BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da titolare inamovibile a riserva qualunque: che fine ha fatto Biava?

Il difensore bergamasco ha iniziato la stagione da titolare con un rendimento tutt'altro che negativo, ma dopo lo 0-0 coi granata è finito nel dimenticatoio. L'ultima apparizione in Coppa con l'Avellino.

Più informazioni su

Da titolare inamovibile a riserva qualunque il passo è davvero breve. Chiedere conferma a Giuseppe Biava, completamente sparito dallo scacchiere nerazzurro in maniera inspiegabile, dopo un avvio di stagione tutt’altro che negativo disputato da uomo-chiave della retroguardia. 

Biava, arrivato in estate a parametro zero dopo cinque anni alla Lazio, è stato da subito buttato nella mischia da Colantuono al centro della difesa al fianco di Benalouane. Le prestazioni del bergamasco sono state quasi sempre sufficienti (l’unico neo contro la Juventus, nello 0-3 subito dai nerazzurri al Comunale contro i campioni d’Italia) e nelle prime nove partite di serie A è stato schierato dal 1′ in sette occasioni, eccezion fatta per le partite disputate contro Inter e Napoli nelle quali il difensore nativo di Seriate è rimasto in panchina a causa del turn-over (in entrambi i casi, infatti, si trattava di turni infrasettimanali). Poi, dopo Torino-Atalanta del 2 novembre 2014 le tracce dell’ex laziale sono sparite, completamente. Dopo quella domenica, nella quale Biava disputò una buonissima gara (6 il voto delle pagelle di Bergamonews), il tecnico di Anzio gli ha sempre preferito la coppia Stendardo-Benalouane, schierando, in caso di assenza di uno dei due, Cherubin. Sette partite nelle quali il difensore orobico è rimasto a guardare per l’intera durata del match, senza mai entrare in campo nemmeno a partita in corso.

L’ultima apparizione di Biava risale al 3 dicembre scorso nella gara di Coppa Italia vinta dai bergamaschi 2-0 contro l’Avellino: in quell’occasione l’ex Lazio venne schierato dall’inizio assieme alle seconde linee, ma fu anche sostituito al 35′ della ripresa.

Voci di corridoio (mai confermate) parlano di un pesante litigio avuto da Biava con il tecnico atalantino che avrebbero portato il difensore di Seriate ai margini della squadra, ma domenica, per la gara Atalanta-Chievo, l’ex laziale dovrebbe ritrovare la maglia da titolare. Per Colantuono si tratterà di una scelta obbligata dal momento che Benalouane è squalificato e Cherubin è ai box per un problema muscolare. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vic

    Biava è sicuramente il miglior difensore in rosa, piedi semi buoni, anticipo e colpo di testa due spanne sopra gli altri. Benalouane ha creto grossi problemi più di una volta, per non parlare (anche se in altro ruolo) di Dramè spesso imbarazzante,solo fisico e piedi quadrati.

  2. Scritto da matteo

    finalmente qualche giornalista che ne parla! anche perché abbiamo pagato cara la scelta di tenerlo in panchina perdendo partite per errori di Cherubin e benaloune (quest’ultimo e’ evidente che non puo’ giocare centrale, ). Un allenatore e’ un manager deve sapere gestire queste situazioni. Se poi ci sono stati comportamenti “pesanti”allora e’ la societa’ che deve intervenire ma se non e’ cosi allora non esiste che stia in panca. tenerlo fuori e’un lusso che l’Atalanta non si puo permettere

  3. Scritto da aldo

    dimenticarsi” di un giocatore come Biava , perlomeno quello visto le prime partite equivale a non volere il bene della squadra se ha litigato dovrebbe cercare di chiarire …………

  4. Scritto da aldo

    dimenticarsi” di un giocatore come Biava , perlomeno quello visto le prime partite equivale a non volere il bene della squadra se ha litigato dovrebbe cercare di chiarire …………

  5. Scritto da robi

    Il Cola ha litigato con Biava (non so il motivo), ma con la squalifica di Benalouane gli conviene “fare pace” come ha dovuto farlo con Stendardo…

  6. Scritto da elena

    E’ quello che mi stavo chiedendo anche io da settimane. Biava nonostante l’eta’ e’ ancora un ottimo difensore (vedi Cagliari dove ci ha fatto guadagnare 2 punti). Ma il pelato presuntuoso gli preferisce un altro pelato Benalouane che domenica a Genova e’ stato mediocre (vedi il rigore provocato ingenuamente)

    1. Scritto da sentila

      ecco, ora rileggi quello che hai scritto e dimmi chi è la presuntuosa..

  7. Scritto da Yo

    E’ 2 mesi che mi chiedo il motivo della sua assenza visto le sue prestazioni sempre ottime!!!sull’uomo in marcatura è 4 spanne meglio degli altri a disposizione.
    Due centrali come Stendardo e Biava con lo spostamento a destra del Bena se lo sognano almeno metà delle squadre di Serie A

    1. Scritto da Poni

      Sono completamente in accordo con quello che gli altri inserzionisti dicono Biava e’ una spanna sopra gli altri inventati centrali deve giocare e basta con litigi est si chiarisca la cosa e giochi L’Atalanta e’ sopra Colantuono