BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Famiglie bergamasche l’80% più fiduciose sulla ripresa economica

Sono le famiglie di Bergamo a considerarsi le più soddisfatte dell’anno che sta per chiudersi: il 65%, contro il 57% della media lombarda, crede che la situazione economica della propria famiglia sia invariata o migliorata nel 2014.

Sono le famiglie di Bergamo a considerarsi le più soddisfatte dell’anno che sta per chiudersi: il 65%, contro il 57% della media lombarda, crede che la situazione economica della propria famiglia sia invariata o migliorata nel 2014. E’ quanto emerge dall’indagine “Famiglie e fiducia. Monza e Brianza, Lombardia”, realizzata dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza in collaborazione con DigiCamere. 

E sempre a Bergamo anche le percezioni del nuovo anno sono le più ottimiste: l’80% delle famiglie crede che la situazione economica della propria famiglia resterà invariata o che ci sarà qualche miglioramento.

IL BONUS DI 80 EURO AIUTA I BILANCI FAMILIARI

Più del 90% dei lombardi che ha ricevuto il bonus in busta paga lo ha utilizzato per le spese correnti. Chi deve far quadrare i conti, ha prelevato dai risparmi (19%, era il 25% lo scorso anno) o ha fatto debiti (4%).

E le famiglie lombarde sono più ottimiste per il 2015: il 70% prevede il proprio bilancio del prossimo anno in miglioramento o comunque stabile. I più titubanti a Monza e Brianza, a Bergamo i più ottimisti Monza, 30 dicembre 2014.

Quasi 4 famiglie lombarde su 5 chiudono il 2014 con il proprio bilancio in pareggio (57%) o sono riuscite a risparmiare (20%). Chi deve far quadrare i conti, ha attinto dai propri risparmi (19%) o si è indebitato (4%). Eppure qualcosa è cambiato: crescono rispetto al 2013 le famiglie lombarde che riescono a coprire le spese correnti senza difficoltà (passano dal 58% al 64%) e a risparmiare durante l’anno (passano dal 18% al 20%). In particolare, più del 90% dei lombardi che ha ricevuto il bonus di 80 Euro in busta paga lo ha utilizzato per pagare le spese correnti.

E sul futuro le famiglie ritornano più ottimiste: il 70% prevede il proprio bilancio del prossimo anno in miglioramento o comunque stabile. Sono alcuni dei dati che emergono dalla indagine “Famiglie e fiducia. Monza e Brianza, Lombardia”, realizzata dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza in collaborazione con DigiCamere. Il bilancio delle famiglie di Monza e Brianza I brianzoli, insieme alle famiglie di Milano, sono tra i lombardi i più pessimisti. 2 famiglie su 5 hanno difficoltà a coprire le spese correnti mensili.

Il 54% ritiene che la situazione economica negli ultimi 12 mesi sia peggiorata rispetto allo scorso anno e vedono il futuro nero: la metà crede che la situazione peggiorerà per il 2015.

LE FAMIGLIE PIU’ SODDISFATTE

A Monza e Brianza il 23% (contro il 19% lombardo) ha dovuto fare ricorso ai propri risparmi per chiudere il bilancio del 2014. Emerge dalla indagine “Famiglie e fiducia. Monza e Brianza, Lombardia”, realizzata dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza in collaborazione con DigiCamere.

Il bilancio nelle province lombarde. Sono le famiglie di Bergamo a considerarsi le più soddisfatte dell’anno che sta per chiudersi: il 65%, contro il 57% della media lombarda, crede che la situazione economica della propria famiglia sia invariata o migliorata nel 2014.

E sempre a Bergamo anche le percezioni del nuovo anno sono le più ottimiste: l’80% delle famiglie crede che la situazione economica della propria famiglia resterà invariata o che ci sarà qualche miglioramento. Credono in una svolta positiva per il 2015 anche le famiglie di Brescia (74%). Emerge dalla indagine “Famiglie e fiducia. Monza e Brianza, Lombardia”, realizzata dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza in collaborazione con DigiCamere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alex

    Non è difficile pensare ad un miglioramento, quando peggio di così si muore….. Più giù del fondo non si può andare, quindi…… Dev’essere una precognizione del celeberrimo Mago dei Colli

  2. Scritto da Sandro

    E’ vero, siamo tutti ricchi sfondati come i politici! E soprattutto ci pagano certe cifre per dire cavolate e non produrre nulla!