BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una tragica Epifania: due morti in montagna e altri due in incidenti

E' stata una tragica Epifania quella appena trascorsa per i bergamaschi. Quattro complessivamente le tragedie che hanno colpito abitanti della nostra provincia.

 E’ stata una tragica Epifania quella appena trascorsa per i bergamaschi. Quattro complessivamente le tragedie che hanno colpito abitanti della nostra provincia.

Il primo a perdere la vita, in ordine cronologico, è stato Stefano Cornali di Ponteranica, padre di tre figli e di professione bancario, ha perso la vita in Austria dopo essere stato travolto da una valanga nel corso di un’escursione in solitaria lunedì 5 gennaio sul Madrisajoch, a quota 2.612 metri, dove si trovava in vacanza con la famiglia. L’uomo si era avventurato nonostante nella zona fosse molto alto il rischio di valanghe (grado 3 su una scala di 5). Il sua cadavere, coperto da una spessa coltre di neve, è stato recuperato solo il giorno dopo la slavina.

Un altro dramma in montagna si è consumato martedì 6 gennaio. Sergio Spinelli, 68enne albinese, era uscito per un’escursione sopra i monti di Albino, ma una volta raggiunto la località Madonna delle Neve, è stato colto da un malore. I familiari non vedendolo tornare a casa, nel tardo pomeriggio hanno dato l’allarme e una delegazione del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) ha dato il via alle ricerche. Sul posto una quindicina di tecnici volontari, appartenenti al Centro operativo di Clusone e alla Stazione di Media Valle che hanno rinvenuto l’uomo, ma il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. 

In serata, poi, sulla strade della città si sono consumati due incidenti mortali. Alle 18, Rosario Corsini, un 58enne ha perso il controllo della sua auto andando a sbattere contro un paletto a lato della strada e poi contro un’altra auto. Il drammatico scontro è avvenuto in via Gorizia, a Grumello del Piano, quartiere di Bergamo al confine con Lallio. L’auto dell’uomo ha terminato la sua corsa contro una macchina che sopraggiungeva nella corsia opposta. L’uomo alla guida, un 38enne, non sembra aver riportato gravi ferite. Resta da accertare se il 58enne ha perso la vita a causa di un malore oppure per i traumi riportati nello schianto.

Intorno alle 22, infine, una donna di 79 anni, Noemi Fenaroli, ha perso la vita dopo essere stata investita in via Ruggeri da Stabello, nel quartiere di Valtesse. Da una prima ricostruzione pare che la donna, che abitava in via Biava, sia stata investita da una Lancia Y che procedeva verso Ponteranica. Sul posto, oltre ai soccorsi, sono intervenuti gli agenti della questura e una pattuglia della Polizia locale di Bergamo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.