BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo Basket, missione compiuta sul parquet di Lecco

Per la formazione bergamasca, ora solitaria all’ottavo posto della classifica a quota 16 punti, vittoria che vale doppio in chiave playoff e che avvicina ancor di più i gialloneri alla parte alta della classifica.

Inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno della Co.Mark Bergamo Basket 2014, che non solo si aggiudica l’importantissimo match sul campo di Lecco, ma riesce anche a ribaltare la differenza canestri dopo la rocambolesca sconfitta di 4 punti maturata all’andata. Per la formazione bergamasca, ora solitaria all’ottavo posto della classifica a quota 16 punti, vittoria che vale doppio in chiave playoff e che avvicina ancor di più i gialloneri alla parte alta della classifica.

Mascherpa-De Angelis-Dagnello-Pizzul-Capitanelli lo starting five scelto da coach Meneguzzo, mentre lo staff tecnico orobico propone in quintetto la sorpresa Guffanti oltre ai soliti Magini-Bona-Cortesi-Chiarello. Polveri bagnate a inizio gara per entrambi le contendenti, con i soli canestri di Guffanti e Capitanelli nei primi 4 minuti di gioco. Bona e Magini danno il via al primo break della gara: Bergamo realizza 4 triple in rapida successione e allunga fino al 16-6, chiudendo in vantaggio 18-10 il primo parziale. Nel secondo quarto subito a bersaglio i lunghi delle rispettive squadre, con un ottimo Masper che risponde colpo su colpo a Capitanelli. L’ormai classica tripla di Zanelli in uscita dai blocchi sigla il 27-17 BB14 al 14’, con la difesa bergamasca capace di imbrigliare l’attacco locale e a non far prendere ritmo al sorvegliato speciale Mascherpa. La panchina lecchese cerca di mescolare le carte giocando per larghi tratti col doppio lungo, la Co.Mark non si scompone e con una tripla di Mercante chiude avanti 35-24 i primi venti minuti di gioco. Un solo cambio nei dieci che danno il via al secondo tempo, con Piunti al posto di Pizzul. 2 triple di Todeschini e un canestro di Dagnello confezionano l’8-0 di parziale a inizio terzo quarto (35-32 BB14 al 24’) che riapre completamente i giochi. Il prematuro quarto fallo di Cortesi non aiuta Bergamo, che realizza solo 3 punti in 8 minuti. La partita è accesa e spigolosa, la posta in palio è alta e i protagonisti in campo lo sanno benissimo. La coppia arbitrale fatica a tenere in mano la contesa, fischiando molto e scontentando entrambe le panchine. Anche la Co.Mark gioca parecchi minuti col doppio lungo in campo: Masper è concreto e presente, mentre Chiarello realizza due tiri liberi importanti nel momento di maggiore difficoltà offensiva orobica. Sotto canestro non si va tanto per il sottile, e dopo Cortesi anche Capitanelli e Piunti devono far fronte a una pesante situazione falli. Le triple di Magini e Zanelli ridanno inerzia ai bergamaschi, che chiudono il terzo quarto avanti 46-40. L’ultimo quarto non inizia sotto i migliori auspici: un gioco da tre punti di Piunti, il 5’ fallo di Guffanti e una tripla di uno scatenato Todeschini portano in un amen il punteggio sul 46 pari. La reazione della Co.Mark al momento di difficoltà è da grande squadra, con Masper che realizza 6 punti di fila e costringe al 5’ fallo Piunti, mentre un intraprendente Magini sigla il 54-46 con cui i bergamaschi tornano a condurre la gara. Il 5’ fallo di Dagnello scatena le ire di coach Meneguzzo, a cui viene fischiato il secondo tecnico e la conseguente espulsione dal campo di gioco. Masper monetizza con tre su tre ai liberi, la difesa giallonera continua a fare egregiamente il suo lavoro e il punteggio all’ingresso negli ultimi 5 minuti di gioco dice 58-49 per Bergamo. Mascherpa prova a ripetere gli ultimi incredibili minuti della gara di andata, segnando lui stesso e innescando i compagni, con Lecco che accorcia così sul 57-62 a 2 minuti dal termine. Cortesi è un leone a rimbalzo, e un suo assist innesca la schiacciata in contropiede di Mercante che non lascia dubbi su chi porterà a casa i due punti in palio.

Partita finita? Tutt’altro, visto che c’è una importantissima differenza canestri da curare, ed entrambe le formazioni ne sono a conoscenza. Sono 4 liberi di Marco Bona a permettere alla Co.Mark di chiudere sul 69-64, ribaltando così il 68-72 della gara di andata e guadagnando un prezioso vantaggio in caso di un ipotetico arrivo a pari punti.

Provato dalla concitazione del match, ma comprensibilmente soddisfatto del risultato coach Alessandro Galli: "Abbiamo giocato un’ottima partita difensiva nel primo tempo, cadendo però ancora in qualche nervosismo di troppo nella ripresa, perdendo quella serenità per noi necessaria per giocare sempre ad alto livello. Le triple di Magini e Zanelli ci hanno permesso di tornare avanti nel punteggio nel momento decisivo del secondo tempo e da lì è stata ancora la nostra difesa a fare la differenza".

Questa l’analisi di Jacopo Mercante: "Vittoria fondamentale per noi e nata da una buona prestazione difensiva, mentre in attacco possiamo e dobbiamo essere più fluidi nel muovere la palla. Domenica ci sarà a Bergamo la Fortitudo: ci aspetta una settimana di duro lavoro per farci trovare pronti all’appuntamento".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.