BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Cgil ora scarica gli 835 vigili di Roma “malati” il 31 dicembre

La Cgil scarica i vigili di Roma. Su mille agenti che dovevano essere in servizio la notte di capodanno, 835 hanno presentato un certificato di malattia e davanti a questo scandalo Rosanna Dettori, responsabile nazionale Funzione Pubblica del sindacato guidato da Susanna Camusso, non usa mezzi termini: "Se venissero evidenziati abusi, vanno puniti senza se e senza ma, un comportamento del genere non può essere condiviso".

"La vicenda dei vigili di Roma ci dice una cosa molto semplice: non c’è nessuna giustificazione per quanto è accaduto. Ciò che è avvenuto indebolisce grandemente la nostra battaglia per i diritti e getta un ombra sul lavoro pubblico che pure è pieno di grandi professionalità e dedizione". E’ il commento di Luigi Bresciani, segretario della Cgil Bergamo.

"Qualsiasi forma di lotta portata avanti con questi metodi è sbagliata". Parola di Rosanna Dettori, responsabile nazionale Funzione Pubblica del sindacato guidato da Susanna Camusso.

In breve: la Cgil scarica gli agenti della polizia municipale di Roma che la notte di Capodanno si sono dati malati. Sono 835 si mille che dovevano essere in servizio.

Sul carro degli assenteisti anche i dipendenti della Atac, società che gestisce la linea metro, su 24 macchinisti che avrebbero essere in servizio dopo la mezzanotte, solamente in sette si sono presentati, causando non pochi problemi agli utenti.

Se la Cgil scarica i vigili di Roma, precisa alcuni punti: "Bisogna capire perché anni di amministrazione del corpo dei vigili urbani li hanno messi in condizione di portare avanti una protesta simile. Come il comandante generale ha gestito i suoi uomini – perché Roma è un caso unico in Italia, nel resto del paese le polizie locali hanno funzionato – e perché il Comune non ha dato risposte alle domande che pur in tutti questi mesi gli sono state poste. Detto questo, lo dico senza problemi e vorrei che fosse chiaro: qualsiasi forma di lotta portata avanti con questi metodi è sbagliata".

Una forma di sciopero quella adottata dai vigili romani che ora, sotto attacco mediatico e del Governo Renzi, annunciano un vero sciopero? "Se venissero evidenziati abusi, vanno puniti senza se e senza ma, un comportamento del genere non può essere condiviso" risponde Dettori che puntualizza sulla nota di Renzi che annuncia azioni procedere conto i "fannulloni" della comparto pubblico: "Le norme per procedere ci sono già. Non serve nessun jobs act apposito. Le sanzioni disciplinarie previste dal contratto collettivo sono dure, e vanno dalla multa, alla sospensione arrivando al licenziamento. Non servono altre leggi, basta applicare quelle che già colpiscono chi ruba, chi si assenta ingiustificatamente e via discorrendo. Certo poi la giustizia deve valere per tutti, anche per i lavoratori, e non basta un sospetto per poter procedere. Sono necessarie tutte le più scrupolose verifiche".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    La realtà è che in Italia sempre di più prevale la regola dei furbi..il loro motto è: mangiato io mangiato tutti.
    Di fronte a fatti del genere non vedo altre alternative al pugno di ferro per cercare di disincentivare i “furbi”
    In questo modo chiaramente ne pagheranno tutti le conseguenze..pertanto anche chi si è sempre comportato onestamente.
    Ecco perchè quando un cittadino sa di essere onesto, non deve vergognarsi a denunciare e smascherare chi agisce contro il bene comune.

    1. Scritto da renzo

      835 vigili assenti avranno sicuramente dei precedenti .
      si puo’ facilmente verificare chi fa della malattia un uso strategico, e chi no, applicando sanzioni esemplari ai recidivi.
      Lo strumento migliore per combattere questa piaga e’ non pagare le malattie dei primi 3 giorni incluse diarie e contributi, che alla fine avranno i suoi effetti.

  2. Scritto da tex

    ma guardate a bergamo dove i viglili hanno scioperato durante le feste natalizie …………….. dite la verità non ve ne siete accorti ! anche loro sono da licenziare e le risorse darle alle forze dell’ordine ………… mi raccomando bgnew non pubblichi il commento perchè altrimenti il capo ei vigili la chiama !!!!!

  3. Scritto da Paolo

    Sarà impossibile dimostrare la malafede dei vigili assenteisti. E poi, ricordiamoci che dietro questi comportamenti c’è sempre un medico connivente (e sempre intoccabile).

  4. Scritto da La verità fa male

    I leader sindacali (Bonanni in testa) percepiscono stipendi e pensioni d’oro, oppure (sono i casi dei vari Cofferati, Pezzotta, D’Antoni, Marini, Epifani e magari in futuro anche Camusso o Landini) trasmigrano nell’esercito dei politici di professione a prendere altri stipendi e privilegi. Sono tra i principali responsabili dello sfascio nazionale e gli devono essere “tagliati i viveri” abbattendo privilegi e finanziamenti diretti o indiretti al sindacato

    1. Scritto da pietro

      visto che si firma “la verità”, potrebbe almeno fare una semplice ricerca prima di fare affermazioni (su cui basa tutto il ragionamento) che sono semplicemente sbagliate. è scoppiato il caso di bonanni ed è vero, ma vada a vedere le denunce dei redditi di landini, camusso e dei dirigenti CGIL, prima di millantare…

    2. Scritto da Eeehhh ?

      Tu pensa che hai votato per anni e anni dell’utri, berlusconi, santanchè , cosentino ecc ecc. Non ti vergogni di fare certi commenti ?

      1. Scritto da tino

        Troppo buono, la lista e’ piu’ lunga a cominciare dall’ evasore/corruttore dì cui non faccio il nome ma il cognome Berlusconi

      2. Scritto da La verità fa male

        Ho votato per anni Berlusconi, problemi? pensa che da tre anni il PD governa (con i vari Monti, Fornero, Letta, Renzi e altri ancora) eppure il debito aumenta a rotta di collo, la disoccupazione batte tutti i record storici, la tassazione è al massimo livello storico, la corruzione aumenta, Roma e Napoli sono diventate totalmente ingovernabili. Ah certo non è mai colpa del PD …. sarà colpa di Grillo magari. Tirati insieme che è meglio!

        1. Scritto da Luciano

          Memoria corta o più semplicemente sta guardando la storia in modo fazioso? Le ricordo che Il PD ha fatto tutto questo scempio con l’aiuto e l’avallo del centrodestra. Ora, non sto qui a dar ragione a Grillo, ma non mi venga a dire che i vari, Letta, Monti e Renzi non hanno governato con Berlusconi che dava una mano.

  5. Scritto da Alessandra

    Io da lavoratrice artigiana penso che sia uno schifo che stiano a casa dal lavoro e chissà perché proprio il 31… Prima di chiedere i diritti bisogna anche svolgere i propri doveri… Vorrei vedere certa gente ad avere un mestiere in proprio che non ti puoi permettere nemmeno di stare s casa se sei malato per le tasse che devi pagare che fine farebbero…

  6. Scritto da Aldo

    Se il ministro Madia minaccia provvedimenti, stiamo freschi. Proprio lei che è lì per sconosciute qualità, a parte amicizie e parentele. Il toro che dà del cornuto all’asino.

    1. Scritto da Riccardo

      Non mi va di difendere la ministra, ma mi piacerebbe sapere da dove arrivano le notizie che è arrivata dove è arrivata per merito di amicizie e parentele: fuori le fonti per favore! E poi i proverbi si citano esatti e non si inventano, è il BUE che dà del cornuto all’asino…

      1. Scritto da Ma mi

        Anche l’Italiano si dovrebbe citare….esattamente

      2. Scritto da Cris

        Se vuoi le fonti vai su libero o il giornale tanto per dare due titoli .poi se vuoi denuncia i giornali per diffamazzione . Grazie .e lascia in pace il bue e l’ asinello

    2. Scritto da Cris

      Una qualita c’e l’ha . Chiedere ai maschietti suoi superiori……

      1. Scritto da Penoso

        Guarda che non sono tutti come te , cioè di una brutta specie.

  7. Scritto da coniatore

    Ci sono sindacati e sindacati, non tutti sono uguali lo si vede anche tra quelli che scioperano e quelli conniventi con il governo, la CISL è di gran lunga il sindacato più rappresentativo nel pubblico impiego, provare a chiedere alla CISL qualcosa in merito a quanto accaduto?

    1. Scritto da lavoratore

      Quando parlo con un sindacalista e gli faccio notare i loro errori, la risposta é sempre la stessa: sono gli altri….

  8. Scritto da Maurizio

    Questi pseudo sindacalisti dovrebbero vergognarsi, sono anni che la polizia locale chiede una vera riforma. ma loro Cgil in primis se ne sono sempre fregati. Adesso che sono stati scavalcati si sentono offesi, vergognatevi, quello che è successo a Roma è colpa vostra. La polizia locale ha bisogno di una seria riforma e di un contratto separato dal resto della pubblica amministrazione. Voi non lo avete mai voluto e questi oggi sono i risultati!

    1. Scritto da Roberto

      Sig Maurizio forse e’ meglio che lei si faccia curare

    2. Scritto da Ascuàlmar

      Cosa mi tocca leggere !

    3. Scritto da poggi.olini

      La miglior riforma e` l`eliminazione della polizia locale.
      Abbiamo gia` troppe polizie eliminiamo la meno efficiente.