BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tragedia Air Asia “L’aereo esplose in volo” Recuperate le scatole nere

L'aereo malese dell'Air Asia schiantatosi nel mare di Giava il 28 dicembre scorso con 162 persone a bordo sarebbe esploso in volo e non in seguito all'impatto con l'acqua: a sostenerlo sono alcuni esperti citati da Sky News.

Più informazioni su

Il volo QZ8501 dell’Air Asia che lo scorso 28 dicembre era precipitato nel mare di Giava con 162 persone a bordo sarebbe esploso prima dell’impatto con l’acqua: l’aereo si sarebbe spezzato a mezz’aria perchè la cabina non poteva adattarsi al cambiamento improvviso della pressurizzazione in seguito ad una brusca discesa.

E’ questa la nuova ipotesi sulla dinamica dell’incidente, formulata da alcuni esperti: le precedenti parlavano di un aereo entrato in fase di stallo dopo un’ascesa troppo verticale che avrebbe fatto perdere il controllo ai piloti o di un tentativo finito male di atterraggio d’emergenza sull’acqua.

Analizzando i dati raccolti finora, invece, l’agenzia meteorologica indonesiana sostiene la teoria dei motori ghiacciati dall’intenso maltempo che imperversava sulla zona in quei momenti. I due piloti, poco prima che l’aereo sparisse dai radar, avevano fatto esplicita richiesta di salire di quota per evitare le nubi temporalesche ma la risposta arrivò troppo tardi, e in ogni caso fu negativa a causa della compresenza di altri velivoli che viaggiavano sulla rotta alternativa indicata dai piloti.

I sommozzatori, intanto, dopo aver riportato in superficie la coda del velivolo hanno recuperato anche la seconda scatola nera: solo dopo un’approfondita analisi si potranno delineare meglio le reali cause che hanno portato al disastro.

Nel frattempo, però, continuano ad emergere particolari drammatici legati alla vicenda: quel giorno il volo QZ8501 non aveva il permesso di decollare in quanto la licenza quotidiana per la tratta Surabaya-Singapore era scaduta a ottobre e la concessione per la stagione invernale era limitata alle giornate di lunedì, martedì, giovedì e sabato (l’incidente è avvenuto di domenica). Ora il permesso è stato sospeso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.