BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gori: “Con questi tagli temo di dover fare scelte impopolari”

Tempo di bilanci per i Comuni bergamaschi, tempo di preoccupazioni per i sindaci che sono costretti ai salti mortali per far fronte ai tagli imposti dal governo.

Più informazioni su

“Con questi tagli temo di dover fare scelte impopolari”. Tempo di bilanci per i Comuni bergamaschi, tempo di preoccupazioni per i sindaci che sono costretti ai salti mortali per far fronte ai tagli imposti dal governo. Il primo cittadino di Bergamo Giorgio Gori è intervenuto durante l’incontro organizzato da Anci (l’associazione dei Comuni), a Palafrizzoni, insieme ai colleghi di tutta la provincia di Bergamo, al presidente della Provincia Matteo Rossi e al presidente di Anci Lombardia Roberto Scanagatti.

Gori è preoccupato. “Siamo al livello di guardia – spiega il sindaco -, il taglio di spesa corrente è pesantissimo. A Bergamo partiamo da oltre cinque milioni di euro in meno: fare il bilancio è diventato un esercizio complesso. La spending review non è sufficiente. Il paese sta facendo uno sforzo enorme per cercare di rilanciare la produzione e i consumi. Si abbassano le tasse sul lavoro e si stabilizzano gli 80 euro. Ma non possono essere misure gratis, ma il prezzo lo pagano prevalentemente i territori”.

Il sindaco di Bergamo non dimentica anche le pesanti conseguenze dei tagli sulle Province: “Sono tutte condannate al dissesto – se non quest’anno certamente nel 2016 o l’anno successivo. Lo dico senza giri di parole: la manovra sulle province e città metropolitane è senz’ombra di dubbio il punto più critico della Legge di stabilità 2015 e rischia di compromettere l’attuazione della riforma Delrio, con pesantissime conseguenze sui servizi essenziali rivolti ai cittadini. C’è un problema Lombardia, in particolare. Se in altri casi si è scelta la strada della restituzione alle Regioni di tutte le precedenti deleghe – al netto delle funzioni fondamentali fissate dalla legge -, per poi contrattare con le Regioni i nuovi affidamenti, in modo che a ciascuna delega corrisponda adeguata copertura finanziaria, in Lombardia scontiamo la melina della Giunta Maroni, che nel suo lasciare tutto “com’era” si sta assumendo la responsabilità di portare dritte al default le province lombarde.  I tagli della legge di stabilità non sono infatti conciliabili con il lasciare “tutto com’era”. E’ una scelta cinica e opportunistica, che saranno i cittadini a pagare. Io credo che i Comuni lombardi non possano assistere a tutto questo senza farsi sentire”.

Anche il presidente della Provincia di Bergamo Matteo Rossi mette in guardia i colleghi dal dissesto in cui rischia di incorrere via Tasso: “Veniamo da una settimana importante in cui abbiamo approvato all’unanimità il nuovo statuto, e nei prossimi venti giorni opereremo la riorganizzazione interna per mettere ancor più la Provincia a servizio dei Comuni e del territorio. La vera spada di Damocle è, qualora non cambiassero le cose, il dissesto di tutte le Province lombarde, che ricadrebbe inevitabilmente sui Comuni e sui territori.  Noi questo l’abbiamo capito, spero sia così anche a Roma e a Milano. Ma anche se i governi Renzi e Maroni attuassero scelte indirizzate verso il territorio, a Bergamo avremo una difficoltà in più. Parlo dei 16 milioni di debiti sull’assistenza e il trasporto ai disabili lasciati in eredità da chi ci ha preceduto, e questo nonostante gli uffici avessero per tempo e ripetutamente lanciato l’allarme. Una scelta veramente irresponsabile che oggi stiamo pagando tutti. Noi perseguiremo il dialogo coi Comuni per trovare una soluzione condivisa e mi spenderò verso istituti e fondazioni affinché assumano questa come una questione prioritaria”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Omar

    numeri non sono ne di destra ne di sinistra: RESIDUI FISCALI COMPLESSIVI: LOMBARDIA IN ATTIVO RECORD PER 56,5 MILIARDI Il Nord presenta un Residuo Fiscale attivo per quasi 95 miliardi di Euro, l’Italia centrale di 8, il Mezzogiorno un passivo di 63. La Lombardia da sola ottiene un saldo attivo di oltre 56,5 miliardi, Emilia Romagna e Veneto circa 15. Tra le regioni in passivo: Sicilia e Campania 16 miliardi, Puglia 12,5 e Calabria quasi 9 miliardi Il resto sono chiacchiere

    1. Scritto da Come No

      Sono passati 20 anni e 10 anni di governo vostro : mukèla, dam a trà. Fai una figura migliore. Poi adesso non siete diventati tutti supernazionalisti ?

  2. Scritto da luca

    Quindi…. niente mojito?

  3. Scritto da il polemico

    mah,negli ultimi 3 anni sono stati condonati 4 miliardi di evasione fiscale alle banche,è stata creata una categoria di esodati per dare subito 4 miliardi ad una banca….8 miliardi che potevano essere in cassa per l’utilizzo in favore degli italiani,ma si è preferito aiutare le banche amiche dell’ex banchiere monti, comunque con il completo appoggio dell’elettorato del pd,.ora non credo protesteranno se gli toglieranno qualcosa o dovranno pagare qualcosa in più..i nodi vengono al pettine

    1. Scritto da Gerry

      Ho cercato su internet ,non c’è alcuna traccia dei 4 miliardi se non sulla bocca della Meloni . Quale Meloni ? Quella sotto il cui governo (è stata anche ministro) sono accaduti gli event. i delle slot machines , sono state fatte le leggi che hanno fatto esplodere il finanziamento pubblico, ne sono state fatte di tutti i colori ed è stato messo con il sedere per terra l’Italia e gli italiani. Dimenticato ?

    2. Scritto da vergogna

      Domentica gli 85 MILIARDI DI EURO di multa condonati ai gestori delle slot machine..

      1. Scritto da Ullallà

        Ma gira ancora ‘sta barzelletta ? Altri dicono 98 …. tanto 10-15 miliardi più o meno cosa vuoi che siano ? Sai quanto sono 85 miliardi ? centosettantaMILAmiliardi delle vecchie lirette . Cioè l’abolizione dell’irap, della legge sulle pensioni, della tasi , tusi toti, tittiritì e di una bella fetta dell’irpef . Conosci qualcuno al mondo che possiede un centinaio di miliardi di euro ? Sai quant’è il prestito vita/morte alla grecia ? 45 miliardi . Buontempone.

  4. Scritto da Piero

    Quanto ci costa e quanto ci costerà il disastro economico della nazione procurato da Lega e Pdl !!!!!!

    1. Scritto da sveglaiti

      Il disastro economico è colpa di quelle regioni che da 50 anni si fanno mantenere e sperpersano soldi iin continuazione…vedi gli ultimi casi.

      1. Scritto da Bèlagioia

        E’ per quello che adesso siete diventati dei fans dell’italia unita ? Tanto quando non lo eravate , con tanti anni di governo, avete combinato ZERO. Anzi no, avete fatto dei danni da far paura. A portare l’Italia sull’orlo del fallimento non ci era ancora riuscito nessuno …..

      2. Scritto da Patrizio

        Di incapaci e ladri in Italia ce ne sono tanti. c’è chi di fronte ai fatti non capisce o non vuole capire quindi è complice.
        Io voglio in galera tutti i politici che hanno rubato e devono essere mandati a casa gli incompetenti.
        Molti Italiani vogliono in galera solo quelli che non hanno votato, questo è il motivo che in Italia continuano a rubare senza rischiare nulla. Politici coperti dagli elettori. Italiani caproni quanti sono? Valutando gli ultimi 25 anni TANTI.

  5. Scritto da segnalatore

    Benvenuto nella dura realtà, ma forse se i tagli vengono fatti a sinistra fanno meno male….

  6. Scritto da Giovanni

    Caro Gori dillo al tuo amico Renzi perchè i tagli li sta facendo lui!! Vergogna!!

  7. Scritto da vic

    Adesso che ha finito ti tagliare nastri, inagurando quanto iniziato da Tentorio, finalmente è sceso sulla terra. Queste cose le dovrebbe dire al “pifferaio magico di firenze”, suo grande amiconee successivamente al salvatore della patria Monti. Completamente d’accordo con Attilio V. basta con spesa parassitaria e improduttiva.

    1. Scritto da Tom

      Metti al corrente anche noi di quanto ha fatto Tentorio .

  8. Scritto da Dolores

    Mi ricordo quanto certe lamentele venivano fatte da sindaci leghisti. I commenti erano di tutt’altro tono. Brutta cosa l’ipocrisia.

    1. Scritto da ?!?

      Non capisco, cosa vuole dire? Alloro era un plauso, o adesso Gori applaudito? Non capisco…

      1. Scritto da Dolores

        Semplicemente al fatto che in questi ultimi 4 anni i tagli ai comuni sono stati pesantissimi e gli unici a lamentarsi pubblicamente erano i sindaci leghisti che, su questo sito, sono stati bersagliati pesantemente. Adesso invece si sveglia anche gori ma l’astio nei suoi confronti non lo vedo proprio. Solo perchè dice di essere di sx. Da qui l’accusa di ipocrisia e di totale mancanza di onestà intellettuale da parte dei sinistri.

        1. Scritto da De Panza

          Forse non hai colto il fatto che chi è venuto dopo Lega e Pdl ha dovuto raccogliere i cocci di un’italia portata sull’orlo del fallimento. Tu dov’eri ? Su qualche sperduta isola del Pacifico ?

  9. Scritto da stefanorossi

    Sotto elezioni tutti bravissimi poi solite frasi fatte sembra un copione ormai collaudato da tutti i nostri governanti!!! Facciano proma loro il passo si taglino gli stipendi tutti e riducano un po’ tutte le spese inutili e di rappresentanza diano per primi loro il buon esempio!!

    1. Scritto da ru

      Pienamente d’accordo. Quando si tira la cinghia, in famiglia cominciano i genitori.
      per Dolores: mi spiace ma qui non vedo proprio ipocrisia. I leghisti sottostanno alla stesa logica, come i loro “colleghi”. Brebemi, che STIAMO PAGANDO con NOSTRI SOLDI, un esempio ATTUALE.

  10. Scritto da ru

    Um modo elegante e raffinato per dire che arriveranno altre mazzate… tanto il sindaco è l’ultimo a esser toccato.

  11. Scritto da attilio v.

    bella domanda : ma si capisce che è fatta apposta per provocare. Lo sappiamo benissimo di cosa stiamo parlando, si smetta di nascondersi dietro a un dito! Ad esempio lei che mestiere fa?

  12. Scritto da attilio v.

    Le risorse prima di essere distribuite vanno create. Se non c’è ricchezza c’è povertà e se non si distribuisce ricchezza si ditribuisce povertà. E’ tanto semplice cari amici sinistrossi !!! dunque si alla lotta all’evasione, si alla cultura, ma si anche alla riduzione della spesa delle p.a. che è per maggior parte costituita dai costi del personale spesso di quell’area politica che ha ingessato il paese con le sue corporazioni a partire dai sindacati. Questa è la verità !!!

    1. Scritto da kurt Erdam

      Bravo lei si che è intelligente aspetto qua sotto le sue proposte per creare ricchezza da distribuire.Cosa ci mettiamo a fare?pentole?lenzuola?case?telefonini?me lo dica.Io,invece,penso che non sia così facile,col progresso,computer,automazione ecc..per costruire ogni cosa di”ore operaio”ne servono meno di qualche anno fa,poi in casa a tutti noi servono molto meno cose di prima(mercati saturi)E gli imprenditori le fabbriche le hanno portate nel 3° mondo.Mi creda è il sistema che va rifondato

    2. Scritto da paolo

      attilio, il personale è un costo significativo per le P.A. e molto spesso, soprattutto in alcune zone d’italia, rasentano la follia. ma le assicuro che i veri sprechi sono i soldi spesi male, per le piccole e grandi opere, quasi sempre realizzate male, quasi affidate agli “amici”, alle mogli, ai fratelli ed ai cognati dei politici. di qualsiasi colore!

    3. Scritto da dark

      Credo che il discorso suo varrebbe, se non fosse che ci sono sprechi e costi INGENTI che i partiti, di qualsiasi colore, si guardano bene dal toccare. A partire dagli emolumenti dei politici e degli apparati politici stessi, tra i più cari d’Europa. PS, destra e sinistra non sono così diverse, purtroppo.

      1. Scritto da + verande x tutti

        Per la cronaca, abbiamo speso MILIARDI di euro per i vaccini aviaria, per la mucca pazza o la sars e non si è ammalato nessuno. Abbiamo speso miliardi per chiudere contratti derivati (vantaggiosi) con morgan stanley. Abbiamo dato 30 mld alla grecia, 5 alla turchia. Si, certo i partiti sprecano, ma i soldi grossi finiscono da altre parti. Adesso p.e. a caritas (cl) e a coop rosse (pd) per lo pseudo accoglimento dei clandestini. E i 98,5 mld delle slot machines?

        1. Scritto da Alà Barlafüs

          I 98,5 miliardi delle slot machines li ho qui io nel taschino della camicia , li vuoi ? Ci compri il Portogallo. Il contratto coi derivati di Morgan Stanley se era cosi’ vantaggioso non potevi fartelo girare ….. ? A proposito, ci puoi spiegare perchè era vantaggioso o l’hai letto su qualche giornaletto dal barbiere ?

        2. Scritto da appunto.

          Beh, io aggiungerei molto altro. E…secondo lei CHI decide i finanziamenti a favore di tutto ciò?

    4. Scritto da Andrea

      Quindi licenziamo medici/paramedici, forze dell’ordine e insegnanti che sono il maggior numero del personale della pa?

      1. Scritto da andrea

        Valerio e la Verita fa male: niente da dire sui miliardi che ci sono costati il superamento delle quote latte e la Brebemi fatta dai privati e ora scaricata sul pubblico perchè l’opera non remunera l’investimento sostenuto? Come vedete di esempi ce ne sono a destra e a manca, chi è senza peccato scagli la prima pietra.

        1. Scritto da poeret

          appunto..pensate al M5S che invece di soldi ne ha restituiti!!!!! PENSATECI…

      2. Scritto da valerio

        Se dovesse servire, sì. Oppure vediamo di farli lavorare meglio, possibilità di miglioramento ce ne sono sotto gli occhi di tutti: cominciamo dagli insegnanti.

      3. Scritto da La verità fa male

        NO. Più semplicemente, valorizziamo le persone serie e licenziamo l’esercito di raccomandati RAI, mandiamo a casa dirigenti incapaci e i dipendenti fancazzisti e assenteisti con una bella causa per risarcimento per danno erariale, smantelliamo i carrozzoni del sindacato militante e della politica. Eh già, ma i vari Monti, Letta, Renzi prendono voti da questa gente e quindi giocano allo “scaricabarile” costringendo i sindaci e gli amministratori comunali a tagliare le spese

        1. Scritto da andy baumwolle

          Infatti ci raccontano sempre quanto vale l’evasione ma mai quanto vale l’inefficenza di tutto l’apparato statale
          Dieci volte tanto?
          Quanto vale il lavoro perso dai lazzaroni, assenteisti,ladri, incapaci e i corrotti che lavorano per lo stato?
          Quanto la totale disorganizzazione e la burocrazia che difende solo se stessa?