Quantcast
Carlo Pesenti: l'Expo sia investimento sul futuro No a speculazioni – Video - BergamoNews
Intervista

Carlo Pesenti: l’Expo sia investimento sul futuro No a speculazioni – Video fotogallery

Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italcementi, invita gli operatori turistici e imprenditori orobici - presenti all'i.Lab alla presentazione degli appuntamenti di Domus Bergamo e Bergamo Wine 2015 - ad investire su Expo: "Non cercate il rendimento massimo a breve termine e non cedete alla facile speculazione, l'Expo è un investimento a medio-lungo termine".

Calici in alto: prosit! Non poteva essere diversamente alla presentazione degli appuntamenti di Bergamo Wine 2015 e Domus Bergamo, che animeranno Bergamo durante l’Expo, all’i.Lab Italcementi avvenuta nel tardo pomeriggio di martedì 24 febbraio.

Vini rossi della Valcalepio e profumati formaggi orobici fanno bella mostra nel foyer dell’i.Lab, quella testa d’angolo candida del Kilometro Rosso che si contrappone alla Porta San Giacomo delle Mura venete, quando il padrone di casa, Carlo Pesenti ceo di Italcementi, prende la parola accogliendo i visitatori.

Calici in alto? Sì. Naturalmente.

Pesenti osserva con ponderato ottimismo il bicchiere mezzo pieno che rappresenta l’Expo per l’Italia. Ma il consigliere delegato di Italcementi è prima di tutto uomo d’impresa, con i piedi ben saldi alla realtà.

A braccio si rivolge alle centinaia di imprenditori che gremiscono l’auditorium progettato da Richard Meier. In sala ci sono operatori turistici, titolari di aziende agricole, imprenditori del settore alberghiero e della ristorazione, sindaci. Ed è a tutti loro che si rivolge, da imprenditore a imprenditori.

“Bergamo deve essere pronta ad accogliere questo appuntamento che è Expo 2015, un’occasione, un investimento che è a medio e lungo termine. Un impegno per il futuro – afferma Carlo Pesenti –. Agli operatori turistici e a quanti lavorano in questo campo dico che non dobbiamo pretendere di raccogliere e di ottenere subito il beneficio massimo. Non dobbiamo cedere alla facile speculazione. Expo deve diventare, anche con un po’ di sacrificio, il biglietto da visita per quei milioni di visitatori che non vedranno l’ora di tornare a Milano e in tutto il territorio lombardo. Bergamo compresa. Bergamo deve cogliere questa grande occasione per connettersi al mondo. Noi dobbiamo intercettare questo flusso straordinario di visitatori e farlo crescere nel tempo”.

Al termine della presentazione non manca di riservare a Bergamonews un’annotazione su Palazzo Italia, il padiglione espositivo del Bel Paese, che è realizzato proprio da Italcementi.

“Ho avuto la possibilità di visitare il cantiere e la struttura è straordinaria. È un padiglione molto complesso e come tutte le cose straordinarie, molto difficile da realizzare. Noi stiamo contribuendo a costruirlo con i nostri prodotti e le nostre tecnologie. E l’esito, il risultato è incredibile. Com’è stato per il Padiglione Italia a Shanghay nel 2010, credo che anche Palazzo Italia rimarrà un riferimento. Ne sono certo”.

 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Padiglione Italia
Fondazione italcementi
L’architetto Michele Molè in un video spiega Palazzo Italia all’Expò
Il Palazzo Italia all'Expo 2015
Padiglione
Prende forma l’albero del Palazzo Italia all’Expo Bianco e mangia-smog
Giorgio Gori, Raul Tiraboschi e Angelo Piazzoli
Verso expo
Cinquecento eventi in 7 mesi a Domus Bergamo e Bergamo Wine 2015
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI