Giornata della donna Anche in Bergamasca le gardenie di Aism - BergamoNews
La campagna

Giornata della donna Anche in Bergamasca le gardenie di Aism

In occasione della giornata della donna, sabato 7 e domenica 8 marzo anche Bergamo e provincia prende parte alla campagna “Don(n)a la gardenia di Aism” a sostegno della ricerca sulla sclerosi multipla. È possibile contribuire alla raccolta fondi anche con donazioni tramite telefono o cellulare al 45599 (fino al 15 marzo).

In occasione della giornata della donna, sabato 7 e domenica 8 marzo anche Bergamo e provincia prendono parte alla campagna “Don(n)a la gardenia di Aism” a sostegno della ricerca sulla sclerosi multipla.

Albino, Almenno san Bartolomeo, Almenno san Salvatore, Antegnate, Bergamo, Brignano Gera d’Adda, Brusaporto, Calcio, Caravaggio, Cologno al Serio, Comun Nuovo, Costa di Mezzate, Curno, Dalmine, Fornovo san Giovanni, Grumelo del Monte, Levate, Lovere, Mapello, Mozzanica, Mozzo, Onore, Osio Sotto, Pagazzano, Ponte san Pietro, Pradalunga, Romano di Lombardia, Seriate, Stezzano, Sorisole, Telgate, Treviglio, Rovetta e Zanica: sono numerosi i paesi in cui sarà possibile trovare, in uno o in entrambi i giorni dell’iniziativa, lo stand con i volontari dell’associazione.

In tutta Italia sono 10 mila i volontari coinvolti, in 4 mila piazze. La penisola è un Paese ad elevato “rischio” di sclerosi multipla. I numeri fotografano una situazione con: 1 diagnosi ogni 4 ore; 72 mila persone con sclerosi multipla in Italia, 2,3 milioni nel mondo. Un milione di questi ha la forma grave di SM: 25 mila gravi solo in Italia; 2 mila nuovi casi all’anno, con una netta prevalenza tra donne e giovani; 4 per 100 mila abitanti la sua incidenza; tra i 20 e i 40 anni la fascia d’esordio. un caso su 20 di sclerosi multipla insorge prima dei 16 anni di età; e 2,7 miliardi di euro il costo totale annuo della sclerosi multipla in Italia.

Si tratta di una malattia che colpisce le donne due volte più degli uomini. Cronica, imprevedibile, spesso progressivamente invalidante e prevalentemente femminile, per la quale ancora non esiste una cura risolutiva. “Don(n)a la Gardenia di Aism” è la tradizionale manifestazione di solidarietà, promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla sua Fondazione (Fism) con il patrocinio di Pubblicità Progresso.

La campagna di raccolta fondi vedrà anche quest’anno 10 mila volontari impegnati ad offrire una pianta di Gardenia a fronte di un contributo minimo di 15 euro. “La Gardenia di Aism” ha permesso negli anni di raccogliere significativi fondi destinati al finanziamento dei progetti di ricerca e al potenziamento di servizi per le persone colpite da sclerosi multipla, in particolare per le donne a cui questa manifestazione è dedicata.

I fondi raccolti con Gardenia di AISM 2015 saranno impiegati in progetti di ricerca finalizzati a trovare, in particolare, nuovi trattamenti per le forme gravi di sclerosi multipla ad oggi orfane di terapie. Una forma che colpisce almeno 25 mila persone in tutta Italia e un milione nel mondo.

E fino al 15 marzo accanto a “La Gardenia di Aism” si può sostenere anche la ricerca inviando un SMS o chiamando da rete fissa il 45599 del valore di 2 euro con cellulare personale Tim, Vodafone, Wind, 3, Postemobile e CoopVoce e per ogni chiamata allo stesso numero da rete fissa Vodafone, Teletu e Twt oppure 2 o 5 euro chiamando lo stesso numero da telefono di rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

Anche Ubi Banca affiancherà AISM per l’evento Gardenia. I clienti del Gruppo possono sostenere l’Associazione tramite home banking effettuando un bonifico con azzeramento delle commissioni utilizzando la funzione Bonifici Solidarietà. Tutti hanno inoltre la possibilità di eseguire un bonifico bancario tradizionale in filiale (con azzeramento delle commissioni se effettuato in una filiale del Gruppo UBI) sul conto corrente dell’Associazione, presso UBI Banca Regionale Europea utilizzando l’IBAN IT72H0690601400000000030957.

Testimonial dell’iniziativa “La Gardenia di AISM” sono Antonella Ferrari, Gaia Tortora e Barbara Palombelli giornalista e conduttrice televisiva. Antonella Ferrari, madrina AISM e persona con SM e Gaia Tortora, giornalista, sono inoltre impegnate a favore dell’Associazione all’interno del progetto DonneOltre: un gruppo di donne che hanno voluto mettersi a disposizione di AISM ciascuna nel proprio ambito di riferimento professionale e personale per farsi promotrici di azioni e occasioni per sensibilizzare, diffondere la conoscenza della malattia, raccogliere fondi, sostenere i diritti di tutte le donne e di tutte le persone colpite da sclerosi multipla.

Per into: www.aism.it – Per consultare le piazza orobiche: www.aism.it/bergamo/indexSS.aspx?codpage=ss10_eventinaz

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it