da sergì

          ahah che bel paragone. i comunisti fan sempre ridere.

          1. Scritto da Daniele

            A far ridere c’è solo il fatto che hai appena dato del comunista ad uno che lavora in proprio e crede nella libera impresa come metodo per conseguire alti profitti ed innalzare il proprio standard di vita, complimenti e auguri per il nobel.

          2. Scritto da sergì

            ti rinnovo ancora i complimenti per il paragone. non riesco a smettere di ridere. P.S : ANCHE BERTINOTTI GIRAVA IN BARCA!!

        2. Scritto da paolo

          in più, è importante sottolineare come questa spesa sia suddivisa tra tutti i paesi europei, non come si vuol far credere “solo a spese nostre”.

        3. Scritto da Aldo

          Ma perche si scrivono sempre delle castronerie? I 35 euro vengono dati alle associazioni dalla comunita europea e non dai vari governi che ospitano queste persone. Una volta c’era la legge Martelli che dava dalle casse dello stato italiano ai rifugiati politici 43.000 lire. Sono 15 anni che non esiste piu

  12. Scritto da gigi

    l’azione politica rinchiusa in 8×1,5 metri di stoffa, rigorosamente di notte.

    1. Scritto da Nicola

      Credo che sia il migliore dei commenti – sottoscrivo in pieno e alla “luce del sole”!

  13. Scritto da lillo

    Ora sono parecchi gli italiani che la pensano come forza nuova, Il discorso non fa una grinza e non e’ questione di razzismo ma di sopravvivenza !

  14. Scritto da renato

    I fascisti con gli italiani usavano i manganelli.

  15. Scritto da gino

    La “nota” di forza nuova non fa una grinza ed in un paese normale non sarebbe nemmeno una notizia. Ma in itaglia scatteranno le accuse di razzismo e altre idiozie.

  16. Scritto da giggi

    immigrati coccolati in una struttura fatiscente in carico ad un’opera caritatevole della chiesa bergamasca. che pacchia! ma volate altrove, avvoltoi!