BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Katzone” con gestaccio di don Danilo alla festa in oratorio – Video

Durante un concerto dei Katzoni Animati, il sacerdote è salito sul palco e ha improvvisato un balletto che ad alcuni presenti è parso fuori luogo. "Era una cosa innocente e senza malizia", spiega don Danilo. Guarda le immagini

Quello strano balletto di don Danilo, amatissimo e seguito curato, sul palco dell’oratorio non è piaciuto a tutti gli abitanti di Spirano. L’episodio lunedì 29 dicembre, durante la festa per il Cre invernale organizzato dallo stesso sacerdote al palazzetto dello sport, il PalaSpira’ di via San Antonio.

Don Danilo Superchi, 40 anni, originario di Brembate e da quattro anni in sevizio a Spirano, è un prete molto ammirato e attivo nel paese della Bassa con le sue iniziative rivolte ai giovani e per il suo modo di fare piuttosto moderno.

Lunedì sera, per la terza delle quattro serate della festa del Cre, era in programma un concerto del gruppo Katzoni Animati, una "rock cartoon band" di Torino (nella foto in basso i quattro componenti al termine dell’esibizione, con al centro proprio don Danilo), dal nome piuttosto insolito per una manifestazione oratoriale. 

Per la parte finale dello show del gruppo torinese, davanti a un pubblico composto da famiglie, ragazzini e bambini, su invito dei membri della band don Danilo sale sul palco e improvvisa un balletto, sulle note della canzone "Un elefante si dondolava", una rivisatoazione rock dell’omonima filastrocca.  

Le movenze, però, ad alcuni dei presenti sono parse un po’ fuori luogo per una festa in oratorio, in particolare quando durante canzone viene espressa la parola "katzone", di facile assonanza con la nota parolaccia. 

Il video, in cui si vede anche una mamma che in modo scherzoso copre le orecchie al figlioletto, è stato pubblicato (e poi rimosso) sulla pagina Facebook del gruppo Spirano, suscitando pareri contrastanti. C’è chi lo ha giudicato come un gesto sconsiderato. C’è chi, invece, lo reputa una cosa simpatica e adatta alla serata.

GUARDA LE IMMAGINI:

"E’ stato un ballettoo assolutamente innocente e senza alcuna malizia – spiega don Danilo a Bergamonews – e io stavo solo imitando la proboscite dell’elefante, che viene citato nella canzone. Nessuno per il momento si è lamentato con me, nemmeno in via informale. In ogni caso sono pronto a spiegare l’accaduto a chi lo desidera.

Non vorrei si trattasse di una strumentalizzazione – prosegue il sacerdote – portata avanti da un gruppo metal che si sarebbe dovuto esibire alla festa, ma che poi ho rifiutato perchè non adatto al contesto. Comunque ripeto, non volevo fare nulla di male". 

"Il nostro show non è basato sulla volgarità – afferma Giovanni Spugna, leader dei Katzoni Animati – è una cosa naturale e improvvistata. Non abbiamo mai battute predefinite. Siamo amici da anni con don Danilo e posso dire che è una bravissima persona, oltre che un ottimo sacerdote. Ce ne fossero come lui. Penso che di fuori luogo ci siano solo le polemiche legate a questo, simpatico, episodio". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giovanna

    bello vedere un sacerdote che partecipa attivamente nella comunità, ben vengano preti come Lui, in fondo un ballo non è un peccato…

  2. Scritto da Andrea Carminati

    “Dei ragazzini cercano di screditare Don Danilo basandosi sul nulla. La comunità si stringe attorno al sacerdote e lo difende: la bellezza di una comunita cristiana in festa”
    Un possibile vero titolo per un articolo decente !!! Prendete quei due bimbi che han fatto il video, la vostra propabile etica giornalistica laica e mischiatevi ai pregiudizi che avete e andatevene a….. alla prossima divertentissima festa qui in oratorio o al Palaspira di Spirano coi Katzoni !!!! Salirete voi sul palco!

  3. Scritto da Paolo

    Io è gia la seconda o terza volta che mi esibisco per e con l’oratorio,ho pure io una band metal e il don non si è mai lamentato quindi penso che il fatto della band sia solo una critica per tentare di “aggravare” la situazione. E comunque come citato in alcuni commenti precedenti,con il dovuto rispetto,prima di parlare informatevi perche non so quanti ragazzi della mia età (14 anni) partecipino alla messa oppure vadano felici a feste in oratorio se non ci fosse un don come lui

  4. Scritto da Grasselli Yuri

    Io ero presente al concerto non ho notato nulla di volgare nell esibizione del gruppo e tantomeno nel balletto di Don Danilo che ha la mia stima per tutto il grande lavoro che sta facendo con i ragazzi e ragazze ed adolescenti di Spirano Penso che per un gioco di ripicca fatto su un social network sta montando un caso ad una certa età si può giocare a bambole mi chiedo ma voi di bergamonews il vostro target e di questo livello? Prima di essere giornalisti secondo me bisogna essere uomini.

  5. Scritto da Annalisa Cavagna

    Strano che a giudicare cosa sia o non sia adatto ad una manifestazione oratoriana sia proprio gente che all’oratorio non ci mettono neanche piede. Cosa volete giudicare dall’esterno?
    La sceneggiata che è stata perpetrata dal gruppo rifiutato è stata vista da tutti (famiglie e volontari presenti) ed erano le 8 di sera, peccato che non abbia fatto un video di quello.

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Nell’articolo non si giudica nessuno e non si colpevolizza nessuno. Si fa cronaca di fatti corredati da video. Don Danilo ha tutta la stima di Bergamonews per il suo operato. Legga le sue dichiarazioni nell’articolo.

  6. Scritto da un elefante si dondolava

    con la canzone un elefante si dondolava si mima la proboscide, dove lo scandalo? forse lo scandalo è quando non si sa cosa scrivere….

  7. Scritto da Marco

    se si legge l’articolo il titolo è fuorviante e inadatto. ci vedo solo un’infamata architettata ad arte da 4 pischelli infelici a cui io al posto di voi Bergamonews non avrei dato proprio adito, avrei avuto piu’ perplessità se si fosse esibito il gruppo metallaro, giustamente reputato inadatto ad un contesto di oratorio, è una persona molto intelligente e su certi temi non transige! la band al di la del nome scherzoso canta in stile rock le canzoni dei cartoni eh…

  8. Scritto da Andrea Recanati

    Cuor di leone l’autore dell’articolo che sentenzia e poi non si firma… Comunque faccio oratorio da 10 anni e stupidate così le ho sempre viste, giusto per fare 4 risate, poi la sostanza è molto altro … A me pare la vendetta infantile di 4 metallari adolescenti che si atteggiano a rockstar sostenuti da mamma e papi …

  9. Scritto da Malanchini Giovanni

    Don Danilo ha tutto il mio sostegno e la mia ammirazione. Continui nel suo grande lavoro, che va ad incidere anche a livello sociale su tanti problemi del mondo giovanile. Penso non debba giustificarsi: cosa ha fatto di male? La prossima volta sul palco con lui salgo anch’io.

  10. Scritto da Bimbo

    sempre colpa dei satanisti metallari!!!
    hahahahhahah
    i katzoni invece vanno bene vero?

    1. Scritto da Daniele.F

      Stai menando il torrone per non aver suonato alla festa dell’oratorio o sbaglio? E quando Burzum ti chiamerà, che gli racconti?

    2. Scritto da Giovanni Malanchini

      Va bene chi ci mette la faccia e si prende la responsabilità di ciò che fa e ciò che dice. Già il fatto di non firmarsi è indice di infantilismo acuto. Vuoi sostenere le tue ragioni? Esponiti, forse sarai rispettato.

      1. Scritto da Federico

        Si confronti con le ragioni. Paura, eh?

        1. Scritto da VforVendetta

          le idee sono idee ed hanno un valore, soprattutto in un luogo come questo, a prescindere da chi le scrive. che lei si firmi Pietro Rossi o Pikachu, quel che conta è il suo pensiero. quindi, nel merito della provocazione precedente, secondo lei è tutto normale? all’oratorio un gruppo che si chiama KATZONI? un prete sul palco che fa il gesto della “proboscide”? a me, sinceramente, qualcosa non torna.

          1. Scritto da Narno Pinotti

            Sarà un caso (non lo è), ma qui coloro che difendono il comportamento di don Danilo si firmano quasi tutti con nome e cognome e precisano senza problemi di frequentare quell’oratorio o di aver partecipato proprio a quella festa. Quelli delle ragioni, invece, preferiscono l’anonimato. Sarà un caso (non lo è).

          2. Scritto da ANTONELLA AMICO

            Sicuramente qualcosa a te non torna…perchè continui a farlo scappare…il lume della ragione!

          3. Scritto da Annalisa Cavagna

            Strano che a giudicare cosa va bene e cosa non va bene per un oratorio siano persone che in oratorio non ci vengono affatto.
            A me è questo che non torna.
            Chi ha sollevato il tutto non sono di certo state le famiglie o gli educatori o gli animatori o i bambini o i catechisti o il sindaco. Quindi mi chiedo: a chi ha dato fastidio, cosa e perché ha dato fastidio??!?

            Articolo di cronaca pessimo e tendenzioso visto che si basa su estratti di dichiarazioni e poco sui fatti veramente accaduti.

        2. Scritto da Giovanni Malanchini

          Ti fisso un appuntamento già domani se vuoi confrontarti con me. Nome e cognome, please. Avete una faccia da mostrare oltre alle vostre ragioni, tutte da dimostrare?

          1. Scritto da Federico

            Le ragioni, Malanchini! Non m’interessa la montatura verde pisello, a me interessano le ragioni! Ci esponga le sue per cui un gruppo demenziale (che avrà il suo valore) possa esibirsi in un contesto come quello. Per me la situazione è sfuggita di mano.

          2. Scritto da Giovanni Malanchini

            Io tollero (o mi piace) diversa musica. Non sta a me giudicare. La festa era organizzata da Don Danilo, lui ne è responsabile e ne stabilisce il programma, con criteri suoi, che possono piacere o meno. Chi non lo condivide è libero di organizzare qualcosa da solo, rispettando orari e legge. Girarsi indietro le maniche e non piagnucolare troppo. Quanto a te, vedo che la mamma ti ha almeno insegnato i colori, prima che l’educazione e il coraggio: è già qualcosa…

          3. Scritto da enrico mazzoleni

            polemica a dir poco ridicola….il parroco ha fatto bene.