BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bandiere a mezz’asta: prefetto sgrida sindaci Salvini all’attacco

Il prefetto di Bergamo Francesca Ferrandino ha inviato una lettera di richiamo ai sindaci leghisti che avevano esposto il tricolore a mezz'asta dopo la bocciatura del referendum sulla legge Fornero. Matteo Salvini su Facebook è andato subito all'attacco.

Più informazioni su

Nei giorni scorsi alcuni sindaci, in particolare leghisti dei Comuni bergamaschi, in segno di protesta contro lA Corte costituzionale che aveva bocciato la richiesta di referendum sulla legge Fornero, avevano esposto davanti ai rispettivi municipi la bandIera a mezz’asta (leggi).

Una decisione criticata da più parti, per esempio dall’opposizione a Gazzaniga che aveva stigmatizato l’uso del tricolore a fini politici (leggi).

Ma è stato il prefetto di Bergamo, Francesca Ferradino, a rimproverare i sindaci con una formale lettera di richiamo in cui ha sottolineato quando si deve e si può esporre la bandiera a mezz’asta.

Contro il prefetto si è immediatmente scagliato il segretario del Carroccio Matteo Salvini che su Facebook ha commentato: "Ma ‘sto prefetto non ha problemi più seri di cui occuparsi??? "VIA I PREFETTI", aveva ragione Einaudi".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da kurt Erdam

    Il triste ventennio berlusconiano ha lasciato nelle povere teste dei suoi compagni di merende(e merendine)la cultura della trasgressione,meglio se inutile ed infruttuosa.Aspettiamoci un’altra serie di fotografie del”balabiott”nudo e danzante sulle copertine dei giornali.In attesa di un referendum sui brufoli,la forfora e il tartaro sarebbe più utile che i cittadini normali organizzassero qualcosa per impedire che i nostri soldi vadano nelle tasche degli speculatori della BREBEMI.

    1. Scritto da saiot

      Magari un giorno riuscirà a comentare una notizia stando “sul pezzo”. Comunque le foto del balabiot erano per beneficenza…i selfie dei quelli che defende lei mostrano invece teste mozzate….
      PS: al referendum per la devolution lei cosa ha votato? Ah forse è sbarcato dopo.

      1. Scritto da kurt Erdam

        quelli della lega la beneficenza se la fanno tra loro vedi trota pescivendolo di castelli compagna di salvini cantante di maroni ecc…quanto alla coerenza se si presenta la richiesta di un referendum inammissibile non si deve confondere con un lutto nazionale.Per il resto siccome non mi conosce i riferimenti alle teste mozzate faccia a meno di farli,è una scemata in meno.Invece consideri storica la mia massima disistima per la lega e tutti i suoi esponenti

    2. Scritto da La verità fa male

      L’ancor più triste quarantennio democristiano ci ha lasciato 9 miliardi annuali di euro di baby pensioni, pensioni di invalidità fasulle, pensioni d’oro doppie triple e quadruple, vitalizi e stravizi di politici e dirigenti della Regione “autonoma” siciliana, vitalizi dei consiglieri regionali, e un esercito infinito di raccomandati nella RAI e negli altri carrozzoni pubblici. Altro che referendum in Italia almeno due o tre milioni di persone vivono sulle spalle degli altri

      1. Scritto da kurt Erdam

        Ma in quegli anni crescevamo ed ogni anno si stava un po’ meglio,lei il gabinetto sul pianerottolo non lo mai avuto,con voi col sederino nel burro e il vostro satrapo,invece,siamo andati nella spazzatura,il 10% ha il 50% della ricchezza anzi qualcuno dice il 50% è in mano all’1%.Questi sono i vostri risultati è meglio facciate silenzio.Con voi siamo arrivati ai vertici di corruzione evasione esportazione illecita di soldi ecc..ma non vi vergognate?Siete voi a vivere sulle nostre spalle

        1. Scritto da La verità fa male

          Si rassegni: i mitici “anni del progresso e della crescita” avvenivano grazie alla spesa pubblica assistenziale, alle persone in pensione a 40 anni, indebitando la nazione e caricando il peso dei debiti sulle “generazioni future”, alle quali i vecchi burocrati strapagati egoisti e mantenuti hanno appioppato anche la legge Fornero. Non solo, ma i vecchi strapagati parrucconi della Corte Costituzionale hanno impedito ai giovani di votare sul loro futuro. Si vergognino i democristiani, non noi

          1. Scritto da kurt Erdam

            Se voi col popò nel burro imparavate a pagare le tasse e ad accontentarvi non saremmo ridotti così.Durante le vacanze andavo a fare pratica in fabbrica(gratis)e quando ho cominciato ad avere responsabilità mi fermavo fino a tarda ora e il sabato non mancavo mai(molte volte anche la domenica),sempre gratis.In tutta la mia vita di lavoro 7 giorni di malattia in 4 volte.Per il mondo ho visto cose inventate da me copiate anche in sudamerica e adesso devo discutere con gente come lei.Ma vada va

          2. Scritto da La verità fa male

            Qualcosa non mi quadra, in quello che lei racconta …. mi faccia capire: inventava prodotti copiati anche in Sudamerica e sta qui su BG News sotto forma di nick name a perdere tempo per discutere “con gente come me” (cioè con persone “normali”)? mi sa che lei su sè stesso racconta un po’ di favole…

          3. Scritto da kurt Erdam

            La sua normalità è diversa dalla mia(per fortuna);nel suo mondo i soldi sono tutto e fare il nero per la ferrari o la casa per la caccia in Ungheria o un Ipad nuovo sono cose fondamentali(anche lasciando gli ammalati senza medicine)c’è chi,invece,dà più importanza ad altre cose.Io ho sempre privilegiato il senso del dovere e l’impegnarmi per migliorare lo stato di TUTTI non solo il mio.Lasci perdere con gente come lei tempo perso.Non si parla di invenzioni ma metodi di lavoro e applicati

  2. Scritto da baz

    questi sono sempre arroganti, pensano di essere gli unici depositari della verità, e che le istituzioni siano roba loro.
    Ma sparite, leghisti inutili….

  3. Scritto da cua de paja

    A me pare che il Prefetto abbia fatto il proprio dovere visto che ha tra i suoi compiti la vigilanza e il coordinamento sugli organi locali dello Stato e quindi i Sindaci, questiultimi forse non hanno fatto tutto ciò che dovevano visto che guardando i registri on line e albi protori non si trova traccia di un’ordinanza di lutto cittadino, documento che autorizza a porre la bandiera a mezz’asta … poi se si vuole contravvenire alle regole allora si accettano anche i richiami.

  4. Scritto da Merlino

    Ma ‘sto Salvini non ha problemi più seri di cui occuparsi???
    In ITALIA vincono sempre i più furbi!

    1. Scritto da Zurlì

      Certo che sei un mago: il prefetto, ufficialmente, scrive ai sindaci per la faccenda delle bandiere a mezz’asta e tu te la prendi con chi gli dice di lavorare meglio? Ti informo che i sindaci sono espressione di democrazia, essendo stati eletti. Il prefetto no, è un vicerè mandato dallo stato centrale per salvaguardare i propri interessi, che di solito non coincidono con quelli del popolo. Cambia nick, meglio se metti forrest.

      1. Scritto da giggi

        appunto, lavorino meglio invece di fare sceneggiate propagandistiche.

  5. Scritto da viva

    Grande Salvini e grandi I sindaci della Lega per fortuna che ci siete voi,le uniche voci fuori dal coro dell’ipocrisia italiana.

  6. Scritto da La verità fa male

    Il fatto che il prefetto (con la “p” minuscola) di Bergamo abbia tempo di occuparsi di queste vicende, dimostra più di mille parole l’inutilità dei prefetti e la necessità di abolire velocemente questa inutile e strapagata carica da Stato borbonico

    1. Scritto da giggi

      i prefetti sono di origine napoleonica.

  7. Scritto da Baracoon

    Il solito commento da fenomeno di salvini ini ini : “Ma ‘sto prefetto non ha problemi più seri di cui occuparsi??? ” . Per la proprietà transitiva i suoi sindaci non avevano problemi più seri di cui occuparsi ?

  8. Scritto da franco

    Tutti del PD

    1. Scritto da a

      Dev’essere consolante pensare che chi non la pensa come Salvini sia senza dubbio del pd… Consolante e rassicurante.

  9. Scritto da Giovanni

    Il Prefetto può affrontare due o più problemi contemporaneamente, mica come Salvini che più di uno non ce la fa.

  10. Scritto da Daniele

    La bandiera a mezz’asta è un simbolo grave e solenne, se Salvini non lo capisce probabilmente ha un problema cognitivo incompatibile con le cariche che aspira a ricoprire.

    1. Scritto da giovanni cutolo

      grave e solenne…. come arrivare a fine del mese?! ma ndi a ciapal!!!!!

      1. Scritto da Daniele

        Bel modo di vedere le cose.
        Le crisi economiche vengono e vanno, nessuno è ancora morto di fame e di stenti nel nostro paese e in capo a qualche anno tutti torneranno ad avere la pancia piena dall’inizio alla fine del mese. I lutti che hanno chiamato bandiere a mezz’asta rimarranno per sempre, anche se qualche fesso di sindaco se ne dimentica.

      2. Scritto da malnat

        A non fare arrivare a fine mese gli italiani ci avete pensato voi con quasi 10 anni di malgoverno . Balabiot !

  11. Scritto da a

    Beh ha ragione Salvini: sta bandiera a mezz’asta e’ tutto tranne che una roba seria.

  12. Scritto da Groucho

    Via i prefetti, VIA tutti quelli che non la pensano come Salvini

  13. Scritto da pierluigi

    Questo è il vero problema per il prefetto!Dei 107 furti al giorno di Bergamo chi se ne frega,ma le bandiere,che dovrebbero rappresentarci,quindi a mezz’asta per la fine della democrazia,guai a toccarle.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Vien da pensare allora che il vero problema della democrazia italiana sarebbe, per la Lega, la bocciatura di un referendum che non aveva nessuna speranza di passare, e che i suoi promotori hanno proposto pur sapendo benissimo che non era ammissibile, anzi proprio per non farselo ammettere, in modo da gridare al complotto, quando invece si tratta di crassa malafede.

      1. Scritto da La verità fa male

        I referendum sono vietati in materia di bilancio e fiscale, quello della Lega era in “materia previdenziale”. A me a differenza sua vien da pensare che i pensionati d’oro della Corte Costituzionale, in alcuni casi ex politici come Amato nominati dai politici per ragioni politiche e non per merito effettivo, hanno preso in una decisione “di pura convenienza politica” più che tecnica e giustificata da ragioni di diritto costituzionale

    2. Scritto da Franco

      Forse forse 107 furti non li fermi se fai un comunicato, mentre quattro balordi che giocano con la bandiera italiana (che bruciavano fino a qualche anno fa) magari sì.

      1. Scritto da + verande x tutti

        Eh, no. Guarda che chi bruciava la bandiera in piazza erano i comunisti negli anni 80. Adesso che sono al potere usano la legge fascista del vilipendio contro i loro avversari. L’ipocrisia dei mancini di cranio fa addirittura tenerezza. E cmq che c’entra questo con il fatto che il prefetto si muove per queste cose? Stiamo scherzando? Il prefetto sta facendo come lo sceriffo di nottingham. E questi fenomeni gli danno pure ragione solo perchè è contro i leghisti. Fanno pena.

        1. Scritto da robin hood

          Hai ragione. I leghisti non bruciano le bandiere. Sono molto più fini: invitano solo a pulircisi il sedere.

        2. Scritto da Giovanni

          Non mi risulta che nel PCI bruciassero bandiere italiane, magari era qualche extra-parlamentare con tendenze anarchiche. “mancini di cranio” ahah, che raffinatezza il polemico, o verità o chissà chi.

    3. Scritto da Groucho

      Parlare di democrazia quando non si rispettano regole scritte democraticamente è quantomeno comico.

  14. Scritto da oscar

    cattivi cattivi