BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Foppa ha il turbo: adesso sognare non è più proibito

Il nostro Alberto Caprini analizza il momento d'oro delle rossoblù, capaci di conquistare nove punti nelle ultime tre uscite. E domenica contro la Pomì sarà la prova della verità.

Più informazioni su

La Foppa prosegue la rincorsa ai piani alti della classifica. Dopo i successi con Forlì e Montichiari, le rossoblù hanno iniziato al meglio il 2015 imponendosi in tre set sulla Zeta Sistem Urbino. Nove punti in tre partite che hanno permesso di prendere l’ascensore dopo una lunga serie di sconfitte: dall’ottavo posto al quarto a pari merito con la Pomì di Mazzanti e Ortolani. In verità si è trattato di un compitino facile facile, essendo le marchigiane ultime in classifica con zero punti e la miseria di tre set vinti. Ovvio quindi prevedere che tutte le squadre prima o poi “passeranno alla cassa” per riscuotere i tre punti. Ciò non toglie che le ragazze di Lavarini hanno mostrato ulteriori progressi nel gioco e soprattutto nella continuità, che verranno valutati ancor meglio nelle prossime sfide più impegnative, iniziando da quella di domenica a Viadana contro la Pomì Casalmaggiore, vero e proprio scontro diretto.

URBINO DA A2 – Il test contro Urbino, squadra che lotterebbe per la salvezza anche in A2, va quindi letto nella giusta dimensione, ovvero quella di un buon allenamento contro un avversario troppo inferiore a livello tecnico, soprattutto in attacco (27%). La partita ha dato la possibilità di vedere all’opera Deesing al centro al posto di Paggi, unica novità rispetto alla solita formazione titolare. La statunitense si è disimpegnata con buoni risultati (47% in attacco e un muro) anche se andrà rivista contro formazioni che fanno girare la palla a velocità maggiori. Murare Santini, Lestini o Leggs sulle palle lente di Agostinetto non è la stessa cosa che murare Tirozzi, Ozsoy o Stevanovic, imbeccate da Skorupa e Glass, tanto per fare qualche nome. Plak si è confermata sui suoi livelli, Loda ha fatto il suo in attacco pur sbagliando molto al servizio mentre, come già registrato con Forlì nell’ultima apparizione casalinga, i problemi maggiori si sono visti in ricezione con percentuali troppo basse (45-24%). Certo con Urbino sono state mascherate dal muro e dall’attacco ma potrebbero rappresentare un problema serio per la distribuzione di Radecka contro avversarie più quotate. Positiva anche Sylla, chiamata in causa nel terzo set nell’unico momento di equilibrio del match: Miriam è entrata con slancio e ha dato la carica risollevando la squadra da 14-16 a 21-19 prima di chiudere sul 25-21. Nelle fila di Urbino abbiamo rivisto in campo l’ex secondo libero Eleonora Bruno, mandata a giocare in estate nelle Marche, che in verità ha fornito una prova molto deludente (28-16%) con la Foppa che addirittura l’ha ripetutamente cercata al servizio. Insomma, lunga vita a Enrica Merlo.

INIZIAMO A PENSARE ALLA COPPA – Manca ancora un mese ai quarti di finale di coppa Italia contro Conegliano ma il lavoro in questo mese di gennaio sarà finalizzato prevalentemente a quel doppio appuntamento, il primo da dentro o fuori della stagione. Il 1 febbraio le venete sbarcheranno al PalaNorda mentre tre giorni dopo ci sarà il match di ritorno al PalaVerde. E visti i pochi contenuti emersi su cui discutere, abbiamo sollecitato Lavarini a fine match ad esprimere un parere sull’abbinamento: “Ci è capitata una squadra con cui abbiamo già dimostrato di saper giocare. Noi allora vincendo abbiamo fatto una vera impresa ma se qualcosa è stato fatto una volta si può provare a farlo ancora. Allora era un altro momento, loro sono in crescita e stanno raccogliendo fiducia. Hanno un potenziale elevatissimo ma proveremo a giocarcela come abbiamo fatto in campionato.” Il futuro immediato invece si chiama Casalmaggiore, domenica 11 gennaio alle 18. All’andata le cremonesi si imposero al tie-break ma per la Foppa fu un’occasione persa, essendosi trovata in vantaggio. “E’ una squadra molto forte, sarà la rivelazione del campionato rispetto alle previsioni della vigilia. Domenica hanno perso nettamente a Novara ma loro sono forti comunque. All’andata quel 2-3 ci fruttò comunque un buon punto in una serata in cui non giocammo la nostra migliore pallavolo. Siamo in un momento in cui abbiamo raccolto fiducia e autostima e cercheremo di giocarla al meglio”.

AMICHEVOLE – Nel frattempo nel pomeriggio dell’Epifania la squadra ha sostenuto un allenamento congiunto con la Nazionale Juniores, un test amichevole che si è concluso con il successo per 3-1 delle rossoblù. Assenti Sylla e Merlo impegnate nell’All Star Game di Padova.

Alberto Caprini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.