BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’atalantino Dramè: “Non si generalizzi, i musulmani sono buoni”

Il terzino nerazzurro parla degli attentati di Parigi: "Chi ha fatto quelle cose è semplicemente un assassino. Ma è sbagliato generalizzare: come per ogni religione ci sono i musulmani buoni e quelli cattivi".

Più informazioni su

"Chi ha fatto gli attentati di Parigi è semplicemente un assassino". Il terzino dell’Atalanta Boukary Dramè parla per la prima volta dei fatti che due settimane fa hanno sconvolto il mondo. Lui, nato in Francia e di fede musulmana (ha origini senegalesi e gioca per la nazionale del Senegal), intervistato da Rai Sport durante "Il processo del lunedì" ha commentato i tragici fatti parigini difendendo, prima di tutto, la sua religione: "Generalizzare è sempre sbagliato – ha spiegato il terzino ex Chievo – perché come in tutte le fedi, anche tra i musulmani ci sono delle persone buone e delle persone cattive. Le religioni, del resto, chiedono solo il bene. Chi ha fatto gli attentati di Parigi è semplicemente un assassino e non ha nulla a che vedere con la mia fede. Nello spogliatoio non ho mai avuto problemi con i compagni, anzi, qualcuno mi ha anche fatto delle domande, incuriosito. Io ho grandissimo rispetto per le donne, sono cresciuto così: che siano giovani o meno giovani, ragazzine o madri, io non manco mai di rispetto a nessuna donna. Il ramadan? Cerco di farlo, quando posso, ma quest’anno capita nel mese di giugno, un periodo troppo caldo che potrebbe mettere a rischio la mia salute".

Infine una battuta su Carlo Tavecchio, il presidente della Figc finito al centro delle polemiche la scorsa estate per una frase razzista ("Opti Pobà mangiava le banane, ora gioca nella Lazio"): "Tutti possono sbagliare – ha commentato -, anche in questo caso non è giusto attaccare subito una persone perché ha detto uan cosa che non va".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni

    Qua nessun commento islamofobo. Come mai?

    1. Scritto da ugos

      lo sport unisce non divide

    2. Scritto da pablo

      perchè quando si parla di fede (in questo caso nella dea, ma vale in ogni caso) il cervello si spegne. se uno CREDE, non gli serve PENSARE.