BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seminario pubblico del M5S: come sfruttare i fondi europei

Nell’ambito di una proficua e decisa collaborazione tra Parlamento Europeo, amministrazioni locali e territorio, i rappresentati del Movimento 5 Stelle in Europa e in Regione Lombardia, Marco Zanni e Dario Violi, hanno invitato più di 90 sindaci della provincia e numerose realtà produttive e rappresentative a Bergamo per un Seminario pubblico sui Fondi Diretti Europei, che si terrà presso la Sala Angeli alla Casa del Giovane, in via Gavazzeni 13, sabato 17 gennaio dalle 9 alle 12.

Più informazioni su

Nell’ambito di una proficua e decisa collaborazione tra Parlamento Europeo, amministrazioni locali e territorio, i rappresentati del Movimento 5 Stelle in Europa e in Regione Lombardia, Marco Zanni e Dario Violi, hanno invitato più di 90 sindaci della provincia e numerose realtà produttive e rappresentative a Bergamo per un Seminario pubblico sui Fondi Diretti Europei, che si terrà presso la Sala Angeli alla Casa del Giovane, in via Gavazzeni 13, sabato 17 gennaio dalle 9 alle 12.

Il Seminario, tenuto dall’esperto di fondi europei ed europrogettazione Andrea Boffi, ha l’obiettivo di informare i rappresentanti delle amministrazioni locali, i cittadini e le imprese del territorio sulle opportunità che l’Europa, tramite fondi diretti, mette a loro disposizione per crescita, innovazione, internazionalizzazione, riqualificazione energetica degli edifici, infrastrutture, riqualificazione aree pubbliche e sociale, cultura.

Si cercherà quindi di favorire un meccanismo di collaborazione e scambio diretto tra amministrazioni locali, tessuto socio-economico ed Europa tramite la mediazione dell’Europarlamentare Marco Zanni, che fungerà da portavoce delle loro istanze presso le istituzioni europee. "Si tratta di un incontro – ha dichiarato Zanni – che costituisce il primo passo di un più articolato percorso di collaborazione e conoscenza con il territorio che intendiamo perseguire in questi cinque anni. L’occasione per cominciare a costruire un ponte diretto tra l’Europea, la provincia di Bergamo e quanto di meglio essa ha da esprimere e valorizzare." "E’ giunta quindi l’occasione per i comuni e il territorio – ha proseguito il Consigliere Violi – di mettersi in gioco cercando di valorizzare al meglio le opportunità che l’Europa ha da offrire, in modo che essa non appaia più dei cittadini."

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    Ma invece di criticare, perché non apprezzate il fatto che solo il M5S proponga interessanti incontri di approfondimento, per tutti ? Possibile che dobbiate sempre criticare a prescindere ?

  2. Scritto da Marzia

    Infatti vedo tantissimi commenti di questi signori. Non sanno piu cosa inventare per farsi un po di pubblicita. Il blog del loro padrone fa acqua da tutte le parti, forse chiedono un po di soldi per lui. Vedremo quanta gente andra.

    1. Scritto da Luigi

      Ci andranno in pochi, perché in pochi capiscono qualcosa in Italia. O sono dei geni quelli che ci hanno condotto in questo baratro (non certo i grillini)?

    2. Scritto da dario

      “Se non puoi battere un avversario, alleati a lui…..” Vecchio adagio che regge sempre. Se non si può mandare a casa tutti i membri di questo sistema corrotto, ciucciamone almeno un po’ le risorse. Ineccepibile!

  3. Scritto da tino

    Ma non volevano uscire dall’ euro ? I fondi fanno comodo …

    1. Scritto da Alberto

      Parlare tanto per dare aria alla bocca, sport italico d’eccellenza: lo sa che l’Italia versa ogni anno 7,5 mld di euro più di quanto riceva, all’Europa? Sa che i fondi europei non sono altro che redistribuzione di quote versate dai vari Stati?