BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sessa a Prefetto e Alfano “No depenalizzazioni E giù le mani dai Vot”

Il Consiglio Comunale di Torre Boldone ha approvato una mozione proposta dalla maggioranza riguardo la sicurezza: si chiede al Ministero dell'Interno di rivedere la legge delega in materia di depenalizzazioni e al Prefetto di respingere il ricorso riguardante l'istituzione dei Vot.

Sicurezza in primo piano a Torre Boldone: il Consiglio Comunale di giovedì 29 gennaio ha approvato una mozione presentata dalla lista civica Insieme per Torre con al centro non solo la questione caldissima dei “Vot”, i volontari osservatori del territorio, ma anche una critica al decreto legislativo approvato nel consiglio dei Ministri della seduta del primo dicembre 2014 inerente le depenalizzazioni.

Il Consiglio Comunale, esprimendo grande preoccupazione per l’ondata di furti che si sono susseguiti sul territorio, ha manifestato innanzitutto “un giudizio severamente critico sullo schema di decreto legislativo inerente le disposizioni in materia di non punibilità della legge 67 del 2014” e chiesto al governo di rivedere e modificare profondamente la legge delega.

Il sindaco Claudio Sessa non ha perso tempo e nella mattinata di venerdì 30 gennaio, all’indomani dell’approvazione della mozione, l’ha subito inviata al Ministero dell’Interno, al Prefetto e ai parlamentari bergamaschi.

Il prefetto di Bergamo Francesca Ferrandino e il ministro Angelino Alfano erano stati chiamati in causa da una denuncia presentata dall’avvocato Gemma Simolo e firmata dai consiglieri comunali di minoranza Guido Spreafico e Nadia Lorenzi della Lista civica per Torre Boldone e Alberto Ronzoni della Lista civica Cittadini di Torre Boldone: obiettivo l’annullamento della delibera che istituiva i Vot “al di fuori di ogni regola prevista dalla legge” per “ripristinare la legalità nel comune”.

Una richiesta che la mozione approvata in consiglio comunale giovedì 29 gennaio chiede di respingere perchè “puro atto di strumentalizzazione politica di tre consiglieri comunali”: il sindaco invita anche il Prefetto ad "ascoltare le istanze dei sindaci in merito alle motivazioni che hanno portato diverse amministrazioni a deliberare ed istituire gruppi di volenterosi cittadini col fine di tutelare i propri territori ed i propri affetti da un vero e proprio attacco da parte di criminali che ledono ed intaccano la serenità della cittadinanza, diffondendo un’estesa insicurezza e timore nella popolazione, e si faccia altresì portavoce presso gli organi competenti delle serie problematiche evidenziate dai Sindaci".

Tali richieste sono state inoltrate anche ai parlamentari e ai consiglieri regionali bergamaschi, perchè se ne facciano interpreti nelle rispettive sedi di competenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bruno

    Risposta a Fabio,il 118 esiste ma il più delle volte è in grosse difficoltà ad arrivare perchè hanno poche auto e se hanno diversi casi arrivano quando possono,io ho avuto 3 casi in notti diverse con i Boliviani. Risposta a baz il protagonista= personaggio importante, egocentrico= egoista, contrario = altruista. = Personaggio Altruista, in questo momento abbiamo bisogno di persone così contro i tanti prepotenti e invidiosi che ci assillano giornalmente.

  2. Scritto da Caterina

    Se per protagonismo si intende impegnarsi al meglio PER la gente e TRA la gente….viva il Sindaco protagonista!

  3. Scritto da anna

    Sono residente a Torre Boldone da molti anni e non posso che ringraziare il Sindaco e i volontari per l’iniziativa apprezzatissima: altro che protagonismo! Noi cittadini CHIEDIAMO di essere tutelati…e per una volta abbiamo la fortuna di trovare un Sindaco che non ci ignora!

  4. Scritto da gianni rotini

    ..grazie Sindaco ….sempre in prima linea ….senza curarsi di anonimi commentatori incapaci di mettere la faccia e proporre soluzioni valide e immediatamente praticabili ….. gli individui che ci controllano x roma …..riferiscano e si adeguino …..

  5. Scritto da baz

    sono di Torre e sono stanco del protagonismo ed egocentrismo di Sessa. E non vedo perchè non pubblicare la mia posizione.

  6. Scritto da Simone

    caro Baz, fattene una ragione; hai tempo 4anni per trasferirti anche perché il dopo Sessa non sarà sicuramente da parte di chi oggi è in minoranza vista la manifesta incapacità

    1. Scritto da baz

      è proprio questo quello che rovina le comunità: l’arroganza di considerarle feudi. Non mi interessa chi sarà in futuro, dico solo che un Comune non è il feudo di una primadonna, nè dei suoi cortigiani. Abbassare la cresta, e tutti staranno meglio.

  7. Scritto da Fabio

    Se del caso, cè anche il 118 …

  8. Scritto da baz

    abito a Torre, e del protagonismo egocentrico di Sessa sono veramente stufo….