BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Per non dimenticare” all’Auditorium incontro testimonianza della Shoah

Mercoledì 28 gennaio all’Auditorium di Piazza della Libertà a Bergamo è in programma un incontro-testimonianza degli orrori della Shoah. L’iniziativa rientra tra le proposte organizzate in città per celebrare il Giorno della Memoria.

Mercoledì 28 gennaio all’Auditorium di Piazza della Libertà a Bergamo è in programma un incontro-testimonianza degli orrori della Shoah.

L’appuntamento è alle 20.30 e vi prenderanno parte Marcello Pezzetti, storico e direttore del museo della Shoah di Roma, con Tatiana e Andra Bucci, deportate ad Auschwitz a 4 e 6 anni.

La quota di partecipazione è di 3 euro. L’iniziativa, promossa nell’ambito della rassegna “Molte fedi sotto lo stesso cielo – Per una convivialità delle differenze” (Acli di Bergamo) è aperta a tutti, con prenotazione obbligatoria attraverso la segreteria delle Acli provinciali di Bergamo, in via San Bernardino 59 – telefono: 035.210284, email: moltefedi@aclibergamo.it

L’incontro verrà riproposto – solo per i ragazzi delle scuole – giovedì 29 gennaio dalle 9.30 alle 11.30 al Teatro Donizetti di Bergamo (con ingresso gratuito e riservato agli istituti scolastici prenotati).

L’iniziativa rientra tra le proposte organizzate in città per celebrare il Giorno della Memoria. In questo giorno si ricorda la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa, esattamente settant’anni fa.

L’Italia ha formalmente istituito la giornata commemorativa, nel medesimo giorno, quindici anni fa, con l’approvazione della legge 211 del 20 luglio 2000. I primi due articolo definiscono così le finalità e le celebrazioni del Giorno della Memoria: “La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere”.

È possibile consultare il programma dettagliato delle iniziative alla pagina web http://www.comune.bergamo.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=16366

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.