BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vanessa e Greta: video buon segno, o tentativo di alzare il prezzo?

Se è certo un buon segno vedere che le due ragazze sono vive, l'ipotesi più accreditata legge la scelta di mostrarle al mondo come un tentativo di alzare il prezzo per la loro liberazione. E' questo il motivo per cui si parla di una "fase delicatissima".

Mentre gli esperti stanno analizzando nei minimi dettagli il video reso pubblico il 31 dicembre con le due giovani italiane rapite in Siria, Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, per verificare se sia originale e se si possano dedurre informazioni utili a capire dove le due studentesse e volontarie si trovano, le domande che la Farnesina e tutte le persone coinvolte nel rapimento si pongono sono legate al senso di questa divulgazione.

Perché se è certo un buon segno vedere che le due ragazze sono vive, l’ipotesi più accreditata legge la scelta di mostrarle al mondo come un tentativo di alzare il prezzo per la loro liberazione. E’ questo il motivo per cui si parla di una "fase delicatissima".

Il timore, lo spiega bene Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera, è che si apra un vero e proprio mercato dagli esiti imprevedibili.  

Poche ore dopo la diffusione del filmato su YouTube, un esponente del Fronte Al Nusra, formazione qaedista che risulta in contrapposizione con l’Isis, rilancia: "Abbiamo le due donne italiane perché il loro Paese sostiene tutti gli attacchi contro di noi in Siria". Ma questa rivendicazione non è ritenuta attendibile perché le due cooperanti dovrebbero essere nelle mani del Free Syrian Army, l’Esercito Siriano Libero, e non si esclude che altri gruppi stiano tentando di inserirsi nel negoziato.

Soprattutto tenendo conto che recentemente anche alcuni occidentali, semplici truffatori, si sono proposti come intermediari.

Un paio di settimane orsono era già arrivata la prova che le ragazze erano vive, ma la partita con i rapitori aveva subito una battuta d’arresto facendo persere tempo prezioso alla trattativa per il rilascio che sembrava a buon punto con condizioni già concordate.

Il video sembra adesso rappresentare il via libera affinché la trattativa possa entrare nella fase finale con la consegna della contropartita. Ma la scelta di farlo pubblicamente, mostrando le due prigioniere con le vesti islamiche, viene vissuta con apprensione da intelligence e Farnesina proprio perché sembra anche un invito affinché chi può offrire un prezzo più alto si faccia avanti e prenda in consegna le ragazze avviando poi una nuova trattativa con l’Italia. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da biker08

    giulio condivido , le due ragazze potevano fare solidarieta’ in italia aiutare gli anziani in ospizio in ospedale ecc.ecc.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Come fa lei tre volte la settimana, immagino.

  2. Scritto da giulio

    Non vorrei passare per cattivo, anzi spero che le due ragazze se la cavino, ma che serva a loro e a tutti coloro che giocano alla rivoluzione, che in certe situazioni e paesi non si scherza. Sta di fatto che da tempo la Siria è severamente sconsigliata dal ministero degli esteri….per ovvi motivi!!! Una volta salvate…sarebbe bello far pagare alla “pasionarie nostrane” il riscatto…amche a rate!!!

    1. Scritto da kurt Erdam

      Non vorrei essere più cattivo di lei,mi ricordo quando venivano rapiti i figli dei ricchi e trattenuti per lunghi periodi per essere liberati in cambio di ingenti riscatti(quando non li facevano fuori).Per essere come lei o più cattivo dovrei dire”chi se ne frega,se fossero stati meno avidi e più intelligenti e non avessero ostentato la loro ricchezza,magari sporca,a chi non aveva nulla,non si sarebbero trovati nel mirino,peggio per loro”.Quando ricapiterà lei dirà le stesse cose?

      1. Scritto da Danilo

        E’ per questo motivo che la legge italiana da ormai qualche lustro è stata aggiornata con il blocco dei beni per le famiglie dei rapiti. Risultato: rapimenti azzerati.

        1. Scritto da kurt Erdam

          Col nero e le evasioni che ci sono ed i capitali nei paradisi fiscali di beni non bloccati ce ne sono ancora tanti.Al momento ci sono attività criminali meno rischiose,come lo spaccio e il traffico di migranti che rendono di più oppure entrando nel giro giusto fra corruzione tangenti ecc…si rischia meno e si vive più tranquilli,ma il punto è che se a gente che si propone di fare del bene al suo prossimo succede qualcosa è giusto dispiacersene almeno quanto per chi ha sfruttato gli altri

    2. Scritto da Riccardo

      Forse, come dice, le ragazze “giocano alla rivoluzione”, anche se credo ci siano motivazioni più profonde a quello che stavano facendo. E’ anche la risposta a quelli che dicono: “Non vogliamo altri immigrati, aiutiamoli a casa loro” Allora cosa vuol dire aiutiamoli a casa loro se non andare là a lavorare? La stessa cosa per il medico di Emergency, su cui avevo letto cose ignobili quando l’hanno riportato a casa per curarsi: cosa doveva fare? Morire là? E curare gli ammalati da casa sua?

      1. Scritto da giulio

        Riccardo noto un po’ di confusione. Immigrazione, emergecy e motivazione profonde cosa centrano. Le ragazzine in questione sono passate dalle manifestazioni in Piazza Duomo all’entrare illegalmente in un paese in guerra sicuramente con buone intenzioni. Forse però era meglio pensarci prima perché la guerra sopra tutto quella civile, è uno storia vera ben diversa dallo sventolare una bandiera “di parte” in piazza.

      2. Scritto da Luca Lazzaretti

        Riccardo, dammi retta, è una guerra persa quella contro gli anonimi animosi del web…

  3. Scritto da hans

    buon segno, o tentativo di alzare il prezzo? e che ne sappiamo?