BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tridente o 4-3-2-1? Denis o Pinilla? Quanti dubbi per Reja

I tre punti contro l'Udinese saranno d'obbligo per rialzare la testa dopo il solo punto conquistato nelle ultime cinque gare giocate, per questo il tecnico goriziano si trova già, a meno di due settimane dal suo sbarco sotto le Mura venete, a non potersi permettere di sbagliare. Ma i dubbi in casa Atalanta sono davvero tanti.

Più informazioni su

Tridente o albero di Natale? Denis o Pinilla al centro dell’attacco? Biava o Benalouane in difesa? Baselli e Cigarini insieme oppure no? Edy Reja è appena arrivato a Bergamo ma si è già trovato di fronte tutti i vecchi problemi che per intere settimane hanno tolto il sonno a Stefano Colantuono. Come se non bastasse, poi, domenica il suo debutto sulla panchina nerazzurra è stato tutt’altro esaltante, con i suoi uomini che hanno subìto la vivacità del Parma rischiando anche di perdere la partita, poi terminata con uno spento 0-0 positivo solo a metà.

Sono tanti, tantissimi i dubbi ai quali il tecnico goriziano dovrà dare una risposta prima di domenica, prima dell’importantissimo match interno che i bergamaschi giocheranno contro l’Udinese di Stramaccioni: i tre punti, contro i bianconeri friulani, saranno d’obbligo per rialzare la testa dopo il solo punto conquistato (contro l’ultima della classe) nelle ultime cinque gare giocate, per questo Reja si trova già, a meno di due settimane dal suo sbarco sotto le Mura venete, a non potersi permettere di sbagliare, anche perché i prossimi due impegni saranno contro Napoli (in trasferta) e Torino (al Comunale). Per questo le scelte che farà domenica prossima per il match del Comunale saranno delicatissime e importantissime, a partire da quell’attacco che al Tardini non ha affatto convinto: Pinilla è stato preferito a Denis ma di grossi pericoli a Mirante non ne ha creati (eccezion fatta per un colpo di testa non certo imparabile), come il resto del tridente, con Emanuleson poco incisivo negli ultimi metri e Boakye non pervenuto. Così, sorge spontanea la domanda: con l’Udinese sarà confermato l’attacco a tre? Il ritorno del Papu Gomez (che sarà disponibile assieme a Biava e, molto probabilmente, a Maxi Moralez) farebbe pensare anche a un cambio di modulo, con l’ex Catania alle spalle dell’unica punta in compagnia di Emanuelson che, in alternativa, potrebbe essere spostato sulla linea dei centrocampisti, a sinistra.

Ottimi segnali li ha invece mandati D’Alessandro, entrato nella ripresa e apparso in grande forma. Peccato però che l’ex Cesena per la gara di domenica sarà squalificato.

Un grosso punto di domanda c’è anche in mezzo al campo: già accantonata l’idea del doppio regista, sarà da vedere chi Reja preferirà tra Cigarini (insufficiente contro i gialloblù) e Baselli, con l’ipotetica linea a tre che sarà completata da Migliaccio e Carmona.

Infine la difesa: Dramè sembra sicuro della maglia da titolare mentre sulla destra sarà ballottaggio fino all’ultimo tra Bellini e Masiello. In mezzo tornerà a disposizione Biava: lui, Stendardo e Benalouane se ne giocheranno due.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da contemax

    ma provare un tempo almeno Bianchi no????????????
    Denis è cotto, Boakye ha avuto la sua chance domenica e…. Bianchi cos’ha?

    1. Scritto da Matteo

      Bianchi non segna in campionato da quasi due anni, il bologna l anno scorso aspettando bianchi e ‘ andato in b. Ci salviamo con i gol di denis ( se arriva qualche pallone in più) non certo di bianchi

      1. Scritto da contemax

        si, si vede!

  2. Scritto da Fulvio

    Basta vuoti schemi, validi solo per far imparare i numeri ai bambini dell’ asilo…. DENTRO chi ne ha, chi suda e lotta, FUORI le damigelle, le primedonne e chi tira solo calci agli avversari. Indipendentemente dai “gradi”, basta stupide gerarchie!!!!

  3. Scritto da mario59

    Riducono all’osso le squadre vendendo tutti i migliori pur di far quattrini e poi vogliono far credere ai tifosi che cambiando allenatore tutto s’aggiusta…abbiamo visto domenica come sono migliorate le cose.

  4. Scritto da gil

    A cosa è servito esonerare Colantuono, se i dubbi che aveva il mister li ha anche Reja ? cambiando l’ordine dei fattori il prodotto non cambia. O no ?

  5. Scritto da noodels

    Ah Bè se il dubbio amletico è quello di schierare Bellini o Masiello, chissà le certezze!

    1. Scritto da nino cortesi

      A perchè tu anonimo hai dei dubbi fra Masiello e Bellini?

  6. Scritto da nino cortesi

    Se si pone questi dubbi facciamo a meno dell’allenatore che è meglio. Questa squadra ha bisogno di un solo modulo il 4411 e di raddoppiare la velocità nei cambi di campi. Quindi fuori Bellini, Migliaccio, Denis, Stendardo. Una sola punta Biakje’.