BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Viaggio sul Serio” Nuova pista ciclopedonale a Seriate verso Expo

Grazie a Expo, Regione Lombardia, Parco Regionale del Serio e comune di Seriate in arrivo una nuova pista ciclopedonale nella città seriatese, inserita in un più ampio progetto di promozione e sviluppo del turismo sostenibile in vista dell’Esposizione universale.

Grazie a Expo, Regione Lombardia, Parco Regionale del Serio e comune di Seriate in arrivo una nuova pista ciclopedonale nella città seriatese, inserita in un più ampio progetto di promozione e sviluppo del turismo sostenibile in vista dell’Esposizione universale. La realizzazione del nuovo itinerario ciclo-turistico è stata presento nella sede del Parco Regionale del Serio, a Romano di Lombardia, alla presenza di Claudia Terzi, assessore regionale all’Ambiente, Dimitri Donati, presidente del Parco regionale del Serio, Cristian Vezzoli, sindaco di Seriate, e Achille Milesi per il Plis del Serio Nord.

L’Assessorato all’Ambiente del Pirellone ha messo a disposizione dei 23 parchi regionali risorse economiche pari a 8 milioni di euro per l’attuazione di politiche di tutela e valorizzazione delle aree protette e del territorio riconducibili ai tempi di Expo 2015, ma che "resteranno anche per le generazioni future", ha dichiarato l’assessore Terzi, evidenziando come il territorio lombardo per un quarto sia sotto tutela.

All’interno del programma di interventi regionali si inserisce il macroprogetto “In viaggio tra i fiumi Ticino, Adda, Serio e Lambro: sviluppo turistico del territorio aspettando Expo …. E oltre”, che vede seduti allo stesso tavolo i parchi fluviali suddetti, a cui sono destinati 1,7 milioni di euro regionali per azioni in favore della riscoperta e rilancio territoriale lombardo, come strumento di offerta turistica qualificata e riconoscibile. Di queste risorse, 340 mila euro sono state stanziate a favore del Parco regionale del Serio, protagonista dell’azione numero 5, denominata “Viaggio … sul Serio – sviluppo turistico del territorio aspettando Expo 2015”.

Con questi contributi regionali, il parco ha elaborato il progetto composto di vari interventi, illustrati dal presidente Dimitri Donati. Dopo avere ringraziato la Regione per il finanziamento, ha descritto le diverse tipologie di intervento. La più corposa è quella “infrastrutturale che prevede la costruzione delle pista ciclo-pedonale a Seriate, il cui cantiere è stato consegnato a fine dicembre e sarà concluso per fine aprile. Questa connessione permetterà il futuro collegamento tra il Parco regionale del Serio e il Plis del Serio Nord, tassello fondamentale per un percorso ciclabile che dalla Valle Seriana possa giungere fino a Romano di Lombardia”.

Sono stati poi descritti gli altri interventi di sistema ossia: la realizzazione di postazioni di bikesharing; la pubblicazione di 4 mila copie di guida turistica che promuove il territorio e le sue aree protette e altrettante cartine; centinaia di brochure sui prodotti enogastronomici locali; la manutenzione delle piste ciclabili esistenti; la promozione del Museo dell’Acqua di Casale Cremasco e dell’orto botanico di Romano di Lombardia. Entrando nei meriti del progetto di connessione ciclopedonale, il sindaco di Seriate Cristian Vezzoli ha illustrato il percorso di circa 2 chilometri redatto in collaborazione tra l’ufficio tecnico del parco del Serio e l’ufficio lavori pubblici del comune di Seriate.

L’itinerario in cantiere prevede la messa a sistema dei percorsi esistenti e una nuova realizzazione di una pista ciclopedonale che si snoda attraversando le seguenti vie di Seriate: dalla passerella ciclopedonale, che collega l’Oasi verde 2 all’Oasi verde 1 (percorso che consente la congiunzione con il territorio di Grassobbio), risale in via Deco e Canetta sino all’imbocco con via Restelli per proseguire all’interno dell’area verde con un primo tratto lungo il fiume Serio, per rientrare per un breve tratto su strada in corrispondenza della traversa di via Deco e Canetta, e poi inserirsi in una nuova area verde. Infine verrà realizzato il tratto di completamento dell’anello di congiunzione con la stazione ferroviaria, già dotata di pista ciclopedonale. “La pista ciclo-pedonale, realizzata in sicurezza con la sistemazione di marciapiedi e parcheggi, di staccionate di legno, illuminazione e segnaletica verticale e orizzontale, permetterà ai cittadini e ai turisti di andare dal centro storico cittadino sino all’area verde del parco, percorrendo un itinerario snodato lungo il fiume. Sarà una ricchezza che andrà oltre Expo”.

Come detto da Achille Milesi, in rappresentanza del Plis del Serio Nord, “ora l’ambizione è quella di collegare il Plis alla Valle Seriana”.

A conclusione, Donati ribadisce: “Con questo intervento il territorio del parco ‘esce’ verso l’urbano e dialoga con i percorsi protetti già esistenti, con particolare riguardo a quelli che conducono alla locale stazione ferroviaria, così da consolidare ulteriormente nel visitatore e nella comunità la conoscenza del parco. Presso le stazioni ferroviarie, in primis quella di Seriate, ma anche quella di Romano di Lombardia e di Crema, si stanno perfezionando convenzioni ed accordi con associazioni quali la FIAB per collaborare alla gestione del servizio di noleggio biciclette. Saranno difatti posizionate strutture coperte per il ricovero delle bici e implementate le rastrelliere a disposizione del ciclista”.

Verranno inoltre incrementate o migliorate le strutture per la sosta attrezzata e sarà ricostituito anche un campo da beach volley. Con la realizzazione di questo nuovo tratto di circuito ciclopedonale, prosegue l’impegno del Parco regionale del Serio finalizzato a garantire sia la continuità dei percorsi ciclabili da nord a sud del territorio appartenente al parco sia l’impegno a connettere enti diversi e aree protette limitrofe quali l’ex PLIS Serio Nord, la Valle Seriana ed altri Parchi.

L’obiettivo del grande contenitore del progetto “Viaggio … sul Serio” è mettere a sistema azioni che promuovano le eccellenze del territorio, fornendo servizi adeguati alle aspettative del turista, con un occhio di riguardo al cicloturismo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marcello

    Sì sì, dopo vedremo quanto durerà la moda e quanto costerà in futuro fare la manutenzione a questa ciclabile. Continuano a far ciclabili e a lasciarle deperire…. Che paese senza cervello