BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Discariche, la sentenza blocca anche Strozza Terzi: “Parola a Rossi” fotogallery

La sentenza contro la discarica di Cappella Cantone condiziona anche altri ambiti lombardi che hanno goduto delle decisioni prese dall'allora Giunta Formigoni. Tra questi anche la discarica di Strozza, contro cui si sono schierate amministrazioni comunali della Valle Imagna e comitati di cittadini. Una discussione che dura da tempo e che ora potrebbe essere a una svolta.

La sentenza contro la discarica di Cappella Cantone condiziona anche altri ambiti lombardi che hanno goduto delle decisioni prese dall’allora Giunta Formigoni. Tra questi anche la discarica di Strozza, contro cui si sono schierate amministrazioni comunali della Valle Imagna e comitati di cittadini. Una discussione che dura da tempo e che ora potrebbe essere a una svolta. Dipende tutto dalla decisione della Provincia di Bergamo guidata da Matteo Rossi, chiamato a valutare come muoversi in seguito alla sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato di fatto la sentenza del Tar di Brescia (l’ok legittimo all’Autorizzazione integrata ambientale (AIA) per la realizzazione della discarica di amianto a Cappella Cantone). "Non posso che accogliere con favore la sentenza. Sono principi già recepiti nella bozza della nuova legge sulla cave in fase di preparazione – spiega l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Maria Terzi – . Ora valuteremo puntualmente gli impatti di questa sentenza su tutte le istruttorie in corso di autorizzazione. Di fatto però le richieste del territorio cremonese sono state accolte. Di sicuro – conclude Terzi – questa sentenza rompe con il passato e conferma che siamo sulla strada giusta. Per Strozza dovrà decidere via Tasso, perché la competenza è sua. Credo però che la sentenza aiuterà il presidente Matteo Rossi a chiudere la vicenda".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo

    la vostra immondizia nel mio comune va bene ,viceversa no, non vi siete mai chiesti dove va la vostra immondizia?, non volete una discarica per tutti ,va bene ,ma fatela almeno per i vostri rifiuti ,

  2. Scritto da A.O. - comitato

    Perchè dare notizie fuorvianti? Il titolo stesso si smentisce da solo. Il consiglio di stato ha annullato l’autorizzazione per la discarica di Cappella cantone ed ha sancito l’esistenza di irregolarità nel procedimento autorizzativo (http://cittadinicontroamianto.blogspot.it/2015/01/la-mancata-realizzazione-della.html). Speriamo che ciò possa ricadere positivamente sul nostro caso, ma non significa che l’iter per la VIA (sospeso grazie al nostro comitato) non verrà nuovamente avviato.

  3. Scritto da Tuditanus

    La richiesta continua di nuove discariche non corrisponde ad un bisogno pubblico effettivo, ma solo al desiderio di continuare a guadagnare da parte di società private di cavatori i cui prodotti non sono più richiesti dal mercato. Si tratta di una manifestazione del peggior modello di sviluppo economico possibile. Oltre a questo nessuna struttura pubblica è davvero in grado di fare controlli credibili, come dimostrano gli eventi del 2010 del Lambro avvelenato da Villasanta di Monza.

    1. Scritto da massimo

      Condivido in toto il commento sopra.
      Basta prese per il sedere.
      La salute e l’ambiente devono avere la priorità su tutto il resto.