BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Anno 1985, che ricordi: fuori dalla caserma in mutande e canotta”

Continuano i ricordi della storica nevicata del 1985. In redazione è arrivata anche la testimonianza di Ermanno Baldassarre, presidente dell'ordine degli avvocati Bergamo. In quei giorni era a Merano per il servizio militare.

Più informazioni su

Continuano i ricordi della storica nevicata del 1985. In redazione è arrivata anche la testimonianza di Ermanno Baldassarre, presidente dell’ordine degli avvocati Bergamo. In quei giorni era a Merano per il servizio militare.

Cara Direttrice,

indimenticabile la nevicata dell’84/85. Ero a Merano, alle forzose dipendenze dell’amministrazione statale da sei mesi. Iniziò a nevicare senza sosta e la sera, con assoluta incoscienza, oggi condotta improponibile – e comunque sconsigliabile -, intorno alle ventidue, prese da irrefrenabile gioia e positività, tutte le camerate si proiettarono nel piazzale della caserma Leone Bosin, praticamente in mutande e canottiera, a fare a palle di neve.

Niente nonnismo, peraltro mai praticato durante il mio soggiorno al Comando di Brigata, ma puro e sano divertimento. Seguirono servizi di guardia a meno 19 gradi, con turni ridotti da due a mezz’ora per il freddo cane, nulla potendo fare alcun capo d’abbigliamento. Certamente peggio di me il mio fraterno amico Alberto Gottardi, costretto a montare di guardia in polveriera a Vipiteno con temperature che sfioravano i meno trenta … Grazie, buon anno e molti cordiali saluti.

Ermanno Baldassarre

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Carrista

    Nono 84 presente. Maniago Friuli spalar neve nei piazzali della caserma e montare di guardia.

  2. Scritto da Marco Cimmino

    Ahahah Ermanno, non lamentarti: pensa a Punta, che era a Vipiteno a -36! A Merano eravamo dei privilegiati…

  3. Scritto da bepi

    Giova ricordare che allora si viaggiava sul cassone scoperto, eravamo pagati ben 2000 lire al giorno (1 euro), ora i professionisti con ben altro abbigliamento quanto prendono? E di sicuro non stanno più sul cassone. E’ vero anche che non ci sono praticamente più lombardi negli alpini.

  4. Scritto da Andrea Bugada

    In quel periodo ero anch’io di stanza a Merano, ma alla caserma Rossi presso la sede del Battaglione Edolo. C’erano dai 25 ai 30 cm di neve ma un freddo boia che di notte raggiungeva anche i -20°. Il colmo dei colmi che da Allievo Graduato Istruttore, nonostante la nevicata ed il freddo, ci siamo recati a Salorno (BZ) sul confine tra la prov. di BZ e quella di TN, sui cassoni dei camion. Divertimento assoluto che rimpiango.