BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Inflazione a dicembre A Bergamo + 0,2% Incidono i Trasporti

L'indice provvisorio dei prezzi al consumo a Bergamo registra una variazione dello 0,2% in aumento rispetto al mese precedente. Il tasso tendenziale si attesta invece a -0,2%, in diminuzione rispetto al mese scorso. La variazione più marcata nei Trasporti, in aumento dello 0,8%.

Più informazioni su

Nel mese di dicembre, l’indice dei prezzi al consumo a Bergamo registra una variazione dello 0,2%, in aumento rispetto al mese precedente (-0.1%). Il tasso tendenziale (la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), si attesta a -0,2%, in diminuzione rispetto al mese scorso.

La variazione in aumento più marcata si registra nella divisione di spesa “Trasporti” dove ad incidere sono i rincari per i voli nazionali ed internazionali, trasporto marittimo, affitto garage e riparazione mezzi di trasporto privati, controbilanciati dai prezzi dei carburanti, in discesa nel mese di dicembre.

Segue la divisione “Ricreazione, spettacoli e cultura” con la crescita dei prezzi per i pacchetti vacanza nazionali ed internazionali, apparecchi e supporti per il trattamento dell’immagine e del suono, servizi sportivi, strumenti musicali e libri di narrativa. In controtendenza abbiamo i servizi di E-book, giochi e hobby, riviste e periodici.

In aumento anche la componente di spesa “Servizi ricettivi e di ristorazione” con la lievitazione dei costi per villaggi vacanze e strutture ricettive. In lieve aumento anche le seguenti divisioni: “Comunicazioni”, con la crescita dei prezzi per i servizi postali e gli apparecchi per la telefonia fissa e mobile; “Bevande alcoliche e tabacchi”, dove ad incidere sono le birre lager controbilanciate dagli aperitivi alcolici. In forte diminuzione abbiamo la divisione “Prodotti alimentari e bevande analcoliche” con la diminuzione dei prezzi per frutta, frutti di mare, carne bovina, pollame e formaggi e latticini.

In controtendenza abbiamo pesce, vegetali comprese le patate, uova e carne ovina e caprina. In diminuzione anche “Abbigliamento e calzature” grazie al calo dei prezzi per gli indumenti per neonato e le calzature da uomo. Invariate nel complesso le divisioni “Abitazione, acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili”, “Mobili, articoli e servizi per la casa”, “Istruzione” e “Altri beni e servizi” e“Servizi sanitari e spese per la salute”.

I dati anticipati devono essere considerati provvisori in attesa della loro convalida da parte dell’Istat. L’Istat comunicherà i dati definitivi il 14 gennaio 2015.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.