BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stage estivi all’estero, Castione della Presolana trampolino di lancio per l’Europa fotogallery

Si conclude giovedì il percorso formativo rivolto a 320 studente delle scuole superiori che passeranno cinque settimane in stage aziendale all'estero: capofila del progetto, a carattere nazionale, è la Sistemi Formativi Aziendali di Confindustria Bergamo.

Castione trampolino di lancio per l’Europa. Si sta svolgendo in questi giorni a Castione della Presolana e si concluderà giovedì lo stage di formazione rivolto a 320 studenti delle classi 4a e 5a degli Istituti Superiori aderenti al progetto I.D.E.A. finanziato dalla Comunità Europea attraverso il Programma Erasmus Plus (fino all’anno scorso denominato Programma Leonardo da Vinci).

Il progetto I.D.E.A., Acroniomo di “Informatic as Development of Economic Activities”, è risultato il primo, per numero di studenti coinvolti, a livello nazionale, e ha come ente capofila Sistemi Formativi Aziendali, la scuola di formazione di Confindustria Bergamo. Gli studenti, durante queste giornate, si stanno preparando ad affrontare con maggior consapevolezza il periodo di stage aziendale all’estero per cinque settimane che si svolgerà nella prossima estate.

Il grosso degli studenti, in tutto 100, andrà a Francoforte, altri 92 si distribuiranno fra Cadice e Valencia e gli altri fra Portsmouth, Vienna, Cannes, Malta e Sofia.

Le scuole di provenienza degli studenti, selezionati tra i migliori di ciascun istituto, comprendono una rete principalmente bergamasca ed emiliana, a cui si aggiungono Lecco e Torino. In particolare sono rappresentati gli istituti bergamaschi, Belotti, Pesenti, Falcone, Capitanio, Vittorio Emanuele II e Paleocapa di Bergamo, Marconi di Dalmine, Romero di Albino, Sonzogni di Nembro, Fantoni di Clusone, Mozzali di Treviglio, Maironi da Ponte di Presezzo, Federici di Trescore Balneario.

La finalità principale del progetto è quella di formare giovani alla cittadinanza europea e aiutarli ad interagire efficacemente in contesti multiculturali. Ma a questa azione culturale si accompagna un forte rafforzamento delle competenze linguistiche possedute e l’acquisizione di abilità direttamente spendibili nel mondo del lavoro, tanto è vero che molti degli studenti che hanno partecipato a precedenti progetti Erasmus+ hanno poi trovato occupazione all’estero.

Il percorso formativo si è aperto lunedì al Palazzetto dello Sport di Castione della Presolana con il saluto del presidente della Sistemi Formativi Aziendali, Marco Bellini e del presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo Marco Manzoni. Sono stati previsti sia momenti di workshop degli studenti, allestiti in vari alberghi della zona, sia momenti allargati dedicati ai temi dell’internazionalizzazione e delle competenze richieste ai giovani in contesti fortemente internazionalizzati, nonché l’incontro con i partner ospitanti e la comunicazione delle modalità pratiche di svolgimento degli stage.

All’interno dei workshop è stata pensata la suddivisione in sottogruppi di lavoro per la messa a punto, nella lingua del paese di destinazione, di un progetto di impresa simulata di import-export, con il supporto tecnico degli studenti-tutor informatici dell’ITIS Pininfarina di Torino. Durante le giornate sono stati previsti gli interventi di Marco Bellini, su Internazionalizzazione e Innovazione: le leve per la crescita e la competitività delle imprese, con la presentazione del case history Bellini, azienda vincitrice del Premio Nazionale per l’Innovazione A. Pininfarina VI Edizione 2014 per linea Harolbio lubrificanti di origine biologica, Fabio Corgiat, Ufficio Studi di Confindustria Bergamo, sull’economia italiana tra mercato globale e competitività territoriale, Fabrizio Spada, capo rappresentanza in Italia della Commissione Europea Ufficio Regionale di Milano, Luca Pandolfi, area Internazionalizzazione Confindustria Bergamo, sui mercati esteri di riferimento, Agostino Piccinali, consigliere di amministrazione Scame Parre spa, Ulrich Braess, direttore Goethe Institut Mailand, sulla mobilità internazionale, Gianfranco Brusaporci, assistant professor University of National and World Economy di Sofia, fondatore e amministratore delegato di InterNext ltd, sulla costituzione di una start up nei Balcani, Marcello Saponaro, titolare Logimar srl, Alberto Seligardi, responsabile Education Confindustria Reggio Emilia, Orazio Amboni, CGIL scuola, Bruno Ferri, responsabile marketing Banca della Bergamasca. In programma anche momenti di svago e gioco fra cui la serata Zumba! mercoledì sera al Palazzetto dello sport.

Rossana Pecchi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.