BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parcheggio via Fara Un milione “regalato” e ancora tanti dubbi

Un milione di euro in otto anni, nero su bianco. A tanto ammonta il ricavo netto della sosta in Città alta (240 posti totali) concesso dall'amministrazione comunale a Bergamo Parcheggi nell'ambito della realizzazione del parcheggio in via Fara.

Più informazioni su

Un milione di euro in otto anni, nero su bianco. A tanto ammonta il ricavo netto della sosta in Città alta (240 posti totali) concesso dall’amministrazione comunale a Bergamo Parcheggi nell’ambito della realizzazione del parcheggio in via Fara. La frana del 2008 ha bloccato tutto, ma la società  (in cui figurano Atb, Parcheggi Italia, Cividini e Cavalleri Ottavio) continua ad incassare: per la precisione 1 milione, 67 mila e 83 euro dal 2006 al 2013. Rimarranno a disposizione per realizzare il nuovo parcheggio, per ora però sono stati investiti dall’amministrazione per nulla. Sono i dati ufficiali ricostruiti dall’assessorato alla Mobilità nelle ultime settimane.

Scarica il report

Non mancano i punti di domanda. Ad esempio quello relativo alla voce “Servizi”, riferita – citando il report – al contratto tra Bergamo Parcheggi e ATB per l’affidamento dei servizi di gestione e manutenzione dei parcometri, controllo e contabilizzazione dei ricavi”. Solo per il 2013 sono stati spesi 71 mila euro, seimila euro al mese. E ancora: oltre tremila euro di “altri costi” (quali?).

COSTO NETTO – Il ricavo totale 2013 ammonta a 465 mila euro, ma al netto di tasse, costi e servizi si scende addirittura a 157 mila euro. Lo stesso vale per gli anni dal 2006 ad oggi. Si tratta di soldi che l’amministrazione ha concesso per nulla, visto che da anni nessuno mette piede nel parcheggio, eccezion fatta per i magistrati che hanno indagato sui materiali depositati dopo la frana.

IL FUTURO – La Giunta sta valutando più ipotesi: la più papabile è un ridimensionamento del parcheggio, togliendo i 150 posti a rotazione previsti per il pubblico. Rimarrebbero solo i 300 a disposizione dei residenti, indispensabili per attuare la “liberazione delle piazze” promessa dal sindaco Giorgio Gori in campagna elettorale. Prima però va modificata la convenzione con Bergamo Parcheggi e accertate le responsabilità del crollo del 2008.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da senza decenza

    Pensate a quei dirigenti burocrati che hanno tecnicamente messo insieme questa bella operazione. Sbaglio o sono stati anche promossi di recente? Politici Comune Bg ci siete? Siete desti?

  2. Scritto da nico

    …e fisicamente questo milione dove sta? Frutta interessi? A chi vanno? Pensare che con un centesimo o poco più di quella somma si poteva sistemare ad esempio la passerella della Greenaway fa davvero rabbia…