BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scanzo, uffici comunali aperti in pausa pranzo ‘Al servizio di chi lavora’

Il sindaco Davide Casati, d'accordo con il personale e con le Rsu, ha stabilito che tutti gli uffici comunali rimarranno aperti in orario continuato, pausa pranzo compresa, tutti i giovedì dalle 10 alle 13.45 e il primo sabato del mese, a partire da febbraio, dalle 9 a mezzogiorno.

Uffici comunali aperti in orario continuato, pausa pranzo compresa, tutti i giovedì dalle 10 alle 13.45 e sempre aperti il primo sabato del mese, a partire da febbraio, dalle 9 alle 12: è la novità introdotta nel 2015 dal sindaco di Scanzorosciate Davide Casati.

L’amministrazione comunale ha deciso i cambiamenti in totale accordo con il personale e con le Rsu: vengono invece confermate tutte le altre aperture, orari e giorni, già consolidati in questi anni e che si possono consultare sul calendario e sul notiziario comunale distribuiti, casa per casa, a dicembre.

L’unica eccezione sarà rappresentata dall’ufficio dei vigili, che avrà orari più ridotti: “perchè crediamo debbano trascorrere più tempo sulle strade per garantire la sicurezza” ha commentato il sindaco Casati. L’ufficio rimarrà aperto il giovedì dalle 11.45 alle 13.45 e il sabato dalle 9 alle 10.30. Continua con gli stessi orari del 2014, invece, la biblioteca comunale.

“Non tutti i dipendenti pubblici sono uguali e non è giusto fare di tutta l’erba un fascio – scrive il primo cittadino in una nota – Un esempio concreto positivo di quello che avverrà a Scanzorosciate a partire da questa settimana, per far sì che il Comune diventi sempre più ‘vicino’ ai cittadini, in questo caso particolarmente per quelli che lavorano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 55 mano

    Che novità!!!!! anche altri comuni limitrofi a Scanzo-Rosciate lo stanno già facendo da anni e nessuno lo scrive ne se ne parla, forse perché amministrati dalla LEGA???. o perchè il sindaco è vicesegretario provinciale del PD e ha bisogno di visibilità??.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Gentile 55, apra le mani, conti fino a 10 (5+5 dita) e si rilassi. Questo è un comunicato stampa: qualcuno, addetto alla comunicazione o collaboratore del sindaco di Scanzorosciate, lo ha scritto e inviato a BgNews, che lo ha messo in pagina così com’era o con pochissimi ritocchi. Chiunque faccia una cosa del genere, se scrive qualcosa che abbia un minimo interesse, viene pubblicato. Se l’avessero fatto prima altri sindaci, lo avrebbero ottenuto.

    2. Scritto da patroclo

      bravi. è apprezzabile… al di là del colore politico dell’amministrazione, quando si va incontro alle necessità del cittadino, è giusto farlo notare.
      all’ennesimo leghista infervorato e in preda alle manie di persecuzioni, suggerisco di segnalare i bravi amministratori leghisti che hanno fatto la stessa scelta nei propri comuni… qui.

      1. Scritto da Paolo

        Siamo proprio conciati male, se dobbiamo plaudire e gioire di scelte ovvie e scontate. Fino a prova contraria sono loro ad essere nostri dipendenti, a poter avere un posto di lavoro e uno stipendio pubblico grazie ai nostri contributi. Dovremmo indignarci e prendere a pedate nel didietro quegli uffici pubblici che non si sono ancora adeguati a tenere aperto in base agli orari di lavoro dei cittadini. Ma te dighe mé….

      2. Scritto da 55 mano

        Mi dispiace deluderla non sono Leghista ne di Forza Italia sono solo un cittadino che non ha fette di salame sugli occhi.

        1. Scritto da Narno Pinotti

          Diciamo che su come funzionano la comunicazione e la stampa locale, però, non ci vede tanto lontano.

          1. Scritto da 55 mano

            Altro schierato, che non vede la realtà.