BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Danneggiata l’auto di don Gabriele, prete vicino agli stranieri

Sabato notte un gruppo di vandali ha prelevato un mattone dalla facciata del palazzo comunale e ha danneggiato la Fiat Punto del sacerdote, molto attivo in paese e vicino ai ragazzi stranieri. Solidarietà da parte dei cittadini e del sindaco.

 Atto vandalico contro il curato di Covo. Nella notte tra sabato e domenica 18 gennaio i soliti ignoti hanno preso di mira l’auto di don Gabriele Battaini.

Il raid è avvenuto alle prime luci dell’alba, dopo che i volontari della protezione civile che pattuglia le vie del paese per garantire la sicurezza dei cittadini, aveva finito il turno della notte.

Un gruppo di ragazzi, almeno due secondo quanto ricostruito, ha prelevato un mattone dalla facciata del palazzo comunale e lo ha lanciato contro la Fiat Punto del sacerdote, parcheggiata di fronte all’oratorio. Una volta rotto il finestrino, i vandali hanno provocato alcuni danni all’abitacolo, facendo saltare le manopole del cruscotto. 

Don Gabriele si è accorto dell’accaduto poco dopo, una volta alzatosi per celebrare la funzione religiosa domenicale.

Resta da capire se si sia trattato di una bravata di un gruppo di ragazzi, o di un atto intimidatorio. Il sacerdote, a Covo da nove anni, è ben voluto da tutti e non ha mai subito alcun episodio di questo tipo. Molto attivo e impegnato nel sociale, ha saputo anche rilanciare le attività oratoriali e ha accolto numerosi ragazzi. Tra loro anche alcuni stranieri, che ha aiutato a inserirsi nella comunità covese. Un’attitudine che, forse, a qualcuno in paese non è piaciuta.  

Dopo l’atto vandalico subito, don Gabriele ha ricevuto la solidarietà di molti cittadini. Tra loro anche il sindaco Andrea Capelletti, molto legato anche a livello personale al prete con il suo impegno nelle attività oratoriali: "A nome di tutta l’amministrazione comunale – ha commentato Capelletti – esprimo piena solidarietà a don Gabriele per il vile atto vandalico subito nella prima mattinata di domenica.

Un atto spregevole e vergognoso, tanto più perché perpetrato ai danni di una persona che spende la propria vita al servizio della comunità tutta, in ogni modo e con ogni mezzo. Questo non fermerà di certo la sua attività e quella dei ministri che portano il messaggio evangelico. L’intera comunità gli è vicina".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.