BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sfogo di Mou a Bergamo: “Interisti, avete vinto solo grazie ai tribunali”

“Voi interisti non avete vinto niente, e quel poco solo grazie ai tribunali”. E' stato questo il duro sfogo di José Mourinho contro i suoi giocatori dopo la batosta subita a Bergamo dalla sua Inter domenica 18 gennaio 2009, come rivela Ivan Cordoba

“Voi interisti non avete vinto niente, e quel poco solo grazie ai tribunali”. E’ stato questo il duro sfogo di José Mourinho contro i suoi giocatori dopo la batosta subita a Bergamo dalla sua Inter domenica 18 gennaio 2009.

Una lezione di calcio dell’Atalanta allora guidata da Gigi Del neri, che grazie alla doppietta di Doni e alla rete di Floccari, inflisse un netto 3-1 ai nerazzurri destinati a conquistare Scudetto, Champions e Coppa Italia di lì a pochi mesi.

A rilevare il retroscena è stato Ivan Ramiro Cordoba, difensore di quell’Inter e ora team manager della squadra milanese, in un’intervista su Avvenire.it.

"La stagone del triplete resterà un’annata mitica -racconta il colombiano-. Eravamo talmente consapevoli della nostra forza che entravamo in campo pensando già a che minuto avremmo fatto gol. Mourinho è il più grande motivatore che ci sia, ma con lui mi sono anche scontrato duramente".

"Nel 2009 dopo Bergamo negli spogliatoi ci urlò ‘Non avete vinto niente, e quel poco solo grazie ai tribunali’ – prosegue Cordoba – . Il giorno seguente era furioso, ma io più di lui, perché non conosceva bene la storia ed esagerò nello sminuire tutto quello che a noi era costato tantissimo in termini di sofferenza".

"Ogni volta che si parla di Calciopoli, poi si scatenano polemiche che non servono al calcio. Posso dire, però, che noi giocatori avevamo spesso la sensazione che certe decisioni fossero un po’ strane. La giustizia sportiva e quella ordinaria hanno poi stabilito che effettivamente qualcosa c’è stato e per quanto mi riguarda questo chiude il cerchio e dimostra che le nostre sensazioni erano fondate. Ora mi auguro – conclude l’interista – che questa triste pagina si chiuda una volta per tutte".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Fabio

    Comunque non “di lì a pochi mesi”,ma” di lì a un anno e pochi mesi “… ☺☺

  2. Scritto da Matteo

    Il doping? Perché non le scie chimiche?

    1. Scritto da grande piccola inter

      il solo e unico dopato: Moratti. …ah ah ah

  3. Scritto da Max

    Pensate cosa ha combinato Moggi, è riuscito a far tornare l’Inter alla vittoria. Però voi juventini dovete anche ringraziarlo, vi ha fatto vincere una Champion’s League macchiata dal doping facendovi così conoscere in tutto il mondo per quello che siete. P.s. so benissimo che qualche juventino affermerà che tutto il mondo è pazzo e che la Juventus non era dopata, ma tant’è l’assoluzione per avvenuta prescrizione c’è con tanto di sostanze dopanti e frode sportiva…

  4. Scritto da franco

    Questa è una verità sacrosanta, che poi bruciasse sentirselo dire e tutt’ora bruci è un altro discorso. E aggiungo che senza i Tribunali neanche l’Inter del triplete sarebbe mai nata, perchè senza l’arrivo di Ibrahimovic a prezzo stracciato dopo che la Juve era andata in B, che poi è stato venduto a 50 milioni + Eto’o formando lo squadrone del 2010, non ci sarebbero stati nè gli scudetti nè le coppe.

    1. Scritto da Giovanni

      Se mia nonna avesse avuto le ruote, sarebbe stata una cariola

    2. Scritto da Vito

      Verità’ sacrosanta n. 2 : tanti scudetti, una Champions B 2006-2007 e due striminzite Coppe Campioni ( quella tragica del 1985 con tanto di festeggiamenti in campo ). Le altre grandi squadre europee non hanno questa strana differenza…