BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Inter, giallo-Osvaldo L’ex atalantino scomparso da 48 ore

L'attaccante italo-argentino martedì non si è presentato agli allenamenti alla Pinetina e ha fatto perdere le proprie tracce. Ormai è rottura anche con il club milanese, che l'ha messo sul mercato dopo la litigata con Icardi durante Juventus-Inter.

Più informazioni su

Daniel Pablo Osvaldo è scomparso. Ormai è un giallo. L’attacante italo-argentino martedì non si è presentato agli allenamenti alla Pinetina e non ha avvertito dirigenti, compagni e allenatore: di lui nessuno ha più notizie da almeno 48 ore.

L’Inter non si rivolgerà a "Chi l’ha visto?", la celebre trasmissione di Rai Tre a caccia di persone scomparse senza lasciare traccia, ma di certo si è stanacata degli atteggiamenti dell’ex atalantino, uno dal carattere piuttosto difficile. Di lui, infatti, si ricordano tante prodezze, diversi gol pesanti ma anche moltissimi atteggiamenti sopra le righe che non hanno aiutato la sua carriera che, probabilmente, avrebbe potuto essere ancora più fortunata di quelo che è oggi. Atteggiamento sopra le righe come quello avuto con Icardi durante Juventus-Inter di due settimane fa, quando Osvaldo ha letteralmente perso la testa dopo il mancato passaggio dell’ex doriano durante un contropiede.

Tutto è iniziato nel gennaio del 2006, quando l’Atalanta ha deciso di portarlo in Italia acquistandolo a titolo definitivo dall’Huracàn. La nebbia di Zingonia, però, non giova all’umore del baby bomber, che l’anno dopo vola sul mare di Lecce mettendosi in mostra anche grazie al gioco offensivo di Zeman. Poi il ritorno a Bergamo (solo di passagio) e il trasferimento alla Fiorentina per 4.5 milioni di euro. A Firenze l’italo-argentino si mette in mostra nonostante le poche presenze: è suo il gol, in rovesciata, che regala alla Viola la qualificazione in Champions nella stagione 2007-’08. Poi la deludente parentesi di Bologna e il rilancio spagnolo con la maglia dell’Espanyol (20 gol in 44 presenze) gli vale la chiamata della Roma, con l’esperienza capitolina che è fortunata sotto l’aspetto del profitto (in due stagioni segna 27 gol in 55 partite) e meno fortunata sotto l’aspetto comportamentale: finirà, infatti, fuori rosa prima della cessione al Southmapton. Anche l’avventura inglese viene macchiata da un colpo di testa, quello avuto con il compagno di squadra Josè Fonte che porta i due a mettersi le mani addosso durante un allenamento: la peggio l’avrà il difensore portoghese, finito in ospedale con delle gravi lesioni alla faccia.

Un attimo più fortunata l’esperienza con la Juventus, con la quale vince uno scudetto e conclude l’anno senza litigi. Ma quest’anno con l’Inter sembra essere tornato il vecchio Osvaldo, quello dei gol (come dimenticare la mezza rovesciata che ha punito l’Atalanta a San Siro?) ma anche della sclerata facile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    Pare che a Zingonia piangesse per la nostalgia, ma guai a svelarlo al diretto interessato, adesso e’ diventato un duro…

  2. Scritto da Paolo

    Si sarà mica arruolato con l’Isis?