BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ricerca choc su Scienze: due tumori su 3 causati dalla sfortuna

La ricerca di fatto mette in discussione quelle che fino a oggi si è pensato fossero le cause di molte neoplasie: stili di vita poco sani, difetti genetici o l’ambiente in cui si vive. Però la diagnosi precoce può salvare la vita.

Più informazioni su

Una ricerca che sconvolge e rischia di mandare all’aria tutte le fasi e le campagne di prevenzione.

Secondo i ricercatori della Johns Hopkins School of Medicine in uno studio pubblicato su Science, chi viene colpito da un tumore lo deve per la maggior parte dei casi alla sfortuna.

La ricerca di fatto mette in discussione quelle che fino a oggi si è pensato fossero le cause di molte neoplasie: stili di vita poco sani, difetti genetici o l’ambiente in cui si vive.

Due terzi dei tumori sono dovuti a infatti a mutazioni legate al puro caso piuttosto che a stili di vita sbagliati come il fumo.

Solo un terzo è legato a fattori ambientali o predisposizioni ereditarie.

A questo va aggiunto, e non è secondario, però che la diagnosi precoce può salvare la vita là dove non arriva la prevenzione: sono gli stessi ricercatori a sottolinearlo.

Lo studio ha analizzato 31 differenti tumori e, secondo i modelli matematici elaborati dagli scienziati Bert Vogelstein e Cristian Tomasetti, solo 9 sono risultati essere collegati agli stile di vita o a difetti genetici. I restanti 22 erano "principalmente collegati alla sfortuna: il Dna o come viviamo hanno solo un piccolo impatto", evidenziano i due autori della ricerca.

Il lavoro di Vogelstein e Tomasetti si è concentrato sulle staminali, cellule che si possono differenziare in diversi tipi di tessuti a seconda delle esigenze. Proprio a causa della loro longevità, una mutazione nelle staminali può avere conseguenze molto più deleterie rispetto a quando ciò accade in una cellula comune.

Gli scienziati hanno contato le mutazioni casuali che possono avvenire durante una divisione cellulare, lasciando da parte altre cause (geni difettosi ereditati o di tipo ambientale come il fumo o la presenza di radiazioni).

Il sistema matematico elaborato dai ricercatori ha evidenziato che all’aumentare del numero di divisioni cellulari aumenta il rischio che si sviluppi un tumore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Carla

    Intendete dire RICERCA SHOCK nel titolo?

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      http://www.treccani.it/enciclopedia/shock-o-choc_%28La_grammatica_italiana%29/
      Si possono usare entrambi i termini, lo dice la Treccani signora maestra