• Abbonati
8 marzo

Donne con la A: anche il linguaggio va usato correttamente

Se non ora quando? per l'8 marzo, lancia una lettera aperta dal titolo "DONNE CON LA A", è un invito ad un uso del linguaggio corretto dal punto di vista del genere, indirizzata: alla politica, alle istituzioni, alla scuola, al mondo dell'informazione e della comunicazione...

Se non ora quando? per l’8 marzo, lancia una lettera aperta dal titolo "DONNE CON LA A",  è un invito ad un uso del linguaggio corretto dal punto di vista del genere, indirizzata: alla politica, alle istituzioni, alla scuola, al mondo dell’informazione e della comunicazione…

"Cara DirettorA – spiega Maddalena Cattaneo di Se non ora quando? – vorremmo veramente far capire a: redazioni, pubblici uffici, editori e tutti i settori della società, che continuare a fare resistenza sull’uso al femminile nei titoli professionali va contro un corretto uso della lingua italiana e danneggia le donne che non sono di fatto riconosciute perché non nominate. E’ un piccolo gesto, ma sappiamo bene quanto i modelli culturali mutino anche attraverso la continua, costante diffusione da parte dei media e di tutta la società, (basta ricordare quante resistenze per la parola femminicidio…). Un esempio: in nome di un presunto "neutro", che l’italiano non ha, si continua a fare resistenza nel declinare al femminile una manciata di titoli professionali: ministra, deputata, funzionaria, ingegnera, sindaca, assessora, mentre è normale dire maestra, commessa, postina, operaia, infermiera. Le donne, presenti oggi in tante professioni fino a poco tempo fa appannaggio solo degli uomini, vogliono la A, chiedono di essere riconosciute. In particolare Le chiediamo un uso del genere nel linguaggio del giornale che Lei dirige, estendendo la nostra richiesta ai suoi giornalisti e alle sue giornaliste. Siamo convinte che sia un passo necessario per garantire la rappresentazione dei due generi di cui e’ fatto il mondo: le donne non sono l’altra metà del cielo, sono una delle due metà. Certe della sua sensibilità e attenzione in merito, porgiamo cordiali saluti". 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Raccolta firme contro la violenza sulle donne
Raccolta firme
“Se non ora quando” contro la violenza sulle donne
Sabrina Ferilli
A teatro
“Le pate’ de la maison” A Lovere lo spettacolo con Sabrina Ferilli
Generico
Lo spettacolo
“Tre donne in cerca di guai” Al Serassi Barbara Bouchet Iva Zanicchi e Corinne Clery
Nastro rosa
La rassegna
Alzano è “Con le donne” Incontri, laboratori, esprienze dell’universo femminile
Mimosa
8 marzo
Giornata della donna Ecco come la celebrano Bergamo e provincia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI