BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Accademia Carrara Ecco i primi soci della nuova fondazione

Fondazione Creberg, Sacbo, Tito Lombardini, Fondazione Mia, Fondazione Italcementi, Rulmeca, Innowatio, Framar, Fondazione della comunità bergamasca. Sono i primi privati che entreranno a far parte della nuova fondazione Carrara.

Fondazione Creberg, Sacbo, Tito Lombardini, Fondazione Mia, Fondazione Italcementi, Rulmeca, Innowatio, Framar, Fondazione della comunità bergamasca. Sono i primi privati che entreranno a far parte della nuova fondazione Carrara. L’elenco, ancora provvisorio, è stato annunciato dal sindaco Giorgio Gori durante il Consiglio comunale in cui è stato discusso e approvato lo statuto della fondazione chiamata a gestire la pinacoteca (leggi qui tutte le caratteristiche della nuova governance). “Con questa delibera trova compimento un percorso iniziato tempo fa. La formula gestionale proposta – la fondazione di partecipazione – è moderna ed efficace. I privati coinvolti sono di natura imprenditoriale e bancaria. Insieme a loro potremo restituire centralità alla cultura, farla diventare settore di sviluppo”.

Palafrizzoni è principale promotore della fondazione e avrà il controllo politico-culturale. “Si tratta di un bene legato indissolubilmente al patrimonio comunale – spiega l’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti -. Questo tipo di fondazione valorizza al meglio l’accademia”.

Gori e Ghisalberti, lunedì pomeriggio, hanno spiegato il progetto in Confindustria di fronte a una platea di un centinaio di imprenditori. Si è parlato anche del restauro del teatro Donizetti. “Abbiamo deciso di promuovere questo incontro con il sindaco Giorgio Gori e l’assessore Nadia Ghisalberti perché vogliamo concretizzare le sinergie con le istituzioni – spiega Cristina Bombassei, consigliere delegato all’education di Confindustria Bergamo -. Abbiamo recepito molto entusiasmo da parte del primo cittadino condiviso anche dagli imprenditori, molto soddisfatti al termine dell’iniziativa. Il teatro Donizetti e l’accademia Carrara sono due progetti molto importanti per la città, meritano di essere valorizzati. Auspichiamo, così come ha dichiarato il sindaco, che siano luoghi della città da vivere non solo in occasione di eventi come opere e mostre. Non sono solo tesori, ma anche opportunità. Non dimentichiamo che sia l’accademia, sia il teatro Donizetti possono consolidare l’attrattività di Bergamo”.

I GIOVANI – Durante l’incontro con gli imprenditori il sindaco ha specificato anche le tariffe contenute nel business plan: biglietto gratis fino ai 18 anni così come per i possessori della Bergamo Card, 3 euro per le scolaresche. L’ultima parola spetta (e l’approvazione) a Cobe, società del Comune che ha gestito l’operazione di restauro, ma l’indicazione politica è chiara. “Sì, la gratuità per gli under 18 e per i possessori della Bergamo Card è nel business plan – conferma il sindaco Giorgio Gori -, stiamo valutando anche altre agevolazioni in collaborazione con la mostra di Palma il Vecchio”.

LA DISCUSSIONE IN CONSIGLIO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.