Quantcast
Omicidio a Villa d'Adda Uomo ucciso a coltellate Arrestato un 30enne - BergamoNews
Il giallo

Omicidio a Villa d’Adda Uomo ucciso a coltellate Arrestato un 30enne fotogallery video

La vittima sarebbe un uomo di circa 45 anni di carnagione olivastra: a chiamare i soccorsi in mattinata un trentenne, in stato di shock, ora arrestato e la cui posizione è al vaglio degli inquirenti. Non è escluso che il delitto possa essere avvenuto nella serata di venerdì 13. Giallo su una parrucca da donna ritrovata accanto al cadavere.

Omicidio dai contorni oscuri a Villa d’Adda. Sabato mattina un uomo di circa 45 anni è stato trovato morto, ucciso da numerose coltellate, all’interno di un’abitazione in via Casargo 17, nelle vicinanze delle scuole medie del paese dell’Isola con circa cinquemila abitanti.

Secondo le prime indiscrezioni la vittima, trovata al piano interrato della villetta di due piani, sarebbe di carnagione olivastra e accanto al cadavere sarebbe stata ritrovata un parrucca da donna, oltre a diverse armi da taglio. Ancora oscuro il movente del delitto, scaturito al termine di una violenta colluttazione.

All’interno dell’abitazione, in quel momento, oltre alla vittima si trovava un trentenne, Daniel Savini, figlio dei padroni di casa. La coppia, invece, si trovava in vacanza da dove è rientrata subito dopo aver saputo dell’omicidio.

Al piano superiore abita una signora anziana, madre di una dei due coniugi, che però non si sarebbe accorta di nulla.

A chiamare il 112, intorno alle 8.40 di sabato mattina, è stato il trentenne, in stato confusionale, per una richiesta generica di soccorso. Resta da stabilire l’orario della tragedia, che potrebbe risalire anche alla sera precedente.

Oltre al personale sanitario, sul posto sono intervenuti carabinieri di Zogno, gli uomini della squadra mobile di Bergamo e il sostituto procuratore Fabio Pelosi, che stanno cercando di far luce sulla tragedia: gli uomini della scientifica hanno fatto tutti i rilievi del caso nella taverna dove si trovava il corpo della vittima. La scena che si sono trovati di fronte gli inquirenti è stata raccapricciante: il corpo della vittima, riverso a terra in un lago di sangue, presentava diverse ferite da taglio su tutto il corpo. Difficile anche stabilire con esattezza l’età dell’uomo ucciso, privo di documenti.

Il trentenne, dopo le prime cure, è stato accompagnato a un vicino comando dei carabinieri: gli inquirenti stanno vagliando la sua posizione.

 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI