BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Allarme Oxfam: nel 2016 l’1% della popolazione più ricco del resto del mondo

Secondo il rapporto dell'Oxfam diffuso alla vigilia del World Economic Forum di Davos aumenta sempre di più il divario tra ricchi e poveri: nel 2016 l'1% della popolazione mondiale sarà più ricco del restante 99%.

Più informazioni su

I ricchi sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri nonostante la crisi: la denuncia arriva dall’Oxfam che, nel suo rapporto annuale presentato alla vigilia del World Economic Forum di Davos, ha annunciato che nel 2016 l’1% della popolazione sarà più ricco di tutto il resto del mondo.

Secondo l’Oxfam, confederazione di 17 Organizzazioni non governative che combattono la povertà in più di 100 Paesi, i più ricchi del pianeta sembrano non aver fatto una piega di fronte alla crisi economica: anzi, hanno visto aumentare i propri patrimoni del 48% della ricchezza mondiale, rispetto al 44% registrato nel 2009.

Non è l’unico aspetto della “Grande disuguaglianza” sottolineato dall’Oxfam che ha rilasciato una serie di numeri impressionanti:

– dalla fine degli anni ’70 a oggi i più ricchi non solo guadagnano di più ma pagano anche meno tributi perchè la tassazione per loro è diminuita in 29 paesi su 30;

– circa metà della ricchezza mondiale è detenuta dall’1% della popolazione;

– il reddito dell’1% delle famiglie del mondo ammonta a 110.000 miliardi di dollari, pari al 46% della ricchezza globale e 65 volte il totale della ricchezza della metà della popolazione più povera del mondo;

– il reddito di 85 super ricchi equivale a quello di metà della popolazione mondiale;

– sette persone su 10 vivono in paesi dove la disuguaglianza economica è aumentata negli ultimi 30 anni.

Dando uno sguardo continente per continente l’osservazione dell’Oxfam sull’Europa è la seguente: la politica di austerity è stata imposta alla classe povera e alle classi medie a causa dell’enorme pressione dei mercati finanziari, dove i ricchi investitori hanno invece beneficiato del salvataggio statale delle istituzioni finanziarie.

“Il rapporto dimostra, con esempi e dati provenienti da molti paesi, che viviamo in un mondo nel quale le élite che detengono il potere economico hanno ampie opportunità di influenzare i processi politici, rinforzando così un sistema nel quale la ricchezza e il potere sono sempre più concentrati nelle mani di pochi, mentre il resto dei cittadini del mondo si spartisce le briciole – afferma Winnie Byanyima, direttrice di Oxfam International -. Un sistema che si perpetua, perché gli individui più ricchi hanno accesso a migliori opportunità educative, sanitarie e lavorative, regole fiscali più vantaggiose, e possono influenzare le decisioni politiche in modo che questi vantaggi siano trasmessi ai loro figli”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    1%, i ricconi hanno scelto come amici i politici così li manovrano come vogliono. I politici si lasciano corrompere facilmente. Il gioco è facile, il divario tra ricchi e poveri aumenterà sempre di più.
    Siamo così incapaci che distruggiamo la terra sperando che non succeda.

  2. Scritto da Bortolo

    Bgnews intende stare con 99% o con 1%?