BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Coldiretti, al segretario nazionale uno stipendio da 18mila euro mensili

Lo hanno definito il “contadino milionario” per quello stipendio che – in tempi di crisi – fa davvero alzare più di un sopracciglio. Il segretario della Coldiretti Vincenzo Gesmundo ha incassato – solo nel 2014 – tra stipendio e buonuscita 1,8 milioni di euro, a questi si deve aggiungere anche il Tfr, circa 200 mila euro.

È la principale organizzazione agricola italiana ed europea con quegli oltre 1,6 milioni di associati. Ma la Coldiretti ora vanta anche un altro primato. Lo stipendio d’oro del suo segretario Vincenzo Gesmundo, definito in un’inchiesta de L’Espresso “Il contadino milionario”.

Andando a spulciare i dati ufficiali dell’Inps il settimanale ha scoperto che solamente nel 2014 Vincenzo Gesmundo ha incassato tra stipendio e buonuscita 1,8 milioni di euro, a cui si deve aggiungere anche il Tfr, che ammonta a circa 200 mila euro.

Fatti due conti negli ultimi 11 anni il dirigente ha guadagnato oltre 10 milioni di euro. Davvero una cifra record. Il segretario, uno dei dirigenti più influenti della Coldiretti, dopo aver preso il super bonus non ha nemmeno lasciato l’associazione, ma ha cambiato tipo di rapporto di lavoro, passando da un contratto a tempo indeterminato a tempo determinato: ora prenderà 224 mila euro netti l’anno.

Calcolatrice alla mano, si tratta di oltre 18 mila euro al mese. Davvero uno stipendio niente male per il segretario dell’associazione che rappresenta il 65 per cento delle imprese agricole iscritte alle Camere di Commercio che fanno parte delle associazioni di categoria. Giancarlo Colombi, presidente di Coldiretti Bergamo, sentito da Bergamonews, non ha voluto rilasciare dichiarazioni “Non sono a conoscenza di questa inchiesta e non intendo commentare dati che non conosco”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MARCO

    Cosa dire, alla faccia delle migliaia di coltivari che faticano con il sudore della pelle, cari coltivatori della terra fate le disdetteeee!!!!!! fatevi rappresentare da persone perbene, svegliateviiiiiiiiii

  2. Scritto da mario farina

    Il presidente della coldiretti di Bergamo, Colombi, non è a conoscenza dello scandalo nazionale. Ma se è da un decennio che questo Segretario Gesmundo arraffa euro a più non posso, disponendo dei direttori di tutta Italia a proprio piacimento! VERGOGNA

  3. Scritto da Barbapapà

    collaboratori torchiati e vessati oltre ogni limite con stipendi da fame e con minaccia di licenziamento quasi quotidiana
    i suoi collaboratori sono gentaccia senza scrupoli

  4. Scritto da maria antonietta demuro

    Bella immagine per la Coldiretti, che predica legalità e sperpera migliaia di euro per retribuire un segretario il cui unico merito è quello di rovinare collaboratori e direttori che non la pensano come lui. Il tutto con la complicità dei Presidenti (anche Lombardi) attuali e del passato!

    1. Scritto da francesco

      Ma perchè si deve assistere a queste vergognose notizie in un momento in cui le aziende agricole faticano non poco a tirare avanti vuoi per le politiche in agricoltura per niente difese dalle associazioni sindacali vuoi per l’andamenti dei prezzi dei prezzi dei prodotti agricoli sempre più in calo ed all’aumento esplosivo delle imposte nel settore agricolo

  5. Scritto da fernando

    Che vergogna!!! VERGOGNA!!! VERGOGNA

  6. Scritto da magna magna

    W l’agricoltura italiana?? ahahahaha

  7. Scritto da gianfilippo caria

    Non c’è solo lui: indagassero anche su certi direttori regionali e provinciali Coldiretti. Una casta marcia che affama soci e dipendenti

  8. Scritto da Renato

    D’altra parte sappiamo benissimo quale parte d’Italia lavora e produce e quale altra è parassita. Gran parte dei politici e dirigenti arrivano da lì!

  9. Scritto da il polemico

    fino a 3 anni fa gli scandali erano solo ad arcore ed interessavano una persona sola,ora finito arcore,si scoprono i coperchi pure gli altri,da mps a coldiretti…..farlo prima no?

    1. Scritto da Gianni

      Chiedilo ai tuoi amici, prima erano loro al governo.

  10. Scritto da senzavergogna

    cambia settore e sigla sindacale ma la la casta dei dirigenti sindacali si comporta ne piu ne meno come quella politica. Sfruttare a piu’ non posso l’incarico ricevuto per arricchirsi personalmente. Se non si indignano i diretti interessati non vedo perche’ dovrebbero indignarsi i cittadini che, tra le altre cose, continuano a votare in larga maggioranza gli stessi partiti che li hanno “depredati” negli ultimi 20 anni. Morale: c’e’ sempre qualcuno che si arricchisce alle spalle di chi sta zitto

    1. Scritto da Aldo

      L'”organizzazione degli imprenditori agricoli ” sarebbe un sindacato ? Mi spieghi ?

      1. Scritto da antè

        sicuro che è un sindacato e più precisamente l’ organizzazione sindacale che tutela i coltivatori diretti. gli iscritti pagano una tessera e adesso sanno dove vanno a finire i loro soldi.

  11. Scritto da renato

    Anche questo ha preso lo stipendio a SUA INSAPUTA!!

  12. Scritto da pluto

    I contadini falliscono ma i loro dirigenti si ingrassano. Complimenti anche a loro che li hanno eletti.
    Compreso adesso perchè vi danno 30 C al litro di latte?

  13. Scritto da franco

    gesmundo come bonanni della cisl COMPLIMENTI
    V E R G O G N A