BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stan, il 24enne che vive grazie a un cuore artificiale nello zaino

Il 24enne Stan Larkin è stato dimesso dal centro cardiovascolare dell'Università del Michigan senza un cuore umano: a tenerlo in vita un dispositivo portatile capace di replicare alla perfezione le funzioni di ventricoli e valvole.

Più informazioni su

Un cuore completamente artificiale per continuare a vivere in condizioni quasi normali e a casa propria: la storia incredibile, e di successo, arriva dal Michigan, Stati Uniti, dove il 24enne Stanford Larkin è stato dimesso dal centro cardiovascolare dell’Università del Michigan senza un cuore umano.

Lo strumento salvavita che ha permesso di arrivare a questo straordinario passo avanti della medicina si chiama SynCardia Total Artificial Heart ed è alimentato da un motore portatile che il paziente può tenere sempre con se in una borsa a tracolla o in uno zaino: Stanford ha ricevuto il SynCardia lo scorso 7 novembre e il 23 dicembre l’ospedale ha deciso che poteva essere dimesso per trascorrere le vacanze natalizie insieme alla sua famiglia.

All’età di 16 anni il ragazzo svenne durante una partita di basket: dopo alcuni test i medici decisero di impiantare un defibrillatore che potesse regolare il battito cardiaco ma nel tempo le sue condizioni continuavano a peggiorare.

Solo un trapianto poteva consentirgli di continuare a vivere. Il 7 novembre scorso i chirurghi del centro cardiovascolare dell’Università del Michigan hanno rimosso il cuore difettoso per impiantare quello artificiale SynCardia, capace di sostituire in tutto e per tutto i due ventricoli difettosi e quattro valvole. Il dispositivo consente al paziente di fare esercizio fisico, cucinare, dormire comodamente nel proprio letto e tornare alla vita di comunità.

Dopo il suo incidente anche al fratello Dominique, 23enne, è stata diagnosticata la stessa malattia congenita: anche per lui, l’11 dicembre è stato deciso di impiantare il cuore artificiale SynCardia e, non appena le sue condizioni si saranno completamente stabilizzate, potrà usufruire del motore portatile ed essere dimesso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.