BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Grande Fratello anti-ladri A Covo telecamere per identificare chi ruba

Covo è pronto a diventare una sorta di Grande Fratello contro la criminalità. L'amministrazione Comunale del paese della Bassa, guidata dal sindaco leghista Andrea Capelletti, ha deliberato un ambizioso progetto per il ripristino e il consolidamento del servizio di videosorveglianza

Più informazioni su

 Covo è pronto a diventare una sorta di Grande Fratello contro la criminalità. L’amministrazione Comunale del paese della Bassa, guidata dal sindaco leghista Andrea Capelletti, ha deliberato un ambizioso progetto per il ripristino e il consolidamento del servizio di videosorveglianza per le vie del Comune, quattromila abitanti a ridosso della provincia di Brescia.

Il regolamento è stato promosso nel corso dell’ultima seduta nel palazzo comunale. Una prassi per poter attivare un servizio che finora mancava a Covo. Il progetto prevede l’installazione della telecamere, della cartellonistica, della creazione dei locali di videosorveglianza, e della definizione delle norme sulla privacy. Nel frattempo sono state già riattivate cinque delle sette telecamere già presenti in paese, ormai ferme da diversi anni.

Il costo complessivo è stato di 1900 euro, e comprende la fornitura del dispositivo con software di elaborazione dei dati in ingresso e la cartellonistica da posare in ingresso al centro abitato. Anche le due rimaste, che sono ormai fuori uso, verranno prossimamente sostituite con nuovi sistemi.

Una seconda fase dell’intervento prevede l’installazione di telecamere in ingresso e in uscita degli accessi al paese: da Romano, Antegnate, Barbata, Fara e Calcio. Questi nuovi apparecchi avranno una duplice funzione: telecamere di contesto per la videosorveglianza dell’ambiente, lettura targhe in ingresso e uscita, gestito con il software collegato ai sistemi nazionali per l’individuazione delle auto rubate o non assicurate. E quindi eventuali ladri presenti sul territorio comunale.

"Il nostro auspicio con questo ambizioso progetto è quello di prevenire e contrastare la criminalità in paese – ha spiegato il sindaco Capelletti – Abbiamo optato per questa scelta dopo attente valutazioni basate anche su suggerimenti delle forze dell’ordine. Purtroppo il fenomeno dei furti nell’ultimo periodo è in forte aumento da noi, anche di giorno. La speranza è quella di riuscire a individuare e scoraggiare i malintenzionati che affollano le nostre strade. E questa è solo la prima parte di un piano che sarà consolidato nei prossimi mesi".

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luigi rofia

    sembra sia il progetto, metti gli impianti FGS ed adotta un sindaco sinistroide!!!!!

  2. Scritto da il grillo

    Lodevole questa attenzione alla sicurezza. Di Covo e di altri comuni della nostra terra. Ma a che giova, se poi anche cogliendo qualcuno in flagrante, non c’è nessun provvedimento? Chi ruba non rischia nulla. Se la fa franca, gli è andata bene, se lo beccano, tutto rimane come prima. Allora pensi che dietro questa smania di piazzare telecamere, c’è solo pura demagogia… e forse sono soldi investiti che non portano a nessun miglioramento, se non quello di “far girare” l’economia…

  3. Scritto da giggi

    sono iniziative sostenute da quelli che si lamentavano per le intercettazioni a silvio, perchè violano la privacy!

  4. Scritto da così fan tutti

    Ambizioso progetto? Sembra quello che han già fatto numerosi comuni da anni.