Legge di stabilità

Sforbiciate alle Regioni Lombardia la più colpita Tagli per 751 milioni

I 4 miliardi di tagli chiesti dal Governo alle Regioni andrebbero a colpire in modo significativo la Lombardia, alla quale verrebbe richiesto un sacrificio da 751 milioni di euro: inciderebbe per il 13,9% sulla spesa non sanitaria.

Si avvicina la resa dei conti per le Regioni, alle prese con complicati calcoli per individuare le voci da tagliare per arrivare ai famosi 4 miliardi di risparmi previsti dalla Legge di Stabilità: i Governatori sono alla ricerca di un accordo sui sacrifici, per evitare la “sforbiciata” automatica da Roma.

In quel caso la più penalizzata sarebbe la Lombardia: secondo calcoli effettuati dal Centro Studi ReAl Sintesi, che ha tenuto conto del numero di abitanti e del Pil, il Pirellone, leader in Italia per entrambe le voci, dovrebbe rinunciare a oltre 750 milioni di euro. La spesa non sanitaria, oggi 5,3 miliardi, verrebbe tagliata di quasi il 14%, quella sanitaria, 17,5 miliardi, del 3,3%.

Il capitolo Sanità è quello più delicato e che i Governatori avrebbero voluto tenere al riparo dai tagli ma la spesa in questo settore è troppo ampia per non essere toccata: a rischiare sono quindi le Asl locali e gli ospedali ma anche trasporto pubblico e l’amministrazione generale delle regioni.

Il Governo ha stabilito soltanto la cifra da raggiungere e non più gli ambiti nei quali attuare i tagli: ora tocca ai Governatori, con piena libertà di scelta, stabilire i settori da alleggerire e in che misura.

La Lombardia viene superata per tagli percentuali sulla spesa non sanitaria solamente dall’Emilia Romagna (18,4%) dove la rinuncia complessiva ammonta però a 326 milioni. A livello nazionale, tenendo conto delle variabili prese in considerazione per il calcolo, sono le Regioni del Centro-Nord quelle a cui vengono richiesti i maggiori sacrifici: complessivamente il taglio medio a livello extra-sanitario è dell’11,5%. Per le Regioni a statuto speciale gli unici tagli significativi sono quelli chiesti alla Sardegna: 273 milioni, il 9% della spesa non sanitaria e il 4,3% di quella per la sanità.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Generico
Regione lombardia
Trasporto pubblico, tagli per 50 milioni di euro Rischio aumento tariffe
Regione Lombardia
Il caso
Non tagliateci i vitalizi 54 ex del Pirellone fanno ricorso al Tar
Sorte con i pendolari
Treni
Sorte ai pendolari: “Miglioreremo il servizio C’è massimo impegno”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI