BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Santa Caterina, Gandi risponde all’opposizione: “In 5 anni fatto nulla”

“La nostra ordinanza viene oggi parzialmente sospesa solo perché qualcuno per 5 anni non ha fatto nulla per risolvere il problema”: l’assessore alla sicurezza Sergio Gandi entra nel merito della decisione del Tar regionale, subito dopo aver letto le motivazioni, rese note nel pomeriggio di giovedì 15 gennaio, della conferma della sospensiva riguardante l’ordinanza emessa dal Comune di Bergamo a dicembre 2014.

Più informazioni su

“La nostra ordinanza viene oggi parzialmente sospesa solo perché qualcuno per 5 anni non ha fatto nulla per risolvere il problema”: l’assessore alla sicurezza Sergio Gandi entra nel merito della decisione del Tar regionale, subito dopo aver letto le motivazioni, rese note nel pomeriggio di giovedì 15 gennaio, della conferma della sospensiva riguardante l’ordinanza emessa dal Comune di Bergamo a dicembre 2014.

Il vicesindaco non risparmia anche una risposta a tono alle polemiche scatenate dall’opposizione: “Qualcuno, prima di fare qualche dichiarazione avventata ai giornali, dovrebbe leggere i provvedimenti. Se gli schiaffi, invece che l’amministrazione, li avesse presi lui da piccolo, sarebbe uscito con un’impronta diversa e con una pazienza maggiore. L’ordinanza viene sospesa solo parzialmente, confermando la decisione che il presidente del Tar aveva preso lo scorso dicembre, confermando che le ragioni del Comune comunque sussistono. Viene riconosciuto che l’impostazione complessiva non è illegittima, ma viene sospeso il provvedimento solo perché non ne viene riconosciuta l’urgenza: questo poiché il problema si è presentato nel 2009. Sono soddisfatto di quanto fatto finora: almeno qualcuno si è finalmente posto il problema e ha cercato di risolverlo”.

Il Tar raccomanda ora un percorso di dialogo, riconoscendo di nuovo indirettamente e almeno parzialmente le ragioni del comune e chiedendo di avviare un nuovo corso entro 100 giorni a partire da oggi. “Abbiamo sempre cercato e favorito la via del dialogo – continua Gandi – e continueremo a farlo d’ora in avanti: finora la disponibilità a cambiare la situazione da parte di qualcuno è stata molto limitata, con tutto il rispetto nei confronti dei numerosi giovani che in questo momento particolare avviano attività lavorative anche con coraggio. La strada ora sembra essere quella di disciplinare la situazione con un regolamento, strumento che possa essere stabile e non solo far fronte ad una situazione contingente.” Infine Gandi ha dimostrato come, da quando si è insediata l’amministrazione Gori, i tentativi di governare la situazione e le conseguenti sanzioni siano decisamente impennate: nel 2014 son state comminate 167 sanzioni per violazione del codice della strada, di cui ben 147 tra giugno e novembre; 2 violazioni dell’ordinanza “no vetro” sempre tra giugno e novembre; 22 sanzioni per schiamazzi sempre nello stesso arco di tempo sulle 24 dell’intero 2014.

 

 ASCOLTA L’AUDIO 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stelio

    Conta il qui e ora. La dietrologia e’ sinonimo di fallimento. Se si promette il cambio di passo lo si deve attuare a ragion veduta. Invece si sta dimostrando il solito trito e neanche originale slogan elettorale. Guardate a quello che fate (o non riuscite a fare) voi che se dovessimo guardare indietro ce ne sarebbero di cose da imputare soprattutto al centrosinistra.

    1. Scritto da giggi

      all’incirca d’accordo, solo che queste reazioni avvengono sempre dopo gli attacchi di chi, appunto, prima non ha fatto nulla. chiunque fosse.

  2. Scritto da Saverio

    Sono allibito. Il comune fa un’ordinanza valida fino a gennaio, il TAR la sospende quasi subito ed oggi ne conferma la sospensione. L’ordinanza, dunque, non si è mai applicata e Gandi non fa alcuna autocritica?

  3. Scritto da gigi

    Avrebbe fatto più bella figura ad ammettere di avere toppato. E invece come al solito mille scuse e il triste tentativo di scaricare le colpe sulle precedenti amministrazioni..

    1. Scritto da giggi

      che non è vero che le precedenti non hanno cavato un ragno dal buco? e le proposte delle attuali opposizioni? discutere intorno a un tavolo, evvai!

      1. Scritto da gigi

        Ah quindi invece del dialogo molto meglio imporre un’ordinanza che é stata subito sospesa. Questo si che é un ottimo lavoro! Ma per favore..

        1. Scritto da giggi

          parlare per non far niente, in italia è così. e vediamo come siamo messi.