BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Quirinale, la verità alla quarta votazione L’appello di Renzi

Sarà un sabato decisivo per l'elezione del nuovo presidente della Repubblica, salvo sorprese. Anche nella terza votazione, così come la seconda e la prima, non è stato raggiunto il quorum. Un trionfo di schede bianche e nomi improbabili.

Più informazioni su

Sarà un sabato decisivo per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica, salvo sorprese. Anche nella terza votazione, così come la seconda e la prima, non è stato raggiunto il quorum. Un trionfo di schede bianche e nomi improbabili. Sabato mattina i parlamentari del Partito democratico giocheranno palesemente la carta Sergio Mattarella e si attende la reazione delle altre forze politiche. Il Nuovo centrodestra sembra convergere sul sì, mentre Forza Italia conferma la scheda bianca.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha lanciato un appello: “Finite le prime tre votazioni, siamo arrivati al momento chiave. Siamo di fronte alla concreta possibilità che una personalità autorevole e stimata da tutti, un servitore dello Stato come Sergio Mattarella, diventi il Presidente della Repubblica con un voto ampio di settori della maggioranza e dell’opposizione parlamentare. Non è una questione che riguarda un solo partito: la scelta del Capo dello Stato interpella tutti, senza distinzioni. Per questo auspico che sul nome di Sergio Mattarella – presidente della Repubblica di tutti gli italiani – si determini la più ampia convergenza possibile per il bene comune dell’Italia”.

Leggi qui la cronaca della terza votazione

Leggi qui la cronaca della seconda votazione

Il nome di Mattarella, sabato, sulla carta può contare sui voti dei 444 grandi elettori del Pd, dei 34 di Sel e dei 45 votanti dei gruppi Scelta Civica e Per l’Italia. Vanno ad aggiungersi ai 31 votanti del gruppo Autonomie-Psi-Pli, tra cui figura anche l’ex Capo dello Stato, Giorgio Napolitano. In totale 554 voti al netto dell’eventuale aggiunta degli ex M5S. Salvo sorprese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Hanno fatto finta erano già tutti d’accordo di prendere per i fondelli gli Italiani, che ci stanno ad essere violentati.
    Sarà Mattarella, un campione da giovane ma poi manichetta di Napolitano. Mattarella sarà quello che vogliono e cioè CIECO, SORDO e MUTO.
    Gli unici onesti sono stati il M5* e Civati, il resto da gettare compresi questa brutta specie di italiani, gente che bara e preferisce pescare nel torbido.

  2. Scritto da Paolo

    Giocano, i bambini, giocano……. “Ti dico già cosa voto”, ma il voto è segreto…. Giocano, perdono giorni in votazioni che sanno già in precedenza essere inutili, mentre il paese ha bisogno di riforme concrete e non dell’ennesimo presidente inutile e costoso