BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Riforma Fornero, no della Corte costituzionale al referendum leghista

No dei giudici costituzionali alla ammissibilità del referendum sulla legge Fornero di riforma delle pensioni. "La Corte costituzionale, nell’odierna camera di consiglio - si legge in una nota di Palazzo della Consulta - ha dichiarato inammissibile la richiesta di referendum relativa all’articolo 24

Più informazioni su

No dei giudici costituzionali alla ammissibilità del referendum sulla legge Fornero di riforma delle pensioni. "La Corte costituzionale, nell’odierna camera di consiglio – si legge in una nota di Palazzo della Consulta – ha dichiarato inammissibile la richiesta di referendum relativa all’articolo 24 (Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici) del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 (Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici), convertito in legge, con modificazioni, dall’articolo 1, comma 1, della legge 22 dicembre 2011, n. 214, nel testo risultante per effetto di modificazioni e integrazioni successive". La sentenza, con le motivazioni della decisione, sarà depositata "entro i termini previsti dalla legge".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da La verità fa male

    Vedo che i sapientoni sinistri (anzi i soliti due o tre sfigati che cambiano continuamente nick names ma dicono sempre le solite cose) non sanno distinguere tra “tasse” (referendum in materia fiscale, vietato per costituzione) e “pensioni” (materia previdenziale, in teoria non vietata). Li erudisco: le tasse finanziano i servizi della collettività intera, i contributi (specialmente adesso con il sistema contributivo) finanziano la futura pensione del tizio che li versa

    1. Scritto da Barbanzok

      E l’inps in tal caso chi la fa stare in piedi ? Mia sorella ? E il bilancio dello Stato ? Per inciso, raccontami dove prende poi salvini i 15/20 MILIARDI all’anno che servirebbero ? Ce l’ha tenuto nascosto !

  2. Scritto da Luca Lazzaretti

    La costituzione parla chiaro: sulle materie fiscali il referendum è inammissibile…la lega lo sa bene ma serviva per fare un po’di casino. Pensate se passasse il referendum: volete voi abolire le tasse?

    1. Scritto da + verande x tutti

      Fisco=agenzia entrate. Pensioni=Inps. Oppure anche i contributi sono imposte mascherate?Se fosse così i titolari di megapensioni perderebbero il diritto di percepirle. Benissimo. Che ne pensa a tal proposito il sig. giuliano amato, che prende 31000 euro al mese, e che è canditato a diventare presidente? In ogni caso perchè hanno paura del parere dei cittadini? Te lo dico io: perchè non tutti credono ai media come te e quindi non riescono a pilotare tutti le votazioni.

      1. Scritto da 2 maroni

        Non leggere sempre e solo i soliti giornaletti , i 31.000 non esistono e sono stati smentiti 8 milardi di volte

    2. Scritto da Fabio

      Hai perfettamente ragione: bisogna essere più maliziosi dei leghisti per derubare di soldi e diritti a norma di legge i cittadini lavoratori da una. Ci pensarono i professoroni della Bocconi, insigniti del titolo di senatore a vita prima ancora di cominciare a fare qualcosa.

  3. Scritto da andrea

    e vi stupite? hanno troppa paura del popolo , e le decisioni di re Giorgio avrebbero dovuto farvelo capire

    1. Scritto da Luigi

      No io mi stupisco che ci sia ancora gente come lei che crede al Salvini di turno. Si sapeva prima della pagliacciata delle firme che non si poteva fare il referendum, per di più su una legge che era cambiata nel frattempo!

    2. Scritto da Ascuàlmar

      Referendum giustamente cassato perchè totalmente improponibile e lo sapevano benissimo. Pensa quanto tempo e quanti soldi buttati sapendo perfettamente che un referendum di questo tipo non è e non sarà mai ammissibile. E’ come fare un referendum per abolire le tasse. Ridicolo.

      1. Scritto da vainnacc'te

        Ridicola è la tua posizione: inammissibili sono i referendum che interferiscono sul bilancio dello stato, mica su quello dell’inps. La corte ha fatto un sopruso. Se poi tu sei felice e contento della decisione fatti tuoi, un Tafazzi in più cambia poco. Mi raccomando, colpisci duro! Che fenomeni che c’è in giro!

        1. Scritto da Furbù

          Nel senso che l’eventuale fallimento dell’inps non riguarda il bilancio italiano e , leggermente, anche la possibilità di mangiare per qualche milione di italiano ? Genietto !

  4. Scritto da loris

    mica c’è da stupirsi!!..con giudici (imparziali) della sinistra.. intanto a noi ci succhiano il sangue! al popolo ultimamente (diversi anni a sta parte) non è permesso decidere piu niente!VIVA LA NOSTRA TANTO SBANDIERATA DEMOCRAZIA ITALIANA!

  5. Scritto da Andrea

    Non si legifera in materie complesse a colpi di referendum il cui esito determinerebbe un danno peggiore del danno che si vuole eliminare. La lega lo sa, ma in questa fase politica è impegnata a raccogliere il consenso dei cocci del Pdl e quindi quialsiasi espediente va bene, da Greta a Monella, da Monella alla fornero. Avanti popolo, anzi populismo.

    1. Scritto da il polemico

      da quello che scrivi,meglio lasciare tutto come è adesso,importante è non darla vinta alla lega……c’è da agiungere altro?non credo

      1. Scritto da Andrea

        No!
        Maroni quando fu ministro introdusse il c.d. scalone che innalzava di colpo l’età pensionabile, anticipando di fatto gli effetti distorsivi della riforma fornero, Lo scalone fu poi tolto da Prodi con un’apposita legge, non con un referendum che avrebbe creato un vuoto legislativo. La lega porti in parlamento un provvedimento condiviso: se è corretto i voti non mancheranno

  6. Scritto da ANTONIO

    TUTTI IN PIAZZA MA ALMENO 5 MILIONI SU ROMA – BASTA –
    SE NON CI SI SVEGLIA SAREMO TUTTI MORTI SENZA PENSIONE – DOVE SONO I GIOVANI ??????

    1. Scritto da Scarso

      Le baionette erano 8 milioni.

  7. Scritto da schifato

    Qualcuno pensa ancora che in italia esista la democrazia??

    1. Scritto da Kepalle

      Che c’entra ? La costituzione prevede che certi referendum non si possono fare e a ragione !!

    2. Scritto da no

      Dopo tre governi nominate e non eletti da nessuno,dopo la decisione di non far nemmeno votare il referendum direi propiop di NO!

      1. Scritto da Giovanni

        I governi non si eleggono, si fanno in Parlamento formato dalle elezioni. Adesso faccio un disegnino per farlo capire bene. Ma quante volte mi tocca dire queste cose in giro nei forum?

        1. Scritto da giacomo

          Lei che va in giro nel forum a spiegare come so fanno i governi in Italia,ha capito quello che ha scritto? Ci faccia poi un disegnino per spiegarci le primarie on Liguria dai.

    3. Scritto da alvise

      su alcune materie non sono permessi referendum..

  8. Scritto da + verande x tutti

    Quindi tutti i contributi che paghiamo, visto che la pensione non la prenderemo, continueranno ad andare nelle voraci casse dello stato, che con questa sentenza si è confermato essere ladro, farabutto ed autoreferenziale. Da oggi inizio lo sciopero fiscale: se vogliono emettermi lo scontrino piuttosto non compro.

    1. Scritto da De Sciules

      I contributi che paghi vanno nelle casse dell’inps che , senza l’intervento Fornero, sarebbero andate alla malora per malagestione precedente. Insieme allo Stato italiano

      1. Scritto da Dolores

        al signor de sciules (in dialetto si scriverebbe s-ciules) faccio i complimenti, perchè riesce a credere che la legge fornero, che penalizza anche lui, sia stata “obbligata”. Si sono invece limitati a usare quei soldi per darli a mps, jp morgan, e a salvare qualche banca tedesca. In caso contrario sarebbero migliorati i conti, invece è successo il contrario. Ma i piddini sono tutti furbi come lui?

        1. Scritto da Mukela !

          Fino ad ora con mps lo stato ci ha solo guadagnato (i fatti sono fatti, capitale quasi tutto restituito e 8% di interessi ), se vuoi i soldi li ha persi (una cifra enorme) con quote latte,alitalia ecc (solo per citare un paio di motivi), senza contare la corruzione, immobilismo, gli affari propri ecc , il resto (jp morgan e banche tedesche appartengono solo ai tuoi incubi notturni). Furbacchione, col tuo partito hai mandato alla malora l’italia e mi vieni a parlare di battute di spirito?

      2. Scritto da + verande x tutti

        Ti rendo noto che le casse dell’inps sono state saccheggiate molto di più negli ultimi quattro anni. La palla delle gestioni precedenti non regge più xkè i bilanci parlano chiaro. La commissione europea aveva certificato che la gestione contributiva italiana reggeva ben prima della legge fornero. Racconti frottole solo per motivi ideologici, senza sapere un tubazzo di conti reali. Pagando di + rubano di +, altrimenti il debito pubblico sarebbe calato. Non ci arrivi da solo?

      3. Scritto da chipaga

        Il Lazio segna un tasso di copertura del 109,5%. Il Veneto
        un tasso di copertura del 104,74 (contro una media nazionale del 75%) . Trentino A.A (100,9%). Poco al di sotto del 100% troviamo la Lombardia (97,9%) e l’Emilia Romagna (83,8%). .Preoccupante e’ la situazione delle regioni del Sud.A partire dal fanalino di coda, la Calabria, che frilevare unndice del 26,6%, preceduto dalla Sicilia (31,8%), Campania (39,8%),Basilicata (40,2%) e Puglia (42,9%).