BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sì, gli ultrà paghino Ma il pugno di ferro non danneggi i tifosi

Anche il match di domenica tra Atalanta e Cagliari sarà "riservato" ai soli possessori della Tessera del tifoso. Una restrizione, applicata per la quarta volta consecutiva a Bergamo, che rischia di perdere di significato: adesso a pagare più di tutti sono i tifosi veri, quelli che allo stadio ci vanno per vedere lo spettacolo.

di Luca Bassi

Anche domenica 1° febbraio il Comunale sarà aperto solo ai possessori della Tessera del tifoso: il pugno duro del Prefetto di Bergamo Francesca Ferrandino continua. E una buona parte dei sostenitori nerazzurri dovrà così accontentarsi della tv per seguire il delicatissimo match-salvezza tra Atalanta e Cagliari, così come tutti gli ultrà che da anni combattono senza sosta contro quella Tessera del tifoso che mai hanno voluto sottoscrivere.

Il divieto di vendita dei tagliandi era già stato imposto prima delle partite con Cesena, Palermo e Chievo, dopo quell’Atalanta-Roma del 22 novembre 2014 che aveva portato gli ultrà atalantini a scontrarsi pesantemente con le forze dell’ordine, dando il via ai provvedimenti suggeriti dal ministro degli Interni Angelino Alfano e seguiti alla lettera dal Prefetto di Bergamo, che domenica rinnoverà per la quarta volta consecutiva le restrizioni.

Va ricordato che i divieti vengono decisi di volta in volta dal capo della Prefettura cittadina che, dopo un’attenta valutazione della partita in programma la domenica successiva, può decidere se applicare o meno i provvedimenti.

Forse, ci permettiamo di pensare, andrebbe valutata pure la situazione alla quale moltissimi bergamaschi sono costretti: niente stadio per colpa di quei personaggi che pensano che tifo e violenza debbano andare per forza a braccetto, per colpa di quel gruppo di persone che vede nelle forze dell’ordine il nemico da prendere a sassate e a cui lanciare le bombe carta, meglio se con qualche chiodo. Per colpa dei soliti, insomma.

La reiterazione delle restrizioni però, rischia di perdere la connotazione punitiva se applicata a prescindere a tutte le partite: castigando sempre tutti i tifosi, cosa inizialmente non sbagliata (come avevamo scritto allora, leggi QUI), si rischia di far passare in secondo piano i veri colpevoli di tutta questa vicenda – gli autori degli scontri del 22 novembre scorso, appunto – e di penalizzare ancor di più la parte sana del tifo bergamasco, quella che allo stadio ci va solo per la gioia dello spettacolo.

La gara tra i nerazzurri e i sardi, infatti, non è certo tra quelle che comportano pericoli di ordine pubblico in città (i rapporti tra le due tifoserie non sono affatto cattivi, anzi) e, molto probabilmente, non sarebbero nemmeno stati migliaia i sostenitori cagliaritani che sarebbero arrivati sotto le Mura per la assistere al match: c’era davvero la necessità di colpire di nuovo tutti i sostenitori bergamaschi? Noi crediamo di no.

Detto questo, non dimentichiamoci quello che è successo nella serata di sabato 22 novembre, quando un gruppo di ultrà "atalantini" ha messo a ferro e fuoco il centro cittadino per una semplicissima partita di calcio. I colpevoli è giusto che paghino come si deve, agli altri una lezione contro omertà e silenzi è stata data.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da morosini paolo

    Mi spiace per la maggioranza dei tifosi che paga per questa situazione ma io penso che sia giusto così. Bergamo e l’Atalanta non meritano i tifosi che ha novembre hanno infagato il nome della città. Per una volta una punizione arriva fino in fondo e non si cede di fronte a nessuna pressione. Io sto con il Prefetto !
    Il problema è che qualcuno sta ancora dalla parte dei violenti….

  2. Scritto da Bruno

    Per tutte le verginelle che piangono di non poter andare allo stadio: emarginate e denunciate i violenti, e vedrete che la situazione si risolverà. Forza, su, non è difficile.

    1. Scritto da fantastico

      si e le forze dell’ ordine le paghi per cosa? guarda in casa tua che è meglio..

      1. Scritto da Arda Te

        E secondo te io le devo pagare per correr dietro a voi ? Ma ta set a post ?

        1. Scritto da riciapes

          no ma va, le paghi solo quando servono a te.. funziona cosi in tutta italia , come per manifestazione politiche ecc.. si chiamano forze dell’ ordine sai? non è dato a caso il nome..a voi chi poi? riciapes

  3. Scritto da Enrico

    Forse vale la pena ricordare che la tessera del tifoso è stata introdotta per tenere lontani dagli stadi i soggetti con precedenti di tifo violento. Quindi, chi è causa del proprio male, pianga pure se stesso. Ma vada a frignare da un’altra parte.

    1. Scritto da ...

      bella trovata quella di tenere i violenti FUORI dallo stadio durante le partite,liberi di fare ciò che vogliono. Logica malata

    2. Scritto da carlo

      Forse non sai che lo gli stessi disordini sono avvenuti a Roma e tutto si è risolto con una giornata di squalifica curve? Arrivi per caso da quelle parti? Bergamaschi buoni solo a pagare tasse e zitti.

      1. Scritto da Narno Pinotti

        Ma siamo ancora al «mamma, lui è più cattivo di me!» come alle medie? Il brodo di coltura dell’estremismo politico e della criminalità organizzata sono, in quasi tutti gli stadi importanti, i gruppi ultrà e le curve. Per non parlare delle scommesse illegali, degli appalti condizionati, dei traffici poco chiari, delle intimidazioni, della corruzione e di tutto ciò che è necessario per riciclare il denaro così guadagnato. Piantatela di guardare fuori: guardate fra di voi.

        1. Scritto da eccolo

          LE CRONACHE DI NARNO…

          1. Scritto da Narno Pinotti

            Non ti firmi perché credi di aver scritto un battutone di quelli originali o perché sai di essere un poveretto?

      2. Scritto da Luigi

        Il tuo ragionamento non ha ne capo ne coda (specialmente capo). Si parla di Bergamo in questo articolo. Non fare come all’asilo che si piange: “perche’ l’altro noooo?”.

    3. Scritto da piango

      lo stesso vale per te. Se scrivi senza sapere vai a commentare da un’altra parte

      1. Scritto da Enrico

        Cosa non saprei?

        1. Scritto da Almagro

          Che viviamo in uno stato di diritto, il cui fondamento dovrebbe essere che la legge è uguale per tutti. Non sono piagnistei o vittimismi, ma pure e semplici constatazioni oggettive. Poi ognuno fa le proprie scelte: tu ti allinei come una pecora, altri no.

  4. Scritto da angelo

    Caro Luca Bassi, il problema è che quel gruppetto di persone che abbina il tifo alla violenza è ben noto ad un gruppo maggiore di tifosi che -con omertà degna del sud italia- non li emargina e denuncia. Forse manca solo questo perchè tutti possano tornare allo stadio. Se ne hanno voglia, visto lo spettacolo noioso offerto.

  5. Scritto da Demis

    Ma uno che abita fuori dall’Italia e torna in ferie 3 settimane ogni 2 anni, puo andare a vedere la partita con i figli? Noi abbiamo i passaporti.

    1. Scritto da Etta

      no. e non puoi nemmeno fare adesso la tessera del tifoso, in quanto il loro rilascio è sospesto dal 27 novembre….
      questa è l’itaglia….

    2. Scritto da info

      Devi avere una tessera del tifoso per ogni persona,20 euro a testa per sottoscriverla.
      Per fare quella dell’Atalanta dovresti andare il giovedì mattina alla biglietteria dello stadio;solo il giovedì della settimana in cui si gioca in casa.

    3. Scritto da ...

      no,non può. Deve sottoscrivere la tessera del tifoso anche solo per una partita,pure i figli. bella genialata davvero.

  6. Scritto da Massimo

    Da tanti anni non vado allo stadio, precisamente da un Atalanta Torino di circa 30 anni fa. Finii in curva Nord con mio cugino e per poco non venni malmenato per il solo fatto di aver ammesso di tifare Toro. Questo solo per dire che non sono esperto. ma perchè i tifosi non fanno la tessera del tifoso? cosa c’è di difficile? Naturalmente non ci metterei comunque piede allo stadio, rifiuto l’idea di non poter assistere a un evento sportivo seduto dove mi pare.

  7. Scritto da A.C.

    Senza tessera niente partita, non ci vedo nulla di strano.
    Volete vedere la partita? Fate questa benedetta tessera e smettetela di piagnucolare!

    1. Scritto da angelo

      Esatto! E la cosa migliore è che sicuramente questi hanno tutti la tessera esselunga, l’abbonamento ad una linea telefonica e via dicendo, che richiedono gli stessi dati della tessera del tifoso. Ma i capi -che forse per precedenti non hanno diritto alla tessera- hanno deciso che fare la tdf non si deve fare, e tutti seguono la linea come un gregge.

    2. Scritto da luigi

      Non vale fare adesso la tessera, doveva essere fatta solo prima dei fatti con la Roma.
      Un tifoso che entrava con il biglietto e non andava in trasferta cosa la faceva a fare sta cavolo di tessera? Solo per spendere 20 €?
      Provare ad informarsi prima di scrivere a caso?

      1. Scritto da pablo

        un tifoso che vuole vedere le partite e non fare casino, paga 20 euro (all’anno?), mette a disposizione i suoi dati e, quando si verificano problemi di violenza, va allo stadio come se nulla fosse successo.. non è colpa di quelli che secondo lei “scrivono a caso”, ma di chi ha scelto di non fare la tessera. punto.

        1. Scritto da GIORGIO

          GUARDA , SAPIENTONE , CHE ANCHE PER FARE IL BIGLIETTO DEVI DARE I TUOI DATI , QUINDI PARLI DAVVERO A CASO E NON SAI LE MOTIVAZIONI DEL RIFIUTO DELLA TESSERA !!!!

        2. Scritto da sergio

          no, come punto, non mollare adesso!! il paragone col viaggio in america è geniale,non riesco a smettere di ridere, ti giuro ..

    3. Scritto da ElleA69

      caro A.C. dimmi cosa ne pensi: i tifosi di Atalanta e Francoforte sono gemellati. E’ un po’ di tempo che alcuni amici tedeschi vorrebbero venire allo stadio di Bergamo, ma non possono perché impossibilitati a fare la TDD in quanto stranieri. Proposte?

    4. Scritto da greatguy

      eccolo il genio!!! lo sai che se io vado a fare la tessera del tifoso non mi fanno entrare comunque(ammesso che possano farmela) xchè la vogliono da prima di Novembre? o fino adesso dormivi e ora vuoi emettere sentenza senza sapere di cosa parli?

      1. Scritto da angelo

        So bene di cosa parlo, soldatino. Sono tre anni che certa gente si oppone alla tessera, non da dopo i fatti con la Roma.

        1. Scritto da greatguy

          soldatino sarai tu! e confermo non sai di cosa parli! a me di “certa gente” che non vuole la T.D.D non me ne frega nulla. spiegami xchè io non posso andare allo stadio e perchè devo pagare 20 euro per fare la tessera e anche perchè volendola fare ora non posso farla e prima per entrare non era obbligatoria.

          1. Scritto da angelo

            Forse perchè la società e la curva non collaborano nella denuncia e nell’emarginazione dei violenti?

  8. Scritto da plebani jacopo

    Ha perfettamente ragione Maurizio! I divieti vengono decisi di volta in volta dal prefetto dopo attenta valutazione? Certo certo… è risaputo che è una partita a rischio quella contro gli amici sardi… qui veramente si va verso una dittatura e – ovviamente – la legge è uguale per qualcuno…

  9. Scritto da ren78bg

    l’italia è proprio un paese “strano”:
    per il calcio si applica la regola “per colpa di pochi pagano tutti”
    per gli immigrati zingari e delinquenti vari “non si può generalizzare”
    del resto in un paese in cui un fabrizio Corona si deve fare 13 anni di carcere e nello stesso giorno un romeno che uccise una ragazzina in auto senza patente e sotto l’effetto di coca scappando non si presenta in tribunaleperchè agli arresti domiciliare, non si può certamente parlare di giustizia

  10. Scritto da Giuditta

    Stadio decrepito, tifosi annoiati, Pesanti Condanne ma chiudete per sempre questo stadio, e Percassi pensi a far aprire il Casinò di San pellegrino e potenzi le Terme che I Bergamaschi saranno FELICISSIMI

    1. Scritto da stefani

      terme gia’ aperte a S.Pellegrino…pure Trescore funziona.
      che zet

  11. Scritto da andrea

    che asilo.. il tifoso / appassionato onesto ha la tessera del tifoso.. quello losco no… PUNTO.. poi possiamo raccontarci tutte le balle che vogliamo..

    1. Scritto da teowka

      Quindi mia moglie e mio figlio sono loschi?!?

      1. Scritto da andrea

        beh..che problema hai allora a fargli fare la tessera del tifoso?.. te ne sei dimenticato ad inizio campionato?.. allo stadi ci vado da una vita.. e sappiamo benissimo tutti chi sono quelli che si oppongono e per quale motivo!! poi ripeto.. possiamo raccontarci tutte le favole che vogliamo.. l’importante è crederci..

      2. Scritto da mario59

        Richiedila pure per tua moglie e a tuo figlio…e collabora con chi sta cercando di evitare, che qualche esaltato un giorno spacchi la testa a te o ai tuoi famigliari, visto che mi pare di aver capito che ci andate tutti allo stadio

        1. Scritto da sergio

          ormai non la puoi più fare, chissà se lo capisci entro fine 2015. non sei obbligato a commentare tutto, a maggior ragione se non sai niente della questione.come dimostrano le cose che dici.( ah , tra l’altro si paga la tessera).

        2. Scritto da ElleA69

          ok Mario, hai ragione, ma sia che acquisti un biglietto che un abbonamento, sei comunque schedato (non ti vendono niente senza carta d’identità)… non vedo il perché tutto questo cinema…

  12. Scritto da Maurizio

    Cerchiobottismo puro. Qui non si parla proprio del fatto che un cittadino 52enne come me, con fedina penale immacolata, non può portare il figlio 15enne allo stadio. Siamo fuori da qualsiasi regola democratica e siamo pericolosamente vicini a regole da dittatura sudamericana. Il resto è acqua fresca. In altre città succede di molto peggio e casualmente la protezione politica è fortissima. Parliamo di questo, non giriamo intorno al problema.

    1. Scritto da pablo

      parliamo prima dei motivi che hanno indotto il 52enne a non fare la tessera del tifoso? ma tu, se dovessi andare in viaggio in America, prima di partire andresti in questura a fare il passaporto? oppure andresti all’aeroporto con la pretesa di partire, pensando che la tua fedina penale immacolata sia un lasciapassare valido?

      1. Scritto da ...

        la tessera costa 20 Euro,c’è chi giustamente non li vuole spendere per comprare un biglietto per una partita…

      2. Scritto da GREATGUY

        ma di cosa stai parlando? e perchè dovrei fare la T.D.D se non sono interessato ad andare in trasferta e allo stadio ci vado solo quando mi va? da quando la T.D.D è obbligatoria x le partite in casa? ma in che mondo vivi tu?

        1. Scritto da plebani jacopo

          che ci vuoi fare… era il classico commento di chi non sa… bello però il paragone dello stadio con l’America… ahah avanti di questo passo dovrò fare la T.D.S. (Tessera Della Strada) se voglio uscire di casa…

          1. Scritto da angelo

            Perchè, la carta d’identità cos’è? Piantatela di frignare, e seguite le regole.

        2. Scritto da mario59

          Da quando è stato deciso che nello stadio entrano solo i possesori della tessera del tifoso caro signore.
          Se per averla le chiedono denaro allora lei ha ragione, altrimenti non vedo dove sta il problema a richiederla…poichè chi ha la fedina penale immacolata non dovrebbe avere difficoltà ad ottenerla.

          1. Scritto da ...

            Il rilascio della tessera costa 20 Euro,anche solo per una partita.

          2. Scritto da ...

            perchè dovrei sottoscrivere una tessera che si basa su fondamenti per me antidemocratici? per averla non bisogna aver commesso reati negli ultimi 5 anni,se uno ha scontato la sua pena,perchè non può tornare ad essere un cittadino come tutti? Sta scritto pure nella costituzione:una volta scontata la pena si torna ad avere pari diritti…